Hyaluron pen per labbra cos'è e opinioni
Bellezza

Hyaluron pen per labbra: cos’è e opinioni

Se sogni una bocca turgida e voluminosa ma hai paura degli aghi, c’è una soluzione: la Hyaluron pen. Scopriamo come funziona e chi può usarla.

Labbra più turgide e piene. Chi non le vorrebbe? Se gli aghi ti spaventano o hai un budget limitato, don’t worry. La soluzione c’è e si chiama Hyaluron pen. Da almeno tre anni è oggetto di dibattito nel mondo beauty. Sui social media è un fiorire di tutorial e di foto con il prima e il dopo il trattamento. Puoi provarla in istituto o sperimentare il fai-da-te, se usato correttamente è un dispositivo piuttosto sicuro.

A cosa serve la Hyaluron pen

Il pennino che inietta acido ialuronico è uno strumento che consente di veicolare i filler negli strati più superficiali dell’epidermide in maniera automatizzata e senza aghi. In sintesi, serve a fare il pieno di acido ialuronico lì dove serve.

Ad oggi, infatti, nessun principio attivo fornisce lo stesso livello di idratazione e rimpolpamento che dà questa sostanza, naturalmente presente nel nostro organismo. Sicuramente saprai che i filler sono quei trattamenti di medicina estetica volti a prevenire e contrastare i segni del tempo. A partire dalla disidratazione, l’anticamera delle rughe e della pelle avvizzita.

La Hyaluron pen può essere utilizzata su diverse aree del viso, ma si è dimostrata particolarmente efficace per il rimodellamento delle labbra. Se sogni una bocca da celebrity ma hai paura degli aghi, del dolore o dei costi delle punturine, puoi provare questo strumento. Non garantisce la stessa precisione di un’iniezione con ago, ma la differenza tra il prima e il dopo c’è e si vede.

Come si utilizza la Hyaluron pen

Il meccanismo di funzionamento della Hyaluron pen è molto semplice. La penna è infatti dotata di un caricatore da riempire con un principio attivo iniettabile, che può essere un filler, un rivitalizzante o un lipolitico.

Una volta riempita l’apposita siringa senza ago con la sostanza scelta in base all’inestetismo da trattare, si “arma” il dispositivo agendo sulla leva di carica. Subito dopo, si preme il pulsante di scarico, esercitando pressione sul pistone della siringa, in modo tale da forzare la fuoriuscita del prodotto attraverso un piccolissimo foro.

Il risultato? Attraverso la forte pressione esercitata, l’acido ialuronico, sotto forma di nano molecole, oltrepassa la barriera cutanea senza l’utilizzo di aghi. La pressione della penna è controllata, non c’è il rischio di iniettare in un colpo solo quantità eccessive di prodotto.

La Hyaluron pen può veicolare efficacemente da un minimo di 1 a un massimo di 6-7 unità di prodotto per colpo. Puoi selezionare la quantità da erogare grazie ad una ghiera graduata posta in fondo al dispositivo.

Le siringhe senza ago, fornite vuote e in confezioni singole, hanno una capacità massima di 30 unità di prodotto e vanno riempite con le sostanze da veicolare prima di agganciarle alla ghiera e azionare così il dispositivo.

Cosa c’è da sapere

La Hyaluron pen può andar bene per il trattamento delle donne che hanno la pelle con facilità al sanguinamento. Il pennino, se usato correttamente, riduce il rischio di lividi e gonfiore. Se opterai per il fai-da-te, all’inizio un po’ di prudenza sarà necessaria.

Per ottenere risultati naturali e omogenei, infatti, il filler deve sempre essere veicolato in mini-dosi (e poi massaggiato), verificando ogni volta il risultato e aggiungendo, se serve, piccolissime quantità di principio attivo per volta. In sintesi, evita di “spararti” contemporaneamente troppe unità di prodotto nello stesso punto.

Il trattamento è semplice da effettuare, per un filler labbra ci vogliono all’incirca venti minuti. Non è necessario usare l’anestetico, in quanto non è doloroso. Se preferisci affidarti a mani esperte, sappi che la Hyaluron pen può essere usata sia nei centri estetici che negli ambulatori medici senza particolari restrizioni, in quanto non richiede l’uso di aghi per iniezioni.

Sul web, comunque, ci sono decine di tutorial che spiegano come usarlo, sia in istituto che tra le mura domestiche. L’uso di questo dispositivo è comunque sconsigliato alle donne in gravidanza, alle persone con pelle ipersensibile o con herpes labiale. Di norma, si può usare la Hyaluron pen già a partire dai 20 anni per rimpolpare labbra sottili.

Le donne più mature possono utilizzare questo strumento anche per trattare le famigerate “rughe della marionetta”. Quanto durano i risultati? Dai due ai quattro mesi, come le classiche punturine, se il trattamento viene eseguito correttamente. L’effetto plumping dipende dalla quantità di filler veicolato: più leggero per ridisegnare la forma, maggiore densità per dare volume e sollevamento.

Dove si compra la Hyaluron pen

Questo dispositivo è in vendita sia online che nei negozi specializzati nella fornitura di prodotti per centri estetici. Si va dai modelli low cost, a partire da 30-35 euro, fino ai modelli professionali che costano 170-180 euro.

A ciò vanno aggiunti i ricambi per le siringhe senza ago (45 euro circa) e le fiale di acido ialuronico da nebulizzare (70-100 euro per confezione). In istituto, invece, un trattamento labbra con Hyaluron pen ha un costo compreso tra i 100 e i 200 euro.

Come scegliere l’acido ialuronico

Per rivitalizzare o aumentare il volume delle labbra si utilizza acido ialuronico reticolato con BDDE (etere butanedioldidiglicidico), lo stesso utilizzato in campo medico per le iniezioni con ago. Cambia solo lo strumento di veicolazione.

L’acido ialuronico deve essere necessariamente reticolato e cross-linkato con agenti sicuri come il BDDE, che ne assicura la durata una volta veicolato all’interno delle labbra. Utilizzare un comune acido ialuronico libero, non reticolato, anche in concentrazioni importanti, non assicurerebbe un risultato duraturo. Il prodotto non reticolato, infatti, verrebbe assorbito in circa 24-48 ore.

Hyaluron pen, pro e contro

In ambito medicina estetica l’introduzione della Hyaluron pen è stata accolta con un certo scetticismo. I medici la considerano una valida alternativa alle punturine solo per le pazienti con una reale paura degli aghi. Se invece si ha paura del dolore, suggeriscono, si può chiedere l’anestesia.

Il risparmio economico sarebbe piuttosto limitato e i risultati poco duraturi e non paragonabili a quelli ottenuti con le classiche iniezioni. A ciò si aggiungono i rischi legati al fai-da-te (mancato rispetto delle norme igieniche, ecc.).

Le estetiste non si sono fatte trovare impreparate. Sono proprio loro, in molti casi, a precisare che si possono ottenere risultati soddisfacenti solo se chi esegue il trattamento è una professionista. Quindi, se conosce l’anatomia del viso, l’arte di modellare le labbra e utilizza prodotti sicuri e certificati.



Unghie opache, come ottenere un Matte Nails e colori di tendenza
Lifestyle

Unghie opache, come ottenere un Matte Nails e colori di tendenza

Pennelli trucco, usi e forme
Make up

Pennelli trucco, usi e forme

Braccia morbide le cause e i rimedi per combattere l'effetto «bye bye»
Bellezza

Braccia morbide: le cause e i rimedi per combattere l’effetto «bye bye»

Burrocacao fai da te miele, rimpolpante o aloe vera
Bellezza fai da te

Burrocacao fai da te: miele, rimpolpante o aloe vera

Pedicure curativo fai da te, consigli e prodotti
Bellezza fai da te

Pedicure curativo fai da te, consigli e prodotti

Acconciature capelli sciolti lunghi, lisci o ricci
Hairstyle

Acconciature capelli sciolti: lunghi, lisci o ricci

Makeup leggero per coprire l'acne
Make up

Makeup leggero per coprire l’acne

Depilazione definitiva: uomo, donna e costi
Bellezza

Depilazione definitiva: uomo, donna e costi

Sopracciglia folte rimedi naturali e cura
Bellezza fai da te

Sopracciglia folte: rimedi naturali e cura

Scopriamo insieme quali sono i rimedi naturali per avere delle belle sopracciglia folte e piene e tutti i segreti per la loro cura.

Leggi di più