Fausto Puglisi: la sfilata S/S 2015 alla Milano Fashion Week

La collezione primavera-estate 2015 di Fausto Puglisi ricorda i temi cari allo stilista: barocco, geometrie e colori strong. Confermandolo tra i nomi top del panorama fashion internazionale.

Dal lime, all'oro, al rosso, tutto in un solo colpo d'occhio: la collezione SS 205
Dal lime, all'oro, al rosso, tutto in un solo colpo d'occhio: la collezione SS 205
  • Dal lime, all'oro, al rosso, tutto in un solo colpo d'occhio: la collezione SS 205
  • Volumi over per il look in arancio, bianco e nero
  • Grafismi e geometrie in black & white
  • Trafori ad arte per la mini
  • Fantasie a contrasto, pelle, oro: niente da aggiungere
  • E' sorprendentemente delicato l'outift traforato
  • La t-shirt loose? Si porta con la mini trasparente
  • Lime+nero per l'abitino asimmetrico
  • E' un'apparizione, l'abitino in oro e giallo acido
  • Trafori, panneggi e asimmetrie
  • Giochi di contrasti, per un mix sorprendente ma che funziona
  • E' il momento di rilassarsi un po', con l'abito azzurro polvere
  • Ladylike versione 2015
  • Audace, l'abitino con plastron
  • Morbido e avvolgente, il capospalla dalla fantasia doppia
  • Azzardato ma efficace, il mix top orange+gonna in nero e oro
  • Eterogeneità è la parola d'ordine, per questo look firmato Fausto Puglisi
  • Gli intrecci delle bretelle ricordano la fantasia della camicia
  • Pois o rombi? Non serve scegliere, qui si può avere tutto!
  • In questo caso, l'oro ricopre tutto
  • Barocca e potente, la maxi t-shirt sovrasta la gonna pannellata
  • A volte basta la semplicità di un abitino con le maniche traforate
  • Crop top ad alto impatto visivo
  • Semplice ed elaborato: il potere dei contrasti
  • Stampe a contrasto
  • Flash di colore, per il top che fa capolino dalla giacca strong
  • Geometria su geometria, dall'arancio al bianco e nero
  • Anche i pantaloni esigono la stampa geometrica
  • Detail: l'abito svela sandali preziosi
  • Flat ma d'impatto, le ciabattine
  • Lime, il colore della SS15 di Puglisi
  • Gladiators, per una donna dallo stile forte anche quando porta scarpe rasoterra

Fausto Puglisi è cresciuto, e anche piuttosto bene. Quello che è uno tra i più promettenti new name si è evoluto, pur restando fedele a sé stesso: e di sicuro, questa non è un’impresa che riesce a tutti.

Il giovane designer italiano è divenuto famoso dopo una rapidissima ascesa, e sin dal suo esordio, si è sempre dichiarato grandissimo estimatore di Gianni Versace. E sotto alcuni aspetti riesce anche a ricordare lo stilista scomparso nel ’96, perché ad accomunarlo con il suo creativo preferito è lo stile asciutto e poco amante delle romanticherie; molto meglio un bel chiodo e dei plastron dal mood aggressivo.
Così si susseguono impetuosi tocchi cromatici aggressivi, materiali strong, applicazioni e lavorazioni importanti: benvenuti a casa Fausto Puglisi.

Geometrie protagoniste

Anche per la Primavera/Estate 2015 sono le geometrie uno dei temi più cari allo stilista, da utilizzare a ripetizione e sotto ogni aspetto: sono presenti – e anzi, quasi imperanti – nelle stampe, nella costruzione dei capi, nella realizzazione delle silhouette.
Una scelta stilistica che è ormai per Puglisi un vero e proprio tratto distintivo, e la cui presenza si evince a partire dai meticolosi decori dal sapore barocco fino alla struttura con cui sono realizzate le spalle delle giacche, volutamente ampie ed importanti.

La palette cromatica della SS15

Di grande impatto è la scala cromatica che compone questa collezione Primavera/Estate. Il bianco e il nero ci sono, è vero, ma la loro presenza è l’antitesi del minimal: black&white si incontrano in vortici di perfezione grafica, a volte accompagnati da flash arancio. L’oro, altro grande protagonista, tinge in tutta la sua potenza giacche, abiti e gonne. Non mancano poi i tocchi di effervescenza regalati dal lime.

Texture e silhouette

I grafismi sono pressoché onnipresenti, in positivo ed in negativo: perché, quando non sono le fantasie dal sapore optical a presenziare sugli abiti, è la loro assenza regalata da trafori perfetti a dar vita ad elaborazioni geometriche.
I volumi, tendenzialmente ampi, cedono saltuariamente il posto a capi dalle silhouette accostate al corpo femminile. Per il capospalla la tendenza è comunque over, per look dal retrogusto nostalgico.

Le calzature: flat e decò

Il reparto calzature vede prediligere altezze flat a discapito dei tacchi che, pur presenti, cedono il posto ad opzioni meno vertiginose. Ma rasoterra non corrisponde necessariamente a sportivo, e ciabatte e sandali gladiators sono completamente ricoperti di applicazioni sfavillanti, tese a sottolineare il mood aggressivo della collezione.

We love it!

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *