Pesto di rucola

Pesto di rucola

Molto simile alla ricetta del pesto alla genovese, ma con un retrogusto leggermente amarognolo, tipico della rucola, questo pesto è semplicissimo da realizzare.

-
03/06/2019

Sommario

Molto simile alla ricetta del pesto alla genovese, ma con un retrogusto leggermente amarognolo, tipico della rucola, questo pesto è semplicissimo da realizzare.

Tempo di preparazione:
5 minuti
Quantità:
400 grammi di pesto

Ingredienti Ricetta

  • Rucola 100 grammi
  • Parmigiano reggiano 50 grammi
  • Pecorino 50 grammi
  • Olio evo 150 grammi
  • Sale fino 5 grammi
  • Pinoli 50 grammi
  • Spicchio daglio 1

Versatile, fresco e cremoso: è il pesto di rucola, un’alternativa light al tradizionale – parimenti gustoso – pesto alla genovese. Tra le salse verdi perfette da spalmare su un crostino di pane insieme ad altri topping golosi, il pesto di rucola è una ricetta semplicissima da realizzare e salverà le vostre cenette in compagnia.

Pochi sanno che il pesto di rucola può essere anche una salsa vegana, sostituendo il Parmigiano Reggiano previsto nella ricetta o eliminandolo del tutto. Che funga da condimento a un buon piatto di pasta, presentato in combo con un secondo di carne o mangiato affondando un cracker come la salsa guacamole, ecco la ricetta del pesto di rucola e perché, una volta scoperto, non potrete più farne a meno.

Se volete optare per un pesto di rucola in versione vegana, provate a eliminare il Parmigiano e il Pecorino e a optare per le noci. Vi basterà tostarne circa 50 g in padella perché diventino ancora più croccanti e aggiungerne un po’ per guarnire il vostro piatto di pasta con pesto di rucola. Il pesto di rucola è estremamente versatile: perfetto quindi come ripieno di torte e girelle salate, se non sapete come usare il pesto di rucola provatelo con la pasta, ma anche con gli spaghetti di zucchine per un primo piatto povero di carboidrati, ma ricco di gusto, oppure con i tortelli verdi per una ricetta davvero gourmet.


Leggi anche: Pesto genovese con il Bimby

Il pesto di rucola si conserva per 2-3 giorni in frigorifero, in un barattolo chiuso ermeticamente e ben coperto da uno strato di olio. In alternativa si può congelare in vasetti di piccole dimensioni, per poi scongelarlo in frigorifero oppure a temperatura ambiente. Al momento di mischiarlo con la pasta, potrete ammorbidirlo mescolandolo con qualche cucchiaio di acqua di cottura.

Consiglio. Se volete, potete usare la rucola selvatica per avere un sapore ancora più forte. Importante: come il pesto classico, anche questo non vai mai scaldato per non perdere sapore e freschezza.

Preparazione

Lavare molto bene la rucola, asciugarla e metterla nella tazza di un mixer.

Aggiungere anche i pinoli, il Parmigiano reggiano e il pecorino.

Unire lo spicchio di aglio intero sbucciato e il sale.

Aggiungere a questo punto una piccola parte dell’olio d’oliva.

Cominciare a frullare a bassa velocità il tutto e, mano a mano, aggiungere il restante olio d’oliva a filo.

Fino a ottenere una crema ben amalgamata e fluida.

Giovanna Maggiori
  • Scrittore e Blogger