Eleganza e praticità, lo chemisier mette d'accordo tutte

Eleganza e praticità, lo chemisier mette d’accordo tutte

Rappresenta una fusione tra la camicia maschile e un abito femminile, lo chemisier è il capo passepartout e must have che mette d’accordo tutte.

Si dice che la regina di Francia Maria Antonietta lo usasse nei suoi momenti di intimità. Perché? Per sentirsi comoda e senza costrizioni, liberandosi dalla strette e fascianti vesti regali. Nel 1920 circa, la stilista dell’essenzialità Coco Chanel vi dedicò particolare interesse, disegnando e creando dei modelli che potessero adattarsi alle donne lavoratrici. Ma il suo successo più grande avvenne negli anni ’50, quando Dior e Balenciaga elaborarono modelli dalle linee dritte a tunica, completi di cintura e colletto. Stiamo parlando dello chemisier! Nella terminologia della moda, rappresenta un abito da donna dalle linee semplici, abbottonato davanti, con colletto e maniche lunghe o corte e che ricorda le camicie da uomo. Infatti lo chemisier è un capo che nasce dalla fusione tra la camicia maschile e un abito femminile. E si contraddistingue per la sua comodità e praticità. Grazie anche alla sua capacità di mettere d’accordo proprio tutte, oggi è diventato un vero e proprio must have nel guardaroba delle donne.

Il suo punto di forza è la versatilità

Che sia mini, midi o long, l’abito scamiciato si adatta a qualsiasi occasione. Le sue sue mille varianti, può essere elegante e formale oppure casual e chic. Perfetto per affrontare una stressante e impegnativa giornata di lavoro in ufficio in tutta comodità, abbinandolo a ballerine, mocassini o stringate maschili. Può essere indossato anche nel tempo libero con sneaker e slipon per poi diventare super elegante di sera con decollété e slingback dal tacco mini e sandali gioiello. Lo chemisier è adatto anche per la spiaggia, se scelto nei tessuti freschi del cotone e del lino, accoppiato con cappello e borsa di paglia. Comodo e pratico, risolve subito l’indecisione di non sapere cosa mettersi, consacrandosi un capo passepartout e universalmente versatile. Al punto tale da essere scelto da vip, donne dello star system e della politica che lo indossano con disinvoltura anche nelle occasioni più formali che richiedono un dresscode elegante.

Come la First Lady Melania Trump che, in occasione della sua partenza in compagnia del marito Donald Trump nel West Virginia, si dirige verso la macchina presidenziale con indosso un abito chemisier blu notte e cuciture a contrasto, dotato di cintura in vita color cuoio. Invece durante una delle sue tante apparizioni all’uscita dalla White House sfoggia un long chemisier a quadretti bianchi e blu con in vita una cintura larga a fiocco rosso acceso. Sicuramente la bellissima modella e moglie di Trump dimostra di essere un’amante del chemisier, indossandolo ogni volta che ne abbia l’opportunità. Come biasimarla, dato la sua immensa comodità!


Anche la duchessa di Cambridge Kate Middleton, il cui stile raffinato e semplice ha avuto un forte impatto sulla moda e i costumi inglesi, sceglie lo chemisier tra i suoi abiti passepartout. Soprannominata anche come “la regina del riciclo”, impossibile dimenticare il suo abito firmato Alessandra Rich a pois bianchi e sfondo blu e colletto e polsini a contrasto bianchi, indossato per la seconda volta in occasione di un evento a Bletchley Park il 14 maggio 2019. Lo stesso modello venne poi indossato anche da Ivanka Trump, dall’attrice di Sex and the City Sarah Jessica Parker e da Abigail Spencer.

Sta bene a tutte

Detto anche scamiciato, oltre ad essere un capo versatile, è comodo e soprattutto sta bene a tutte. Infatti, grazie al suo taglio non aderente, riesce a camuffare anche le forme più morbide, slanciando al contempo la silhouette visto la sua peculiarità di essere costituito da un pezzo unico.

Per tutti i gusti

Esistono varie tipologie di chemisier o abito scamiciato. Da quelli di lunghezza midi, più consono per uno stile bon ton e discreto da abbinare con scarpe basse chiuse o con sandali in cuoio dall’effetto molto fashion, ai modelli corti adatti a chi vuole osare e sentirsi sexy. Indossanto con comode e basse slingback o sandali raso terra. Alcune tipologie di chemisier presentano un fiocco o una cintura in vita e perfino un colorato foulard, come quelli lunghi fino ai piedi con grandi spacchi laterali che lasciano intravedere le gambe. Ancora più chic se scelti nel frusciante tessuto della seta dai colori nero e pastello. Per le bellezze curvy l’ideale è lo scamiciato a portafoglio da sfoggiare con mini bag e pochette e con sabot ai piedi.

Chi è amante dei colori, può scegliere degli abiti a camicia con stampe e fantasie variopinte, ma anche a righe, a fiori, a pois e a quadretti. Per le più sobrie invece, vi sono tantissime tipologie in tinta unita, come quelli bianchi o azzurri, senza dimenticare il denim per un outfit super cool da completare con ballerine e borsa a tracolla e, magari, anche con un bel cappello a falda larga dai colori neutri per uno stile da turista chic.

Gli stilisti ne vanno pazzi

Nel tempo, questo capo dalla versatilità universale ha affascinato gli stilisti delle più importanti maison di moda, come Givenchy. Che propone un chemisier oversize di cotone color carta da zucchero e uno più corto con maniche corte e cinture a contrasto. Invece, l’azienda di alta moda Versace punta tutto su un modello con estrose stampe barocche dallo stile wild e savage.

A testimonianza del fatto che l’abito scamiciato sia alla portata di tutte, anche i brand della moda fast fashion hanno realizzato tantissimi modelli di questo capo must have. Zara propone un modello long in fresco lino con maniche lunghe e ricami, dotato di cintura con fiocco e con finitura con nappe. Sempre il brand lowcost Zara vende nei suoi negozi un vestito scamiciato con collo a reverse e scollo a V. H&M lancia il modello di chemisier in denim. Mentre Mango realizza un modello scampanato midi in misto cotone e senza maniche, con cintura in vita, dallo stile bon ton.



Abbigliamento

I completi in stile maschile tornano alla ribalta

Inverno in tweed, i pezzi must have
Abbigliamento

Inverno in tweed, i pezzi must have

Non avete ancora una gonna in pelle? Prendetela ora!
Abbigliamento

Non avete ancora una gonna in pelle? Prendetela ora!

Second-hand fashion tutti i benefici
Abbigliamento

Second-hand fashion tutti i benefici

Il colore lavanda sarà il colore dell'inverno
Abbigliamento

Il colore lavanda sarà il colore dell’inverno

Abbigliamento

Quali colori indosseremo nell’autunno inverno 2019/2020?

Abbigliamento

5 look da sfoggiare in autunno

Abbigliamento

Coprire le gambe ma non troppo: i modelli delle gonne di tendenza

Milano Fashion Week 2019: le tendenze
Fashion Weeks

Milano Fashion Week 2019: le tendenze da aspettarsi

Dal 17 al 23 settembre, la Milano Fashion Week 2019 porta in passerella le tendenze della Primavera/Estate 2020. Cosa c’è da aspettarsi?

Leggi di più