Come prolungare l’abbronzatura

Qualche semplice trucco per mantenere il bel colorito raggiunto durante le vacanze anche al ritorno a casa

tre

Abbronzatura perfetta

Ogni estate la stessa storia. Con grande impegno e fatica riusciamo ad avere un’abbronzatura perfetta e poi, in breve, brevissimo tempo, il colore sparisce. Con qualche piccolo trucco, però, possiamo evitare il peggio e mantenere più a lungo la nostra abbronzatura.

Cosa mangiare

Una corretta alimentazione e idratazione possono aiutare a prolungare l’abbronzatura. A confermarlo un sondaggio del Centro Studi MDM Group realizzato in collaborazione con 25 medici estetici e 25 estetiste. Secondo il 31% del campione (600 donne tra i 18 e i 55 anni) è importante un’alimentazione ricca di vitamine e acqua sia alla prima esposizione che dopo, al rientro dalle vacanze. Questo per favorire il ricambio cellulare ed evitare secchezza e macchie della pelle. Gli alimenti più ricchi di vitamine e acqua sono frutta e verdura. Tra questi, preferite carote, pomodori, peperoni, zucche, zucchine, meloni, albicocche e pesche, che hanno inoltre un alto contenuto di betacarotene, naturale stimolatore di melanina.
Importanti per la salute della nostra pelle, da cui dipende anche il colore prolungato, sono poi gli alimenti ricchi di antiossidanti, come l’olio d’oliva e la frutta secca.

Ossigenoterapia

Secondo il sondaggio del Centro Studi MDM Group, il 24% dell’intervistate pensa che trattamenti specifici possano aiutare a raggiungere e a mantenere un’abbronzatura perfetta. Utile a questo scopo è il Dermal NoAge di Dermal Institute, brand di MDM Group, perché, aumentando l’apporto di ossigeno ai tessuti, rivitalizza e rinnova la pelle in poche sedute. Questo significa un rallentamento del processo di invecchiamento cutaneo e una tintarella più duratura.

Prolungare l'abbronzatura
Attenzione ai prodotti

Per prolungare l’abbronzatura è necessario fare attenzione ai prodotti che si usano, lo conferma il 15% del campione del sondaggio di MDM Group. Eliminate creme, latte detergenti e bagnoschiuma troppo aggressivi, che potrebbero causare secchezza. Usate ogni giorno una crema idratante e, durante il periodo della tintarella, un doposole. Può essere importante utilizzare un olio per il corpo prima della doccia (da preferite al bagno) così da proteggere la pelle dall’azione disidratante del calcare contenuto nell’acqua.
Può sembrare un controsenso, ma uno scrub due volte alla settimana sul corpo e sulla zona decolletè è un altro dei segreti di una perfetta e duratura abbronzatura. Servirà a rigenerare la pelle e a uniformare il colorito.

Abbronzatura e rughe

Come fa notare l’Ad di MDM Group Federico Montanari, meglio non esagerare. L’abbronzatura non è altro che una reazione di difesa della pelle ai raggi solari e deve essere una fase «transitoria, non permanente», sottolinea Montanari. Una pelle continuamente sollecitata, perderà prima elasticità, invecchierà e potrebbe anche ammalarsi. Sole sì, ma nel modo giusto.


Vedi altri articoli su: Protezioni Solari e Abbronzanti | Skincare |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *