Uma Wang: la sfilata S/S 2015

Linee morbide, righe, stampe floreali e qualche (pudica) trasparenza: alla settimana della moda milanese la collezione primavera-estate 2015 Uma Wang

Fiori, righe e stoffe leggere e abbondanti: la collezione Uma Wang ss 2015
Fiori, righe e stoffe leggere e abbondanti: la collezione Uma Wang ss 2015
  • Fiori, righe e stoffe leggere e abbondanti: la collezione Uma Wang ss 2015
  • Vestito al ginocchio bicolor / Uma Wang ss 2015
  • Blaze a e pantaloni skinny a righe / Uma Wang ss 2015
  • Blusa e pantaloni llose a righe / Uma Wang ss 2015
  • Lungo vestito a righe / Uma Wang ss 2015
  • Set e satin / Uma Wang ss 2015
  • Vestito lungo morbido con righe asimmetriche / Uma Wang ss 2015
  • Vestito lungo con righe orizzontali nel top e verticali nella gonna, e giochi di trasparenza / Uma Wang ss 2015
  • Linee sinuose e righe che diventano curve: novità Uma Wang ss 2015
  • Semplicissimo l'abito smanicato nero con gonna a campana / Uma Wang ss 2015
  • Abito maniche corte nero / Uma Wang ss 2015
  • Abito smanicato a righe / Uma Wang ss 2015
  • Righe blu e azzurre, una manica sì... l'altra no / Uma Wang ss 2015
  • ABito con motivi floreali / Uma Wang ss 2015
  • Top morbido, pantaloni loose a righe e lungo blazer floreale / Uma Wang ss 2015
  • Vestito corto smanicato floreale / Uma Wang ss 2015
  • Vestito al ginocchio floreale / Uma Wang ss 2015
  • Top e gonna a righe / Uma Wang ss 2015
  • Vestito lungo bicolor / Uma Wang ss 2015

Una moda di concetto ed essenzialità: con la collezione primavera-estate 2015, Uma Wang prosegue la sua ricerca nella direzione che le è più congeniale, e insieme innova.

Uma Wang: una primavera-estate 2015 tra conferme

Perché i tagli e le linee sono in tutto e per tutto quelli che abbiamo imparato a conoscere e che sono divenuti una vera e propria firma per la designer cinese cresciuta professionalmente a Shangai prima e a Londra poi. Morbidi, abbondanti e comodi, tanto negli abiti corti che in quelli lunghi, nelle bluse oversize, negli smanicati, nelle giacche.

… e sperimentazione

Ma pure è vero che in questa ss 2015 le stampe e i tessuti sono un campo di sperimentazione. Per i motivi floreali che fanno capolino da vestiti e giacche, per nuove sinuosità che smussano gli spigoli di una sobrietà che si vuole confortevole, ma non severa. Per le righe, “tema” già ampiamente frequentato dalla Wang e divenute ancor più oggetto di studio in questa collezione ss 2015, capaci quasi di dettare da sé i centimetri e la consistenza delle stole che dolci scendono sul corpo, o di stupire come nell’abbinamento blazer-pantaloni (insolitamente) skinny.

Trasparenze

E, pure, per le trasparenze, che giocano col le stoffe. Condotte nei toni più chiari, in un gioco di vedo-non vedo con il satin giustapposto che pare un continuo sfuggirsi e rincorrersi, desiderato e pudico e ancor più, desiderato perché pudico.

Quanto all’ispirazione, l’Oriente non manca, col suo bagaglio di emozioni, ricordi e sensazioni. ma la collezione sa ammiccare decisa anche a occidente, e un vintage occidentale. Forse anche, almeno in parte, per l’amore che Uma Wang porta in particolar modo proprio a Milano e all’Italia. Dove avviene più di metà della lavorazione dei suoi capi, e dove, racconta, è sempre contenta di andare in scena.

 

Photo credits: Pier Marco Vacca / Getty Images

 

 


Vedi altri articoli su: Abbigliamento | Fashion Weeks | Milano Fashion Week | Sfilate |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *