Piccoli “imprevisti” in viaggio con i bambini

Vacanze alle porte per molte famiglie italiane e partire spensierati è il desiderio di tutti!

Viaggiare con i bambini è sempre un’avventura ed occorre organizzarsi al meglio per affrontare qualsiasi evenienza, da quelle più “leggere”, che riguardano i modi per far viaggiare tranquilli i bambini, soprattutto da 0 a 14 anni (equipaggiandosi con la giusta attrezzatura da auto, da gioco e da campeggio, se si opta per questo tipo di vacanza), a quelle più “serie” che riguardano gli imprevisti che possono verificarsi, come gli infortuni, le malattie e tutti gli eventi accidentali.

Spesso non si pensa a questo aspetto perché ci si augura giustamente che tutto vada bene e scorra tranquillo, però il vecchio detto “ è meglio prevenire che curare” è valido oggi più che mai soprattutto se di mezzo ci sono i bambini.

Allianz Global Assistance – leader in Italia nell’assicurazione viaggio e nei servizi alla persona – infatti ha messo in evidenza i dati registrati nel corso degli ultimi tre anni ed ha dichiarato che dal 2011 ad oggi gli imprevisti sono nettamente aumentati e sono così suddivisi: quasi l’87% riguarda problemi di salute (infezioni batteriche e virali, patologie legate all’apparato digerente) ed la percentuale rimanente infortuni ed incidenti di varia natura.

Gli infortuni a cui possono andare incontro i bambini, soprattutto i più piccoli che amano esplorare il mondi circostante senza paura, spesso sono causati da fattori impensabili che un genitore non può nemmeno ipotizzare e munirsi anticipatamente di un kit completo di medicinali e di tutto il necessario per l’automedicazione è di fondamentale importanza. Così come altrettanto importante e non trascurabile è consultare il proprio medico di famiglia ed il pediatra prima di partire per sapere, nel caso si verificano delle situazioni di salute di emergenza, come intervenire e quali farmaci di primaria necessità devono essere portati con sé, soprattutto se si fa un viaggio all’Estero, dove frequenti possono essere condizioni igieniche particolari e “focolai” di tutte quelle classiche malattie, come la dissenteria, ad esempio.

Spesso per poter risolvere al meglio qualsiasi situazione, in modo particolare se si tratta di piccolo viaggiatori, è sempre bene prendere in considerazione l’idea di stipulare una polizza assicurativa che possa garantire una copertura completa e un rimborso in caso di spese sostenute (come per le visite mediche ed i farmaci). Partire sereni con la certezza di avere sempre, ovunque e comunque una protezione ed una soluzione per qualsiasi imprevisto..soprattutto quelli causati dai più piccoli!



Giardini da visitare in inverno, luoghi tutti da scoprire
Viaggi

Giardini da visitare in inverno, luoghi tutti da scoprire

Viaggi in Puglia
Viaggi

“No, non venite in Puglia”, l’account che ti fa venir voglia di visitare la Puglia

Un romantico autunno destinazioni da vivere in coppia
Viaggi

Un romantico autunno: destinazioni da vivere in coppia

Viaggi

Boom di viaggi dog-friendly: istruzioni per l’uso

Viaggi

Albarella: l’isola green immersa nella natura

Vendemmia 2020, le destinazioni perfette per chi ama il vino
Viaggi

Vendemmia 2020, le destinazioni perfette per chi ama il vino

Forest Bathing, cos'è e dove farlo in Italia
Viaggi

Forest bathing, il benessere arriva dagli alberi

In bici per (ri)scoprire l'Italia, dall'Alto Adige alla Riviera Romagnola
Viaggi

In bici per (ri)scoprire l’Italia, dall’Alto Adige alla Puglia

Emanuele Berardi chi è il figlio di Barbara D'Urso
Celebrity

Emanuele Berardi: chi è il figlio di Barbara D’Urso?

Emanuele Berardi è il figlio minore di Barbara D’Urso: professione fotografo di successo.

Leggi di più