Bruschetta toscana o fettunta

La ricetta di un classico della cucina toscana, sfizioso e semplice come il pane e l'olio che davano le nonne per merenda

Si chiama anche fettunta la bruschetta toscana. Già il nome è indicativo e contiene in sé la spiegazione di ciò che ci si accinge a gustare: una fetta di pane toscano, senza sale dunque, abbrustolita su una piastra, sfregata con aglio da calda in modo che ne assorba tutto il profumo e delicatamente irrorata di un ottimo olio extravergine d’oliva toscano.

Ecco svelata la ricetta! Si tratta un cibo povero e semplicissimo, ma, se sceglierete gli ingredienti con attenzione e cura, il sapore rustico di questa bruschetta tipica vi saprà conquistare portandovi indietro nel tempo, quando le nonne per merenda ci preparavano il pane all’olio!

Ma i più esigenti non avranno che da sbizzarrirsi con la fettunta! La sua base così semplice e neutra, permette infatti moltissimi arricchimenti in condimento: c’è allora chi non può fare a meno dei classici pomodori (ancora più saporiti se vengono fatti marinare con aglio, olio e erbe aromatiche per qualche ora), o chi invece riconosce la fettunta solo se viene presentata con il cavolo nero stufato o con un patè di fegatini!

Insomma, c’è davvero solo da pensare a quale gusto si desidera e mettersi ad affettare pane!

 

 

  • Resa: 4 Persone servite
  • Difficoltà:
  • Preparazione: 5 minuti
  • Cottura: 5 minuti
  • Cucina:

Ingredienti

  • 1 filone pane toscano
  • 1 testa aglio
  • olio extra vergine d’oliva
  • sale e pepe

Preparazione

  1. Tagliate il pane toscano a fette spesse (fatene almeno una dozzina).
  2. Ungete una griglia o una piastra e scaldatela bene.
    Fate abbrustolire le fette di pane rendendole croccanti su entrambi i lati per circa 5 minuti.
  3. Sbucciate l’aglio e sfregate abbondantemente tutte le fette di pane calde.
    Irrorate con abbondante olio, salate pepate e servite.


Vedi altri articoli su: Ho fame | Ricette Antipasti | Ricette Estive | Ricette vegane | Ricette vegetariane | Ricette veloci |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *