Eyeliner semipermanente, quanto costa e come funziona

Eyeliner semipermanente, quanto costa e come funziona

Non hai mai abbastanza tempo per truccarti ma non vuoi rinunciare a uno sguardo seducente e magnetico? Sei stanca di passare ore davanti allo specchio per un make up impeccabile? L’eyeliner semipermanente è proprio quello che fa per te!

Il trucco permanente e quello semipermanente (realizzato soprattutto su labbra e occhi) stanno acquistando sempre più popolarità, tant’è che in Italia, secondo le statistiche, le richieste nel 2019 sono aumentate del 73%. Ma cos’è il trucco semipermanente? E quanto costa l’eyeliner semipermanente? Scopriamo insieme come dire addio a matite e kajal.

Cos’è l’eyeliner semipermanente

Prima di capire come funziona l’eyeliner semipermanente, è bene capire di cosa si tratta. L’eyeliner semipermanente, a differenza del classico tatuaggio, non è una cosa permanente (come indica il nome). Pur avendo una durata piuttosto lunga, infatti, i suoi effetti sono limitati e periodicamente bisogna eseguire dei ‘ritocchi’. L’eyeliner semipermanente viene posto sulla palpebra superiore o inferiore e riproduce il tratto nero del classico eyeliner. E’ possibile scegliere, in base al proprio gusto, tra una linea molto marcata e precisa oppure una linea più sfumata.

Come viene realizzato

Il trucco semipermanente deve essere eseguito da personale qualificato e in possesso delle dovute certificazioni. È bene quindi affidarsi a centri specializzati che seguano tutte le indicazioni previste dalla legge. I professionisti di bellezza che realizzano l’eyeliner semipermanente utilizzano un macchinario chiamato penna chirurgica. Questo strumento consente di disegnare, attraverso un ago monouso, il tatuaggio desiderato. L’ago, infatti, inserisce all’interno degli strati superficiali della pelle dei micro pigmenti ipoallergenici attraverso delle piccole punturine.

La prima seduta

La durata della prima seduta può durare tra i 40 e i 90 minuti, a seconda dell’intensità scelta per la linea da disegnare, oltre a una consulenza iniziale che può durare fino a mezz’ora. La seduta di rinforzo, effettuata dopo un mese circa dalla prima, dura meno: il trattamento per intensificare l’effetto finale e prolungarne la durata richiede infatti circa 50 minuti.

Quanto dura l’effetto

Come abbiamo detto, l’eyeliner semipermanente non è un vero e proprio tatuaggio. Ogni 16-18 mesi circa bisognerà quindi eseguire alcuni ritocchi. Questo tipo di trucco necessita, infatti, di essere ripassato dopo circa un anno e mezzo per fare in modo che il colore non sbiadisca e risulti sempre brillante. Dopo la prima seduta, solitamente, se ne esegue un’altra di rinforzo (quasi sempre compresa nel prezzo), per apportare eventuali piccole modifiche sul colore e sulla forma.

La seduta di rinforzo viene effettuata dopo circa un mese. La durata dell’eyeliner semipermanente dipende comunque dal tipo di pelle su cui si va ad applicare l’eyeliner semipermanente, dall’esposizione al sole e agli agenti atmosferici esterni, dall’uso di cosmetici leviganti o peeling e dal sistema immunitario.

Quanto costa

L’eyeliner semipermanente ha un costo che varia dai 250 ai 450 euro per la prima seduta, mentre i ritocchi, da effettuare dopo un anno e mezzo circa, costano attorno ai 200 euro. Il prezzo ovviamente non è fisso: dipende dal centro estetico a cui ci si rivolge, se si usufruisce di sconti o se si utilizzano coupon. Il nostro consiglio è di valutare un centro estetico non tanto sulla base del prezzo che propone, ma sulla professionalità dei suoi collaboratori. E’ importante quindi fare una consulenza informativa per poter valutare e poi scegliere l’operatore a cui ci si affida.   

Fa male?

Uno dei motivi principali per cui molte donne rinunciano a effettuare l’eyeliner semipermanente è la paura che, durante la seduta, si possa sentire dolore. Trattandosi di un tatuaggio semipermanente, durante la seduta è normale sentire un leggero pizzicore effetto pinzetta. Bisogna infatti considerare che si agisce su una zona del corpo, quella perioculare, molto delicata. In ogni caso dipende molto dalla soglia del dolore della persona che si sta sottoponendo al trattamento. Se il dolore diventa insopportabile, si può chiedere al professionista di applicare una crema idratante che riduca la sensibilità.

Come prepararsi al trattamento

La prima cosa da fare è, ovviamente, rivolgersi a professionisti seri e affidabili che ti indicheranno in maniera dettagliata come prepararti al trattamento. In genere, prima dell’applicazione dell’eyeliner semipermanente, è consigliabile adottare alcune precauzioni. Innanzitutto bisogna stare lontani dal sole: è sconsigliabile sia prendere sole in eccesso sia fare docce solari. Evitare inoltre di bere superalcolici e di prendere farmaci anticoagulanti. È bene seguire attentamente questi consigli per evitare chi si verifichino problemi durante o dopo la seduta.

Come curare l’eyeliner semipermanente

È importante prendersi cura dell’eyeliner semipermanente anche dopo il trattamento. Se non si presta abbastanza attenzione, infatti, si rischia di rovinare tutto il lavoro eseguito. Oltre a evitare scottature e una lunga esposizione al sole, bisogna tenere sotto controllo eventuali gonfiori, applicando per almeno 7 giorni una crema idratante delicata che favorisca la cicatrizzazione del tatuaggio. E’ bene poi evitare l’applicazione di cosmetici molto abrasivi nei giorni immediatamente successivi al primo trattamento.

Altre importanti precauzioni

Ci sono poi altre indicazioni da seguire subito dopo aver effettuato il trattamento. E’ bene evitare sia il fumo attivo sia quello passivo, così come è consigliabile non assumere droghe né bere troppi alcolici. Nei giorni immediatamente successivi la prima seduta, inoltre, non esporsi in luoghi a temperature troppo elevate soprattutto per non aumentare il prurito che può essere presente nei giorni della cicatrizzazione. Evitare di grattare la zona trattata e non lavarla con prodotti che potrebbero irritare la pelle.

Come struccarsi

Fare l’eyeliner semipermanente comporta numerosi vantaggi: dirai addio a matite, kajal e linee imperfette, ma soprattutto risparmierai parecchio tempo davanti allo specchio. Questo però non significa che la sera potrai evitare di struccarti. Rimuovere il resto del make up (ombretto, mascara, fondotinta e i trucchi che usi abitualmente) è molto importante e non devi aver paura di intaccare il tuo eyeliner semipermanente. L’utilizzo di struccanti, a base di acqua o olio, infatti, non rovina il trucco semipermanente perché non può intaccare in alcun modo il pigmento ‘iniettato’ nella pelle.

A chi è sconsigliato?

L’eyeliner semipermanente e il trucco semipermanente in generale, non è adatto a donne in gravidanza, ragazze con meno di 18 anni, persone con patologie o irritazioni oculari, herpes, emofilia o soggetti sottoposti a chemioterapia. Infine, questa procedura è sconsigliata anche a chi soffre di dermatiti o di difficoltà di cicatrizzazione.



I colori dell'autunno nel make-up
Make up

I colori dell’autunno nel make-up della stagione

Rossetto a prova di mascherina, quali scegliere
Make up

Rossetto a prova di mascherina, quali scegliere

Trucco semipermanente, pro e contro
Make up

Trucco semipermanente, pro e contro

Come mi trucco per andare a scuola
Come mi trucco

Come mi trucco per andare a scuola

Come truccarsi con la mascherina
Come mi trucco

Come truccarsi con la mascherina

Armocromia come truccarsi con i colori giusti
Make up

Armocromia: come truccarsi con i colori giusti

Come mi trucco con l'abbronzatura
Come mi trucco

Come mi trucco con l’abbronzatura

Come mi trucco a 60 anni
Come mi trucco

Come mi trucco a 60 anni

Skincare post estate, come mantenere l'abbronzatura
Skincare

Skincare post estate, come mantenere l’abbronzatura

Skincare post estate: i consigli per mantenere l’abbronzatura e farla durare più a lungo con una beauty routine studiata ad hoc.

Leggi di più