Come conservare le erbe aromatiche

L'estate sempre a portata di mano? Scopri come conservare le erbe aromatiche e portare nei tuoi piatti invernali i sapori e gli odori dei mesi estivi

Conservare le erbe aromatiche
Scopri come conservare le erbe aromatiche e dare un tocco in più ai tuoi piatti invernali

Che sia salvia, prezzemolo, basilico o rosmarino, poter conservare tutto l’anno le erbe aromatiche raccolte durante l’estate (o comprate dalla vostra bancarella preferita) non sarà solo un piacere per l’olfatto, ma anche per i vostri piatti invernali.
Vediamo quindi insieme qualche piccola, semplicissima idea per poter conservare tutto il profumo e il sapore delle erbe aromatiche e come mantenerle al meglio per le vostre preparazioni culinarie delle prossime stagioni.

Conservazione in freezer

Grazie alle bassissime temperature del freezer e all’aiuto di qualche cucchiaino d’olio, conservare le erbe aromatiche sarà davvero molto semplice e pratico, grazie anche alle comode mono dosi con cui suddividerete le diverse specie di piante.

  • Una volta raccolte le erbe aromatiche, suddividetele per tipologia e inseritele negli stampini da ghiaccio (le classiche formelle rettangolari con cui si congela quotidianamente l’acqua).
  • Dividete i cubetti da ghiaccio in diversi settori. Ognuno dedicato all’erba aromatica di vostro gradimento.

Oppure se la vostra cucina comprende spesso un mix di sapori e gusti, potete anche creare dei cubetti di erbe aromatiche miste (comodi per condire piatti come le patate al forno, le verdure grigliate o gli arrosti).

  • Una volta riempiti tutti gli stampi non resta che aggiungere dell’olio di oliva nelle giuste dosi (il liquido deve ricoprire completamente le erbe) e congelare il tutto.
  • Un’alternativa più light e meno saporita è quella di ricoprire e quindi congelare le erbe con acqua naturale.

Erbe aromatice
Per te qualche consiglio per conservare le erba aromatiche e profumare l'inverno
In questo modo avrete ottenuto delle comode monoporzioni di sapori estivi!

Conservazione sott’olio

Un’altro metodo molto utilizzato, soprattutto dalle nostre nonne, è la conservazione sott’olio. Anche in questo caso il procedimento è molto semplice e altrettanto pratico.

  • Raccogli le erbe e detergile sotto acqua corrente.

Per questo tipo di conservazione puoi utilizzare sia i rametti interi che dividere, e quindi usare, solo le foglie (anche a seconda dell’erba aromatica che hai deciso di conservare).

Per conservare più a lungo i tuoi composti scegli un luogo buio e fresco (come ad esempio una cantina o un ripostiglio) e per riconoscerli immediatamente, anche dopo diversi mesi, utilizza delle etichette adesive.
Quest’ultimo accorgimento è l’ideale anche nel caso in cui tu abbia deciso di utilizzare le conserve come pratico regalo home made per le tue amiche appassionate di cucina casalinga.

Suggerimento: Questo tipo di conservazione è ottimo anche per condire i piatti freddi.

Il consiglio in più?
Se vuoi dare più sapore all’olio, e un aspetto più scenografico alle tue conserve, utilizza anche i rametti delle singole erbe aromatiche utilizzate.


Vedi altri articoli su: Consigli di cucina |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *