Capelli biondi corti, i look più belli

Il taglio corto e il colore biondo nelle sue mille sfumature sono i trend di stagione. Scoprite quali sono i look più belli!

Spesso l’arrivo dell’autunno porta con sé anche la voglia di un taglio drastico e, perché no, anche di un cambio di colore. Le tendenze dell’hairstyle per questo autunno 2019 parlano chiaro: il caschetto ha letteralmente dominato le passerelle di tutto il mondo e si prepara a diventare il nuovo super trend dell’autunno inverno 2019/2020. La colpa è soprattutto le più “irriducibili” della chioma lunga, Jennifer Lopez, Kim Kardashian, Naomi Campbell e Monica Bellucci, che recentemente hanno stravolto completamente il proprio look passando al long bob.

Le mille sfumature del biondo

Più in generale, la tendenza dominante è quella delle lunghezze disciplinate da tagli netti e puliti, poco scalati ma che dire del colore? Le mille sfumature del biondo si riconfermano una tendenza imperante per chi vuole donare bagliori luminosi alla propria chioma ed esaltare un colore naturale un po’ troppo spento.. Ecco qui qualche idea per rivoluzionare il vostro look e per i vostri capelli rigorosamente corti e biondi per l’autunno 2019.

Bob e Long bob

Dalla ballerina anni ‘30 Irene Castle all’eroina dei fumetti Valentina creata dalla matita di Guido Crepax, passando per Coco Chanel e Uma Thurman, il caschetto è sempre stato il taglio di capelli per eccellenza. Iconico e senza tempo, si adegua a tutte le età e a qualsiasi forma del viso. Simbolo di emancipazione durante la belle epoque, era sfoggiato dalle donne indipendenti che cominciavano via via a liberarsi delle acconciature pompose e opulente che limitavano la loro libertà. Ma non è mica detto che il caschetto stia bene soltanto alle more, tra le bionde fan del bob da cui prendere ispirazione ci sono Alessia Marcuzzi, Taylor Swift e Lèa Seydoux.


Oggi il caschetto ha subito continue evoluzioni ed è stato spesso rivisitato in chiave asimmetrica ma come abbiamo già detto, le tendenze per l’autunno 2019 vogliono lunghezze pareggiate e tagli netti.

Ma c’è spazio anche per i capelli ricci? Naturalmente sì, e in questo caso, la parola d’ordine è naturalezza. Quindi via libera all’effetto leone che lascia i capelli liberi e ribelli. E per un maggiore effetto volume potete giocare anche con una mini frangia da lasciare rigorosamente morbida e spettinata.

Come Fantaghirò

Taglio da paggetto o a scodella. In qualsiasi modo vogliate chiamarlo, questo hairstyle non può che riportarci alla mente l’eroina della serie cult anni ’90 Fantaghirò, interpretata da una giovanissima Alessandra Martinez. Altro non è che una versione ancor più minimalista del bob ma con lunghezze che non superano i lobi.

Per anni è stato considerato un taglio esclusivamente maschile ma nell’ultimo periodo ha letteralmente spopolato sulle passerelle di tutto il mondo. Persino la bionda l’attrice Charlize Theron si è lasciata conquistare da questo taglio e recentemente ha postato su Instagram una foto che la ritrae di profilo con un taglio a scodella perfettamente simmetrico davanti e sfumato sulla nuca.

Mullet

Un altro balzo nel passato, questa volta nei favolosi anni ’80 quando David Bowie incendiava i concerti con una capigliatura tutta particolare: corti e sfilati sul davanti, lunghi e spettinati nella parte posteriore. Oggi questo taglio di capelli è stato riportato in auge dall’attrice spagnola Ursula Corbero, protagonista della fortunatissima serie Netflix La casa di carta in cui interpreta Tokyo, giovane criminale bellissima e spietata.

Il taglio Mullet è preso in prestito dall’era del punk e gioca sull’asimmetria tra le lunghezze, spesso combinate insieme in una vera e propria scala: rasati ai lati, corti sulla sommità del capo con piccoli ciuffi che cadono ribelli e spettinati e infine con una lunghezza variabile sulla nuca che può scendere dalla base del collo fino addirittura alla schiena. Questo haircut così particolare offre però molti spunti di personalizzazione e di styling.

Una volta fatto il punto sulle ultimissime tendenze per i tagli di capelli 2019, passiamo alle diverse sfumature di biondo da abbinare ad un taglio super corto.

Parola d’ordine: schiarire con metodi e tecniche sempre nuove, studiate per preservare il più possibile la salute del fusto senza indebolire o sfibrare le lunghezze. Dal balayage al degradé, dall’ombré ai colpi di sole, a seconda della base di partenza è possibile esplorare tutta la gamma dei biondi fino a portare i capelli all’estremo biondo platino, bramato e desiderato fortemente da tutte le amanti del biondo.

Dirty Blonde

Da sempre è una perfetta via di mezzo tra il castano chiaro e il biondo e rappresenta una buona soluzione per chi vuole passare gradualmente da un colore più scuro ad un biondo chiaro, magari addirittura platino. L’icona di stile di riferimento è Bella Hadid che recentemente ha mostrato su Instagram il ritorno al suo colore naturale, un castano chiaro cenere con riflessi biondi.

Certo è che il “biondo sporco” fa impazzire proprio tutte. Se non siete tra le fortunate che si sono ritrovate a fine estate con una chioma naturalmente baciata dal sole, potete fare riferimento al vostro parrucchiere di fiducia cominciando a schiarire in maniera graduale e il più naturale possibile.

Toasted coconut

L’ultima frontiera del biondo artificiale sarà la gioia di chi non vuole essere schiava della ricrescita correndo dal parrucchiere ogni mese. Attraverso un processo di schiaritura graduale si parte da una radice piuttosto scura lasciata a vista che può essere un castano da chiaro a medio, per arrivare ad un biondo latte sulle punte senza un colore di transizione ma con una sfumatura che risulti il più naturale possibile.

Con questa colorazione è possibile giocare sui contrasti, alternando diverse temperature. Più calda sulle radici per sfumare in un biondo ghiaccio sulle lunghezze.

Icy Platinum

Dimenticate il biondo della divina Marylin Monroe, il platino come lo intendiamo oggi è talmente glaciale da virare quasi all’argento. Un colore appariscente e originale che di certo non vi lascerà passare inosservate. Ma c’è anche un’altra faccia della medaglia: tutti i tipi di biondo è forse il più difficile da portare perché al contrario di altre colorazioni non si adatta a tutte le carnagioni. L’icy platinum richiede una pelle diafana, un sottotono di pelle neutro o freddo e una radice già molto chiara. Inoltre, questa tinta ha bisogno di cure mirate e costanti con frequenti impacchi idratanti e nutrienti. I capelli decolorati infatti, tendono a seccarsi molto più facilmente rispetto agli altri.

Ti potrebbe interessare anche

Hairstyle

Capelli raccolti: i look a cui ispirarsi

Hairstyle

Grassi, sottili o trattati? Fai splendere i tuoi capelli ad ogni età

Accessori per capelli: 3 must dell'autunno
Hairstyle

Accessori per capelli: 3 must dell’autunno

Tendenza colore capelli: cosa andrà di moda in autunno?
Hairstyle

Tendenza colore capelli: cosa andrà di moda in autunno?

Estate e capelli ricci, tutti i tagli
Hairstyle

Estate e capelli ricci, tutti i tagli

5 hair look perfetti per il mare
Hairstyle

5 hair look perfetti per il mare

Capelli tinti e sole, come proteggerli in estate
Hairstyle

Capelli tinti e sole, come proteggerli in estate

Onde da spiaggia
Hairstyle

Onde da spiaggia: le piastre da viaggio per avere capelli naturali ma sempre perfetti

Carbossiterapia: benefici, risultati, costo e controindicazioni
Skincare

Carbossiterapia: benefici, risultati, costo e controindicazioni

La carbossiterapia è un trattamento utilizzato per contrastare i segni dell’invecchiamento e gli inestetismi della pelle. Ecco come funziona, quali sono i costi, i benefici e le controindicazioni.

Leggi di più