Come fare il pane in casa
Consigli di cucina

Come fare il pane in casa

Fare il pane in casa non è difficile ed è un’esperienza meravigliosa. Bastano pochi accorgimenti e un po’ di pratica.

Volete sapere come fare il pane in casa? Vi occorreranno solo 4 ingredienti: farina, acqua, lievito e sale.

Pane fatto in casa: un’antica tradizione

Fare il pane in casa è un ottimo modo per rilassarsi e impegnare il tempo. Basta seguire pochi accorgimenti e avere tanta pazienza per ottenere un pane che non avrà niente da invidiare a quello che comprate giornalmente in panetteria per la vostra famiglia.  Il pane fatto in casa è una preparazione genuina, semplice, per cui occorrono pochi ingredienti e che vi riporterà alle antiche tradizioni. Per realizzare un buon pane fatto in casa, però, ci sono alcuni trucchi da seguire: solo così otterrete un buon risultato.

I trucchi per fare il pane in casa

Come sempre, ogni ricetta ha le sue indicazioni e i suoi trucchi. La verità è che per fare il pane in casa non basta solo mettere insieme gli ingredienti, ma ci sono tante altre cose importanti da sapere e alcuni accorgimenti da seguire. Se volete ottenere un pane morbido dentro e croccante fuori, seguendo una ricetta semplice (ma non veloce), dovete partire da una scelta accurata degli ingredienti e soprattutto prendervi tutto il tempo necessario: preparare l’impasto il giorno prima di infornarlo, per esempio, è il vero segreto per un pane fragrante e morbido allo stesso tempo.

La farina

Il primo segreto per un buon pane fatto in casa è scegliere la farina giusta. La farina è chiaramente l’ingrediente più importante nella panificazione, ma c’è tantissima confusione su come sceglierla. Solitamente in cucina si usa la farina 00, ma in realtà la farina per il pane deve avere una forza glutinica maggiore, altrimenti l’impasto non riuscirà a lievitare correttamente. Le farine migliori per fare il pane sono la farina di tipo 1 e quella di tipo 2, entrambe di elevatissima qualità, in special modo se vengono macinate a pietra; la farina integrale di grano tenero è un altro tipo di farina ottimo per fare il pane a casa, arricchendolo anche di fibre naturali. Altra farina che può essere utilizzata è la manitoba che si usa per fare in modo che la mollica sia alveolata e morbida. Dunque, preferire sempre le farine di tipo 1 e 2, perfette per pane e lievitati complessi: anche se più costose garantiscono un risultato ottimale.

La lavorazione dell’impasto

Il glutine ha bisogno di energia e tempo per distendersi. Se impastate a mano, con una tecnica corretta, sono necessari circa 15 minuti di lavoro, ma le prime volte potrebbe volerci anche più tempo. Un buon metodo per capire se si è impastato abbastanza? Inumidirsi le dita, prendere un pezzetto di impasto e pian piano allargarlo in tutte le direzioni. Se si forma una specie di velo quasi trasparente, allora l’impasto è ben lavorato.

L’idratazione

Una eccessiva idratazione non permette una corretta lavorazione e, a meno che non siate dotate di impastatrici professionali, risulterà difficile lavorare l’impasto se avete messo troppa acqua. Inizialmente riducete l’acqua e soltanto dopo aver ottenuto un pane senza grandi difetti, provate a aumentarla. Lavorando a casa e impastando a mano, un quantitativo di acqua di facile gestione è intorno ai 300 grammi per 500 grammi di farina, ovvero una idratazione al 60%.

La lievitazione del pane fatto in casa

I tempi di lievitazione dipendono dalla grandezza del pane e dal tipo di lievito usato: non bisogna avere fretta. Nel caso di lievito di birra l’impasto va fatto riposare almeno 4 ore, se si usano lievito madre o similari si arriva anche a 12 ore. Il trucco per capire se l’impasto è pronto per la cottura è prelevarne una pallina piccola, sistemarla dentro un bicchiere di vetro e coprirla di acqua fredda: quando la pallina sarà salita a galla, vuol dire che l’impasto è pronto per il forno. Il pane va lasciato lievitare in un luogo asciutto in modo che non si secchi ed è importante che la superficie non si asciughi. Il consiglio è di sistemarlo in un contenitore ricoperto da un canovaccio leggermente bagnato, così da tenere la temperatura sempre costante e dare al pane l’opportunità di formare l’umidità necessaria per la lievitazione.

La cottura

La cottura del pane deve avvenire in forno statico e non in forno ventilato. Dopo aver preriscaldato il forno, bisogna prestare attenzione alla temperatura che non deve essere troppo elevata altrimenti la parte esterna del pane si brucerà troppo velocemente e la parte interna rimarrà invece cruda. Un trucco per ottenere un pane ben cotto è sistemare, in fase di preriscaldamento, un pentolino pieno d’acqua sul fondo del forno. Questo accorgimento vi consentirà di creare all’interno del forno una quantità di vapore che renderà la crosta esterna più croccante. A cottura ultimata, infine, il pane va sfornato immediatamente e messo su una gratella a raffreddare perché altrimenti rischiereste di perdere la croccantezza della crosta esterna.

Una ricetta semplice

La ricetta veloce del pane prevede l’utilizzo di soli quattro ingredienti: farina, acqua, lievito, sale e… tanta pazienza. Stemperate un po’ di lievito di birra secco in un bicchiere di acqua tiepida, circa 200 grammi, con mezzo cucchiaino di zucchero, finché sulla superficie non si formeranno delle piccole bolle. Versatelo lentamente e lavoratelo con 500 grammi di farina di tipo 1 o 2, aggiungendo progressivamente l’altra acqua fino ad arrivare a circa 300-350 grammi di liquido complessivo. Impastatelo rapidamente per almeno 15 minuti. Se avete un’impastatrice ancora meglio, altrimenti usate tutta la forza che avete nelle braccia. Fate lievitare l’impasto e cuocete il pane seguendo i consigli e i trucchi che vi abbiamo spiegato in precedenza. Se volete ottenere un pane ancora più croccante, potete aggiungere dell’olio sulla superficie della pagnotta prima di infornare. Sulla forma da dare al vostro pane scatenate la fantasia: potete suddividere l’impasto in tanti piccoli panini oppure cuocere una pagnotta sola.



Come scrivere sulle torte
Consigli di cucina

Come scrivere sulle torte

Tortini svuota frigo
Consigli di cucina

Tortini svuota frigo

Colazione sana idee e ricette per dimagrire
Consigli di cucina

Colazione sana: idee e ricette per dimagrire

Come conservare i pancake
Consigli di cucina

Come conservare i pancake

Come conservare il lievito di birra
Consigli di cucina

Come conservare il lievito di birra

Salmone surgelato, come cucinarlo
Consigli di cucina

Salmone surgelato, come cucinarlo

Colazione salata, 5 idee
Consigli di cucina

Colazione salata, 5 idee

Come cucinare i carciofi
Consigli di cucina

Come cucinare i carciofi

Pizzette di melanzane al forno
Cosa Cucino Stasera

Pizzette di melanzane al forno

Pizzette di melanzane al forno, una ricetta semplice e veloce che salva la cena e il palato. Gustosa e saporita, sono perfette anche per i bimbi.

Leggi di più