Massaggio olistico: come dare energia al corpo

Rimettiamoci in forma con il massaggio olistico.

I massaggi sono spesso considerati un momento di relax e di coccole per sé stessi, un modo delicato e efficace per staccare la spina dallo stress quotidiano.

In effetti è proprio così: il massaggio è considerata una delle più antiche forme di guarigione ideate dall’uomo. Difatti, attraverso l’uso sapiente e mirato di mani e/o strumenti specifici, questa tecnica permette al corpo del paziente di decontrarsi, scaldarsi e re-invigorirsi in modo veloce e naturale.

Durante il massaggio vengono prodotti una serie di molecole, principalmente neurotrasmettitori, tra cui le endorfine e l’n-palmitoiletanolamide. Queste molecole sono sostanze endogene con proprietà analgesiche ed euforizzanti, che aiutano a ridurre i livelli di cortisolo, la tensione e l’affaticamento psico-fisico.

Il massaggio ha anche capacità tonificanti ed energizzanti. Le tipologie di massaggio che assolvono a questa funzione sono molte, in particolare quello olistico. Si tratta di un massaggio che trae origine da molte tradizioni di medicina antica e sfrutta le naturali sensibilità degli operatori, il tutto finalizzato al benessere del soggetto trattato.

Questo tipo di trattamento ha una azione decontratturante, andando a ridurre gli stati di tensione muscolare; di miglioramento della circolazione del sangue e della mobilità articolare. In tal modo si alleviano disturbi di breve e lunga durata, come ad esempio i problemi alla cervicale e alla schiena dovuti a contratture e/o stati di tensione nervosa, ma anche l’insonnia e, in alcuni casi, anche i problemi legati a stati artrosici.


Leggi anche: Massaggio Gua Sha: benefici e consigli sulla tecnica giapponese

È notevole l’impatto a livello psichico. Infatti, si ha una riduzione dello stress e un miglioramento della propriocettività, perché tra l’endorfine prodotte e l’impatto positivo del concedersi un momento di relax e di coccola per se stessi, l’organismo riesce a liberarsi di una serie di sensazioni negative accumulate.

Tutto questo determina cambiamenti importanti: si ha la mobilizzazione delle energie del corpo, che spesso sono bloccate dalla frenesia quotidiana, causando uno stato di nervosismo e stanchezza cronica.

In cosa consiste il massaggio olistico

È una pratica nata negli USA negli anni ’70 per lavorare su tutti i piani dell’organismo umano: fisico, mentale, emozionale e spirituale.

Il termine olistico deriva dal greco Olos, che significa totalità. Considera lo stato di salute dell’individuo nella sua globalità: corpo, mente, anima, relazioni.

Richiede una buona sensibilità tattile dell’operatore: il tatto è, quindi, un mezzo importantissimo di comunicazione, che fornisce risposte fisiologiche che coinvolgono l’epidermide, i recettori sensoriali e nervosi, il tessuto muscolare, la circolazione linfatica e sanguigna, la funzionalità gastroenterica e della vescica urinaria.

Ovviamente gli effetti saranno differenti in base alla profondità e velocità del massaggio e alla direzione del tocco. Solitamente l’operatore varia le sue manovre in funzione delle risposte ricevute dal corpo del soggetto trattato. Sono risposte fisiche legate sia a reali sensazioni fisiche sia il riflesso di risposte emotive.


Potrebbe interessarti: Meteo di fine marzo: week-end di sole decisamente primaverile

Spesso il massaggio olistico viene utilizzato per migliore l’autostima: ridona fiducia nelle proprie capacità ed abilità, perché migliora la percezione globale di se stessi. Sarà come investire l’organismo di un flusso di energia positiva. Provare per credere!