Involtini di verza con salsiccia e scamorza

Ecco un secondo piatto sfizioso, la realizzazione è molto semplice ed è possibile prepararli in anticipo e riscaldarli al momento del servizio in tavola.

13/05/2018

Sommario

Ecco un secondo piatto sfizioso, la realizzazione è molto semplice ed è possibile prepararli in anticipo e riscaldarli al momento del servizio in tavola.

Tempo di preparazione:
20 minuti
Tempo di cottura:
30 minuti

Ingredienti Ricetta

  • Verza grandi 8 foglie
  • Olio evo 5 cucchiai
  • Salsiccia 400 grammi
  • Parmigiano grattugiato 20 grammi
  • Uova 2
  • Cipolla 80 grammi
  • Vino bianco 40 ml
  • Pangrattato 20 grammi
  • Scamorza 80 grammi
  • Sale qb

Gli involtini di verza con salsiccia e scamorza sono un secondo piatto sfizioso, la realizzazione è molto semplice ed è possibile prepararli in anticipo e riscaldarli al momento del servizio a tavola.

L’abbinamento verza e salsiccia è un classico della cucina del nord Italia. A partire dal tradizionale risotto con verza e luganega del Veneto, fino alla cassoeula o alle verze e salsiccia in padella della Lombardia. Gli involtini di verza hanno, invece, origini centro-europee, ma vengono preparati anche a Milano, dove prendono il nome di “Polpett de verz”.

Questa ricetta degli involtini di verza alla salsiccia, può essere anche rivisitata aggiungendo della passata di pomodoro e della fontina (al posto della scamorza), per rendere il ripieno filante e ancora più goloso. Si può anche sostituire la fontina con un altro formaggio, non troppo acquoso, come provola o asiago.

Per pulire facilmente la verza senza rompere le foglie, vi consigliamo di eliminare prima il torsolo inferiore, poi di passarle sotto l’acqua corrente: in questo modo le foglie si apriranno più facilmente e non dovrete applicare forzature, rischiando di romperle.


Leggi anche: Zuppa di verza con polpettine

Scegliete le foglie più grandi e resistenti per formare le falde dei vostri involtini. Potete preparare questo delizioso secondo piatto di carne in occasione di una cena tipica, insieme al risotto alla milanese tradizionale o al salto.

Preparazione

Lavare con attenzione le foglie di verza avendo cura di non romperle o danneggiarle.

Adagiarle in una pentola e versare all’interno un paio di bicchiere d’acqua. Portare a bollore e far cuocere per tre minuti.

Alla fine devono essere morbide, intere e ancora resistenti da poter essere maneggiate. Non girarle mai nella pentola! Scolarle e metterle ad asciugare su della carta assorbente da cucina.

Farle completamente raffreddare.

Versare in una padella antiaderente due cucchiai d’olio e la salsiccia sbriciolata, dopo aver eliminato il budello.

Porre su un fuoco medio-basso e cuocere per cinque minuti girando spesso e continuando a frantumare la salsiccia.

Versare la salsiccia in una ciotola e attendete cinque minuti che si freddi.

Aggiungere il parmigiano grattugiato, il pangrattato e le uova leggermente sbattute.

Mischiare bene in modo da amalgamare tutti gli ingredienti. Tagliare la scamorza a piccoli dadini. Ora si possono comporre gli involtini.

Disporre su un tagliere una foglia di verza alla volta. Mettete al centro di essa un po’ del composto di salsiccia e qualche dadino di scamorza.


Potrebbe interessarti: Verdure di stagione, per i mesi autunnali e invernali

Chiudere la foglia piegandone i lati e formando un pacchetto. Si può bloccare con uno stuzzicadenti o con dello spago da cucina, senza stringere molto.

Pulire sommariamente la padella antiaderente dove si è cotto la salsiccia. Versarvi il restante olio e portarlo a temperatura.

Aggiungere la cipolla tritata finemente e far andare per un paio di minuti. Adagiare gli involtini di verza. Cuocere per due minuti, girarli e cuocere per altri due minuti.

Versare nella padella il vino, abbassare il fuoco al minimo, coprire e cuocere per dieci minuti.

Levare il coperchio, girare di nuovo gli involtini, alzare il fuoco e far cuocere sino a far evaporare i liquidi. Servire in tavola.