Idee per la calza della Befana

Manca poco alla visita della vecchina più dolce della storia. Ci siamo organizzate con la calza per i nostri bimbi? Ecco qualche consiglio utile.

Idee Calza Befana

L’Epifania, tutte le feste si porta via. Così dice il detto che mette anche un po’ di malinconia, ma non ai più piccoli di casa che, archiviata la visita di Babbo Natale, adesso attendono con ansia il passaggio della Befana. Eh sì, perché oramai anche la calza è diventata sinonimo di giocattoli a go go. E se invece facessimo un passo indietro e recuperassimo lo spirito di una volta e, soprattutto, la calza di una volta? Farà bene alle nostre tasche, ma specialmente ai nostri bambini.

La calza della Befana fai da te

Primo, importante passaggio è proprio la calza, non quello che metteremo all’interno. Anziché acquistarne una delle tante che si trovano in vendita nei supermercati e negozi in genere, che ne dite di realizzarla direttamente in casa con le nostre manine? Non ci vuole molto, qualche pezzo di stoffa e tanta fantasia. La scelta della materia prima è quasi infinita: iuta, pannolenci, carta riciclata, cartoncino, carta del pane, feltro, pezzi di stoffa, maglia, uncinetto, pezzi di un maglione vecchio. Basterà disegnare la forma e tagliare due sagome da cucire su tre lati lasciando un’apertura superiore. Poi, muniti di colla a caldo, possiamo attaccarci delle decorazioni fatte di bottoni, campanelli, disegni e molto altro ancora. Una cosa è certa: il nostro bimbo riceverà una calza unica!

Cosa mettiamo nella calza?

Una calza della Befana che si rispetti trabocca di dolciumi e di qualche pezzo di carbone, magari fatto in casa proprio da voi – anche in questo caso è bello mettersi all’opera per preparare biscotti e caramelle buoni e genuini. Le caramelle mou, per esempio, da preparare con un litro di latte e un chilo di zucchero; i lecca lecca con sciroppo di frutta, acqua e zucchero; le caramelle gelatinose con zucchero, succo di limone, succo di frutta e fogli di gelatina; i biscottini alla cannella e cioccolatini vari. Per la preparazione basterà sbirciare sul web! Ovviamente tra un biscotto e un lecca potrà esserci un po’ di posto anche per un piccolo dono che Babbo Natale aveva dimenticato sulla slitta…


Vedi altri articoli su: Feste e ricorrenze |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *