Conservare le erbe aromatiche
Consigli di cucina

Come conservare le erbe aromatiche

L’estate sempre a portata di mano? Scopri come conservare le erbe aromatiche e portare nei tuoi piatti invernali i sapori e gli odori dei mesi estivi

Che sia salvia, prezzemolo, basilico o rosmarino, poter conservare tutto l’anno le erbe aromatiche raccolte durante l’estate (o comprate dalla vostra bancarella preferita) non sarà solo un piacere per l’olfatto, ma anche per i vostri piatti invernali.
Vediamo quindi insieme qualche piccola, semplicissima idea per poter conservare tutto il profumo e il sapore delle erbe aromatiche e come mantenerle al meglio per le vostre preparazioni culinarie delle prossime stagioni.

Conservazione in freezer

Grazie alle bassissime temperature del freezer e all’aiuto di qualche cucchiaino d’olio, conservare le erbe aromatiche sarà davvero molto semplice e pratico, grazie anche alle comode mono dosi con cui suddividerete le diverse specie di piante.

  • Una volta raccolte le erbe aromatiche, suddividetele per tipologia e inseritele negli stampini da ghiaccio (le classiche formelle rettangolari con cui si congela quotidianamente l’acqua).
  • Dividete i cubetti da ghiaccio in diversi settori. Ognuno dedicato all’erba aromatica di vostro gradimento.

Oppure se la vostra cucina comprende spesso un mix di sapori e gusti, potete anche creare dei cubetti di erbe aromatiche miste (comodi per condire piatti come le patate al forno, le verdure grigliate o gli arrosti).

  • Una volta riempiti tutti gli stampi non resta che aggiungere dell’olio di oliva nelle giuste dosi (il liquido deve ricoprire completamente le erbe) e congelare il tutto.
  • Un’alternativa più light e meno saporita è quella di ricoprire e quindi congelare le erbe con acqua naturale.
Erbe aromatice
Per te qualche consiglio per conservare le erba aromatiche e profumare l'inverno
In questo modo avrete ottenuto delle comode monoporzioni di sapori estivi!

Conservazione sott’olio

Un’altro metodo molto utilizzato, soprattutto dalle nostre nonne, è la conservazione sott’olio. Anche in questo caso il procedimento è molto semplice e altrettanto pratico.

  • Raccogli le erbe e detergile sotto acqua corrente.

Per questo tipo di conservazione puoi utilizzare sia i rametti interi che dividere, e quindi usare, solo le foglie (anche a seconda dell’erba aromatica che hai deciso di conservare).

Per conservare più a lungo i tuoi composti scegli un luogo buio e fresco (come ad esempio una cantina o un ripostiglio) e per riconoscerli immediatamente, anche dopo diversi mesi, utilizza delle etichette adesive.
Quest’ultimo accorgimento è l’ideale anche nel caso in cui tu abbia deciso di utilizzare le conserve come pratico regalo home made per le tue amiche appassionate di cucina casalinga.

Suggerimento: Questo tipo di conservazione è ottimo anche per condire i piatti freddi.

Il consiglio in più?
Se vuoi dare più sapore all’olio, e un aspetto più scenografico alle tue conserve, utilizza anche i rametti delle singole erbe aromatiche utilizzate.



Come conservare il lievito di birra
Consigli di cucina

Come conservare il lievito di birra

Salmone surgelato, come cucinarlo
Consigli di cucina

Salmone surgelato, come cucinarlo

Colazione salata, 5 idee
Consigli di cucina

Colazione salata, 5 idee

Come fare il pane in casa
Consigli di cucina

Come fare il pane in casa

Come cucinare i carciofi
Consigli di cucina

Come cucinare i carciofi

Come si fa la besciamella
Consigli di cucina

Come si fa la besciamella

Scorzonera come cucinarla
Consigli di cucina

Scorzonera: come cucinarla

Come conservare le uova sode
Consigli di cucina

Come conservare le uova sode, i nostri consigli

Come conservare le uova sode
Consigli di cucina

Come conservare le uova sode, i nostri consigli

Parte integrante della nostra alimentazione, uno dei modi per cucinare le uova è quello di fare le uova sode, che durano anche un paio di giorni. Ma come conservare le uova sode?

Leggi di più