Abiti da sposa corti: le proposte più belle

Per il tuo Sì vorresti indossare un abito corto, ma non vuoi rinunciare all'eleganza? Ecco per te tanti consigli preziosi e una ricca gallery degli abiti più belli del 2016.

Abito da sposa corto Alessandra Rinaudo - Collezione 2016 - Modello Tamara
Abito da sposa corto Alessandra Rinaudo - Collezione 2016 - Modello Tamara
  • Abito da sposa corto Alessandra Rinaudo - Collezione 2016 - Modello Tamara
  • Abito da sposa corto - Collezione 2017 Alessandra Rinaudo
  • Effetto tatuaggio per l’abito da sposa con ballgown in pizzo e schiena velata con decorazioni floreali - Alessandra Rinaudo - Collezione 2017
  • Abito di Monique Lhuillier interamente in pizzo, con manica lunga
  • Abito da sposa corto con velo collezione 2016 - Giuseppe Papini
  • Oscar de la Renta Bridal Spring 2016
  • Collezione Spring 2016 Oscar de la renta
  • Abito da sposa corto collezione 2016 Atelier eme modello Ambra
  • Abito Clara Luna modello MarilynMonroe
  • Abito da sposa lungo fino al ginocchio con cintura collezione 2016 AbitoRosa Clarà
  • Abito da sposa corto con coprispalle Giuseppe Papini 2016
  • Abito da sposa corto collezione 2016 - Abito Nicole Spose modello a tubino con tulle e dettagli strass
  • Abito Clara Luna modello KatherineHepburn
  • Abito Rosa Clarà in pizzo
  • Abito Nicole Spose

La scelta dell’abito da sposa è un momento molto importante nella vita di una donna.

Prima di partire alla ricerca del proprio abito perfetto è necessario fermarsi a riflettere sul modello che effettivamente rappresenta la propria idea di matrimonio. Anche se ci si sposa in Chiesa o se si organizza un matrimonio classico non è detto che l’abito debba essere per forza stile principessa.

I criteri che un abito da sposa deve avere per essere considerato perfetto sono tre:

  1. piacere alla sposa;
  2. esaltare il fisico della sposa e non essere “semplicemente” bello;
  3. essere in linea con il mood del matrimonio sia nel colore che nel modello.

Sempre più spose desiderano dare un tocco frizzante e creativo alle proprie nozze partendo proprio dall’abito: scegliendo un modello corto. Il timore è però quello di dover rinunciare all’eleganza e forse anche allo stile classico del matrimonio tradizionale.

I vari modelli

A venire in soccorso delle spose più creative e originali ci pensano i principali atelier italiani e internazionali, come d’esempio Alessandra Rinaudo, Rosa Clarà, Oscar de la Renta e molti altri.

Tubini, gonne ampie in tulle o a palloncino, abiti asimmetrici: sono tanti i modelli proposti e personalizzabili, dipende tutto solo dai gusti e dalle preferenze di ognuna. Occhio però a non esagerare, la scelta deve essere fatta sempre nel rispetto dello stile e dell’eleganza!

Adatto a tutti i fisici, l’abito corto risulta perfetto anche per le spose non troppo alte, che desiderano camuffare il punto vita o i fianchi: è preferibile scegliere una linea semplice, senza troppi decori, ma questa regola vale anche per gli abiti stile principessa. L’obiettivo è slanciare la silhouette non esser “divorati” dal proprio abito nuziale.

La sposa perfetta

Chi sceglie l’abito corto? Sicuramente una sposa che non ama le formalità e lo stile tradizionale in senso stretto, ma che desidera essere elegante e bella esprimendo in pieno la sua personalità.

Quando si trova l’abito giusto deve scoppiare il colpo di fulmine e se una sposa non si vede rappresentata da quel design e taglio non sarà mai felice al 100%.

Se si decide di scoprire le gambe allora si deve scegliere un modello di scarpe favoloso, che slanci e che faccia risaltare la figura (ecco invece i nostri consigli per le amanti del flat). Inoltre, per essere davvero fashion, si può cedere alla tentazione di aggiungere qualche accessorio glamour, come veletta e guanti corti… Decisamente chic!

Ultimo particolare il Velo… Se è un desiderio che appartiene alla sposa allora non bisogna rinunciarci. Meglio scegliere però un modello corto o che non vada comunque oltre la lunghezza dell’abito.


Vedi altri articoli su: Abiti da sposa | Collezioni Sposa 2016 |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *