Seitan fatto in casa

Gli ingredienti principali sono solo due: farina e acqua. Ci vuole un po' di pazienza, ma il risultato è sorprendente!

05/11/2014

Sommario

Gli ingredienti principali sono solo due: farina e acqua. Ci vuole un po' di pazienza, ma il risultato è sorprendente!

Tempo di preparazione:
2 ore
Tempo di cottura:
1 ora 30 minuti
Quantità:
600 g di seitan

Ingredienti Ricetta

  • Farina manitoba 1 kg
  • Acqua 650 g
  • Carota 1
  • Cipolla 1
  • Costa di sedano 1
  • Aromi qb
  • Salsa di soia 2 cucchiai
  • Sale e pepe qb

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 g
  • Calorie 155 kcal
  • Grassi 1,5 g
  • Carboidrati 10 g
  • Zuccheri 1 g
  • Fibre 2 g
  • Proteine 22 g

Il Seitan è un alimento derivato dalle farine ricche di glutine che, essendo un concentrato di proteine vegetali, è un valido sostituto di quelle animali per coloro che, per ragioni diverse, non volessero farne uso. E’ anche conosciuto come carne di grano e orami si trova in commercio con molta facilità.

L’idea di poterselo preparare da sè, in casa, potrebbe sembrare strana o difficoltosa, in realtà la ricetta non è complessa, richiede solo un po’ di pazienza.

L’ingrediente di partenza è infatti la farina, meglio se la Manitoba,, appunto ricca di glutine. Questa va impastata con l’acqua fino ad ottenere un composto simile a un impasto per pane. Questo impasto va poi messo in ammollo e lavato diverse volte in modo da eliminare l’amido mantendo solo la sostanza proteica. E’ questa l’anima del notro seitan, che verrà cotto in un brodo ricco di aromi e spezie che conferiscono alla carne vegetale un sapore unico e caratterisitico.

Dalla tradizione culinaria giapponese ecco che la ricetta del seitan arriva fino alle nostre cucine, pronta per servire in tavola una pietanza alternativa e rispettosa della natura, che ha tutte le proteine della carne senza però i suoi grassi saturi.


Leggi anche: Seitan fatto in casa: ricetta facile con il Bimby

 

 

 

 

Preparazione

  1. Versate nell’impastatrice la farina e l’acqua e impastate per circa 10 minuti ottenendo un impasto simile a quello per il pane.
    Mettete l’impasto in una ciotola di acciaio, copritelo completamente con acqua tiepida e lasciatelo riposare per un tempo che va dalle 2 alle 8 ore.
  2. Durante il riposo preparate il brodo in cui andrà cotto il seitan: versate 2.5 litri di acqua in una pentola capiente, aggiungetevi un mazzetto di aromi, un cucchiaino di sale, pepe, la carota, la cipolla e il sedano. Portate a bollore e aggiungete anche la salsa di soia. Fate sobbollire per 1 ora almeno. Quindi spegnete e tenete al caldo.
  3. Scolate il panetto dall’acqua e lavoratelo un poco quindi lavatelo per mantenere il glutine eliminando l’amido.
    Mettete l’impasto in uno scolapasta e lavatelo sotto acqua corrente per diverse volte fino a che l’acqua non risulterà trasparente. Durante questa fase, l’impasto va strizzato tra le mani e bisogna alternare getti di acqua calda con getti di acqua fredda.
    Otterrete un composto dalla consistenza spugnosa.
  4. Mettete l’impasto sul tavolo e dategli la forma di un cilindro (come per il polpettone).
    Mettetelo su un canovaccio pulito, chiudetelo e legatelo con dello spago da cucina.
  5. Mettete il seitan nel brodo caldo e fatelo cuocere per 90 minuti circa a fiamma bassa.
    Scolate il seitan, eliminate il canovaccio e fatelo riposare per 15 minuti, quindi tagliatelo a fette e servitelo oppure utilizzatelo per preparare arrosti, spezzatini, cotolette, ecc.