Mary Katrantzou: la collezione S/S 2015

Fratture levigate e ricami corallini: a ispirare la primavera-estate 2015 di Mary Katrantzou è Pangea

15/09/2014

Viene da lontano, molto lontano, l’ispirazione per la collezione della prossima primavera-estate di Mary Katrantzou. Dal Paleozoico, e non per modo di dire: a suggerire le linee e le stampe della ss 2015 della giovane designer greca sono Pangea, il super-continente di oltre 200 milioni di anni fa, e Panthalassa, il coevo super-oceano.

La Pangea di Mary Katrantzou per la ss 2015

Geologia, tettonica delle placche e divenire della vita, dalle prime creature marine a quelle terrestri: con il suggestivo sottofondo musicale degli islandesi Sigur Ros, alla London Fashion Week la sfilata Mary Katrantzou ss 2015 ha visto susseguirsi silhouette sottili e abiti aderenti come pelle di serpente, sottovesti fatte di tagli e fratture levigati come da acque millenarie, top e pantaloni intrecciati come mangrovie, permeati di ricami che sembrano coralli o disegni corsivi di forme di vita misteriose e aliene.

Palette naturale, linee sinuose

La palette? Ovviamente, a dominare sono i toni naturali: tonalità di marrone, dal sabbia allo scuro al marrone/verde, di blu e azzurro, di bianco. Ma pure lilla, rosso, arancio e giallo.


Leggi anche: Mary Jane: le scarpe intramontabili

Gonne e abiti sono corti e cortissimi, con spacchi notevoli o, al contrario, con lunghi veli trasparenti; le linee sinuose che dominano gli outfit eleganti e seducenti, e non mancano lavorazioni effetto shining, lussuose quanto basta.

Se nella pre-spring 2015 la Katrantzou – poco più che trentenne: classe 1983 – aveva proposto, con una collezione tutta stampe a colori vitaminici e a tema alfabeto, una donna all’insegna dell’allegria e della freschezza, con la ss 2015 della LFW ne esplora il lato più sensuale, scivoloso, femminile. Stampe e texture di raro virtuosismo rimangono il fiore all’occhiello della stilista greca, ma vietato nominarla solo per loro.

Photo credits: Tim P. Whitby / Getty Images