Maionese fatta in casa

Salsa antica e famosissima, la maionese è la salsa fredda per eccellenza: pochi piccoli trucchi permettono di produrla in casa senza fallire! Vediamo insieme come fare

La maionese, una delle più famose, se non la più famosa salsa fredda. Versatile e gustosa, può essere usata per guarnire o condire un piatto raffinato o anche semplicemente spalmata su crostini.

Il suo nome, che deriva dal francese mayonnaise, ha alle spalle una conquista territoriale: l’isola di Mahon, nelle Baleari che nel 1756 venne strappata dai francesi al dominio inglese. Il cuoco del dica di Richelieu, per festeggiare l’impresa, la inventò proprio nella cena della conquista!

Questa salsa, sebbene non sia leggera (100 grammi apportano, infatti, 780 calorie) ha un gusto unico, inimitabile e, se preparata in casa, ancora più speciale!

Sfatiamo allora il mito che la sua preparazione sia difficile ! Basta tenere a mente pochi, piccoli trucchi:

1. Gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente

2. Le uova devono essere freschissime

3. Gli strumenti utilizzati puliti e ben asciutti

4. Non bisogna avere fretta!

Solo così sarete certi che la mionese non impazzisca (cioè che gli ingredienti invece che amalgamasi si suddividano).

La maionese si può preparare sia con la frusta a mano, che con quelle elettriche e persino nel frullatore. La versione base che vi presento oggi è la più comune e rapida e prevede come strumento lo sbattitore elettrico.

Ingredienti

  • 4 tuorli d’uovo
  • 500 grammi olio di oliva
  • 1 cucchiaio aceto
  • succo di limone
  • sale e pepe

Preparazione

  1. Mettete i tuorli a tempratura ambiente in una ciotola, unitevi l’aceto, un pizzico di pepe e uno di sale. Iniziate a lavorare i tuorli con lo sbattitore elettrico aggiungenedo, a filo, l’olio senza mai smettere di sbattere fino a che la salsa avrà preso volume.
  2. Lavorate fino a che l’olio sarò stato tutto assorbito. Aggiungete allora il succo di mezzo limone e, se necessario, aggiustate di sale.
  3. Conservate in frigorifero coperta da pellicola per un massimo di 5 giorni.


Vedi altri articoli su: Consigli di cucina | Fatto In Casa |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *