Melissa, plastic dreams

Acclamate dalla stampa di tutto il mondo, collezione dopo collezione, le scarpe brasiliane Melissa rivendicano libertà e voglia di uscire dagli schemi, grazie alle idee innovative di designer internazionali

MELISSA Concept
MELISSA Concept
  • MELISSA Concept
  • MELISSA Concept
  • MELISSA Concept
  • MELISSA Concept
  • MELISSA Concept adv
  • MELISSA Concept
  • MELISSA Concept
  • MELISSA Concept ZAHA HADID
  • MELISSA Fratelli Campana (tableau by AC)
  • MELISSA Fratelli Campana (tableau by AC)
  • MELISSA PEDRO LOURENÇO (tableau by AC)
  • MELISSA Vivienne Westwood (tableau by AC)
  • MELISSA ELISABETH DE SENNEVILLE (tableau by AC)
  • MELISSA Modelli Trippy e Sky (tableau by AC)
  • MELISSA ALESSANDRA AMBROSIO modello divine (tableau by AC)
  • MELISSA modelli Confession e Spider Hits (tableau by AC)
  • MELISSA vari modelli Campana, Lourenco e Divine (tableau by AC)
  • MELISSA modello Prisma e borsa Rifraction (tableau by AC)
Da 30 anni le scarpe brasiliane Melissa sono sinonimo di uno stile sofisticato, snob ed eco-friendly. Dalle  creazioni ad opera di Vivienne Westwood e Jean Paul Gaultier,  il marchio non ha perso la sua identità grazie all’imperativo della plastica profumata abbinata a creatività e carattere. Moltissimi sono i designer che hanno contribuito alla creazione del Melissa dream in plastic, un sogno gommoso e colorato che ha invaso le principali città della moda internazionale con un ventaglio di proposte in continuo aggiornamento.

Dalle ballerine con fiocco Trippy che occhieggiano allo stile Audrey Hepburn, al design irriverente delle scheletrine bicolori (Dance e Spider Hits), passando da modelli anni ’70 (come le zeppe Prism ) o addirittura dalle reinterpretazioni etniche (Melissa Peace III), si arriva alle Dreamingpitonate della blogger Julie Petit, sorridendo per le scarpe da vela Confession II (senza tela) e le sofisticate scarpe da sera vintage (SkySky glitter).

Le ultime pubblicità sono affidate ad attrici  da red carpet come  Katy Perry, Agyness Deyn, Anne Hathaway, Cate Blanchett e Kate Moss, ma la vere star sono i creatori dello stile  che non smentiscono la creatività del brand grazie a linee  capaci di comporre stili diversi.

Scopriamo insieme chi sono gli autori delle collezioni più innovative della stagione.

Figura centrale del movimento punk in Inghilterra negli anni ’70, Vivienne Westwood, è conosciuta come la “regina del punk”, ed entra a far parte della storia di Melissa nel 2008. Le Melissa lady – Dragon IX sono già un oggetto del desiderio e, ogni anno, vengono ripresentate con colori diversi e nuovissimi per la scarpa e il fiocco sovradimensionato sulla punta. Questa volta, la designer ci stupisce con la linea Ultragirl e il grande cuore sul sandalo Harmonic con tessitura di perline.

 

 

 

 

I fratelli Fernando e Humberto Campana hanno disegnato per Melissa diversi modelli che si basano su un complesso gioco d’intrecci e su tonalità neutre, argentate o d’oro. Il primo modello, la Zig Zag del 2005, é ancora tra i modelli più venduti della maison brasiliana. Per la collezione Rainbow di Melissa, nascono nuovi colori per la linea Papel. Le scarpe dei fratelli Campana sono sempre flat e, nelle nuove versioni, sono glitterate. Ne confermano il successo la forte versatilità (sono adatte per la scuola, una serata al cinema, su abiti di lusso e su shorts in jeans) e il design irriverente.

 

Jason Wu é il creatore e realizzatore artigianale di pezzi unici da red carpet. Per Melissa ha curato diverse linee: Artemis (che riprende l’idea del sandalo greco), Jean e Ultragirl (con pizzo stampato) e  Harmonic in due colori con papillon sulla punta e in tonalità happy-go-lucky con fiori stampati.  Queste scarpe riescono ad essere super-semplici (da provare su un vestitino in seta e con coda di cavallo) e al contempo sofisticate (adatte a vestiti in fluo e pizzo).

 


Elizabeth de Senneville è famosa per le sue creazioni anni ’80 come designer della maison Dior. Oggi propone delle particolarissimefrancescane lucide, dall’aria pratica e confortevole, scarpe per chi ha personalità ed è capace di mescolare sapientemente gli stili e le tendenze.

 

Julia Petit è una designer di gioielli francese, consulente di moda e presentatrice del programma ‘Base Aliada’ e conosciuta come cool hunter grazie al famosissimo blog Petiscos. Ha interpretato il Melissa dreamer concept attraverso la collezione di scarpe basse con stampe a pelle di serpente in diversi colori, da abbinare a un blazer nero ed elegante.

Figlio degli stilisti Glória Coelho e Reinaldo Lourenço, Pedro Lourenço ha lanciato la sua prima collezione quando aveva solo 12 anni ed è stato la rivelazione della Paris Fashion Week nel 2010, all’età di 19 anni. Le sue creazioni per Melissa sono fresche e sexy, parole sue. Le linee Divina  e No.1 da lui create per la maison brasiliana non smentiscono: questo ragazzo fa parlare di se e non ce ne libereremo per parecchi anni…

 

 

 

 

La modella Alessandra Ambrósio ha ispirato la collezione Divina del 2012 e ha partecipato alla sua creazione per i modelli invernali, facendo di questa serie un oggetto del desiderio, da indossare con abiti sofisticati.

 

 

 

 


Vedi altri articoli su: Scarpe | Scarpe basse |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *