Ricette

Risotto alla marinara

Saporito e leggero, da veri gourmet

Il risotto alla marinara è un primo piatto di pesce classico e caratteristico della nostra cucina italiana: ce ne sono svariatissime versioni e infinite declinazioni. Si potrebbe dire senza difficoltà che ogni regione che si affaccia sul mare e ogni isola abbia la sua ricetta perfetta!

Una cosa però è certa e comune a tutte: il risotto alla marinara è un ottimo, delizioso e delicato piatto baciato dal sole! Accompagnato da un buon bicchiere di vino bianco sa far raggiungere alle nostre papille gustative un tasso di piacevolezza molto elevato e un appagamento unico tipico dei veri buongustai!!

La preparazione di questa pietanza è un po’ lunga e richiede una accurata scelta del pesce da utilizzare che deve essere freschissimo: certo non si può dire sia un piatto economico, ma ogni tanto uno sfizio gourmet possiamo e dobbiamo davvero concedercelo tutti!

  • Resa: 4 Persone servite
  • Preparazione: 45 minuti
  • Cottura: 40 minuti

Ingredienti

  • 350 grammi riso vialone nano
  • 1 scalogno
  • 1 bicchiere vino bianco
  • 1 kilogrammo cozze spazzolate e pulite
  • 500 grammi vongole lasciate a mollo in acqua fredda per qualche ora
  • 400 grammi code di gambero sgusciate
  • 4 calamari puliti e tagliati a rondelle
  • 400 grammi pomodori pelati
  • 2 spicchi d’aglio
  • sale e pepe
  • olio extra vergine d’oliva
  • prezzemolo tritato
  • 500 grammi brodo

Preparazione

  1. Dedicatevi prima di tutto alla cottura di cozze e vongole.
    Mettete uno spicchio d’aglio in una capiente pentola a bordi alti insieme a due cucchiai di olio. Fate rosolare 1 minuto e disponetevi le cozze e le vongole e aggiungete un goccio di vino. Coprite con un coperchio e fate cuocere su fiamma media per qualche minuto fino a che vedrete che tutte le cozze e le vongole si saranno aperte. Scuotete il tegame e spegnete la fiamma. Tenete da parte un padio di cozze e tre vongole a testa e sgusciate tutte le altre. Tenetele su un piatto e filtrate il liquido di cottura attraverso un colino conservandolo.
  2. Passate i pomodori pelati al passaverdure ottenendo una polpa.
  3. Tritate finemente lo scalogno e fatelo rosolare in una padella.
    Salate e aggiugete i pomodori e fate cuocere per 5 minuti.
    Aggiungete i calamari a rondelle e fateli cuocere per altri 10 minuti.
  4. A parte, in una padella per risotti fate rosolare 1 spicchio di aglio in 2 cucchiai di olio. Eliminate l’aglio e aggiungete il riso. Fatelo tostare 2 minuti, quindi sfumate con il vino. Aggiungete la polpa di pomodoro con i calamari e unite 1 mestolo di brodo.
    Fate cuocere per 10 minuti.
  5. Aggiungete ora le cozze, le vongole e i gamberi. Mescolate e unite il liquido di cottura filtrato e conservato in precedenza.
    Portate a cottura il risotto per gli ultimi 5-6 minuti, mescolando spesso aggiungendo del brodo se dovesse risultare asciutto.
  6. Regolate di sale e pepe, unite in ultimo il prezzemolo tritato e servite ben caldo guarnendo i singoli piatti con le cozze e le vongole non sgusciate che avete tenuto da parte.


Come cucinare il salmone
Consigli di cucina

Come cucinare il salmone

Cornetti fatti in casa
Ricette Dolci e Dessert

Cornetti fatti in casa: ricetta facile e buona come al bar

Turon ricetta degli involtini di banana
Ricette Dolci e Dessert

Turon, la ricetta degli involtini di banana

Scaloppine al vino bianco con carciofi
Ricette Secondi Piatti

Scaloppine al vino bianco con carciofi

Torta cedro e mandorle con il Bimby
Ricette con il Bimby

Torta cedro e mandorle con il Bimby

Budino al cioccolato bianco senza colla di pesce
Ricette Dolci e Dessert

Budino al cioccolato bianco senza colla di pesce

Polpettone di verdure senza patate
Ricette Piatti Unici

Polpettone di verdure senza patate

Bastoncini di tofu al forno
Ricette vegane

Bastoncini di tofu al forno

Purè di patate senza latte
Ricette vegane

Purè di patate senza latte, una ricetta vegana

Ecco tutti i consigli per ottenere un buon purè di patate in stile vegano. Da come si prepara il brodo vegetale a quali patate scegliere. E poi la ricetta.

Leggi di più