Costa del Salento Village / Pagina Fb

Maldive del Salento

Un litorale sabbioso lungo 6 km si è guadagnato la denominazione di Maldive del Salento. Gigli selvatici, tartarughe marine, fondali bassi, sabbia bianca e finissima… Il Salento è tutto da scoprire, dal mare all’arte, dalla cultura al cibo

Spiagge bianche e assolate, paradisi naturali dove incontaminato è l’attributo chiave. Farsi guidare dal vento in Salento, questo è il segreto per scegliere la località giusta dove fare il bagno, ecco come e verso quale direzione orientare la propria rotta.

Il vento in Salento ti guida verso il miglior versante: ionico o adriatico?

Al mattino inumidisci l’indice e alzalo verso il cielo, ti servirà a comprendere la direzione del vento: se, però, la cosa ti appare curiosa o non hai molta pratica potresti sempre interrogare qualche vecchietto del posto che, seduto sull’uscio di casa a godere di un po’ di fresco, saprà senz’altro rispondere. La risposta è la seguente: se soffia il vento di scirocco, la rotta dovrebbe privilegiare la costa adriatica e località come Torre dell’Orso; se il vento è di ponente la migliore situazione balneare è a Santa Maria di Leuca; se, invece, il vento è di tramontana sulla costa ionica, da Porto Cesareo alle Maldive del Salento, troverai un mare caraibico.

Tra Gallipoli e Santa Maria di Leuca: le Maldive del Salento

Sul tacco d’Italia e in particolare sulla sua punta, le Maldive salentine, converge l’attenzione. Incastonate come un diamante, proprio da queste parti, tra Gallipoli e Santa Maria di Leuca, il sud Italia si è dato un tocco esotico e il Bel Paese, così, aggiunge al patrimonio d’arte e cultura, lo spettacolo selvaggio delle Maldive salentine. Il litorale sabbioso che porta questo nome altisonante include quattro località della Marina di Salve, tutte vicinissime tra loro: Pescoluse, Torre Pali, Posto Vecchio, Lido Marini.
Questa lingua sabbiosa si presenta bianca e finissima, i fondali sono bassi e trasparenti e le similitudini con il paesaggio caraibico si fanno man mano più evidenti.

Bandiera Blu, gigli selvatici e tartarughe marine

Se fino a qualche tempo fa questa era una spiaggia realmente incontaminata e popolata dalle persone del posto che gelosamente o in solitaria godevano della bellezza, oggi le Maldive del Salento sono nelle mire di moltissimi. Nonostante la pressione antropica, questi sei chilometri di litorale che si estendono da Posto Vecchio a Torre Pali conservano ancora una natura selvaggia ed è forse proprio questa a piacere così tanto: lungo la fascia di dune ci sono gigli selvatici e felci.
Insignite delle 4 Vele di Legambiente e della Bandiera Blu, la bellezza di mare e spiaggia è confermata dai commenti condivisi in rete da chi vi ha calcato il manto sabbioso. Il tam tam sul web riporta l’indice di gradimento e si unisce ad altre belle storie: nelle Maldive del Salento sono state deposte le prime uova di tartaruga marina “caretta-caretta”, il Comune di Salve e il Salento sono densi di storia, arte, cultura, tradizioni, folklore oltre al cibo per le buone forchette, è il caso di dire “slurp!”.

Stabilimenti balneari nel tratto di spiaggia denominato Maldive del Salento

Per passare una piacevole giornata al mare da mattino a sera, ecco gli stabilimenti da segnalare:

  • Lido Maldive del Salento, il più antico della zona, offre servizi come punto ristoro ed è dotato di spazi privè e di altri spazi verdi dove concedersi una bella siesta pomeridiana. Dalla caffetteria all’edicola, dalla gelateria al parcheggio non manca proprio nulla per la tua giornata al mare;
  • Lido 5 Vele, nella località Pescoluse, offre ogni genere di servizio: bar, ristorante, sdraio e lettini, docce, noleggio canoe, baby sitter, internet point e parcheggio, qui si tengono anche le serate disco party;
  • Lido Venere, in località Posto Vecchio nella Marina di Salve. Non manca nulla all’appello: ombrelloni, lettini, sdraio, spogliatoi e docce, animazione per grandi e piccini (miniclub interno), bar, ristorante, self service, pizzeria, braceria e terrazzo privè. Lo stabilimento balneare e gli alberghi Lido Venere, ossia l’Hotel Lido Venere Beach a soli 250 metri dallo stabilimento balneare e l’Hotel Lido Venere Garden, a 2,5 kilometri dallo stabilimento balneare, in una tenuta tra Torre Vado e Morciano, offrono ospitalità ai diversamente abili.
  • Agri-beach Eden Salento è il primo d’Italia e vincitore dell’Oscar Green di Campagna Amica. Nato a Pescoluse è un orto in riva al mare dove si servono piatti a chilometro zero con i prodotti dell’orto, si fa formazione ai bambini nella fattoria didattica, è una spiaggia pet-friendly.
  • Lido Kaibo Beach Club, in zona Torre Pali. Lo stabilimento è chic di giorno e cocktail club di sera con gli ombrelloni in canne d’Africa, prato all’inglese e spiaggia attrezzata. Il lido è dotato di parcheggio, bar, ristorante, docce, wi-fi e beach volley.

Strutture, Residence e Villaggi

Per pernottare e trascorrere la vacanza a stretto contatto con le spiagge bianche delle Maldive del Salento, ecco alcune strutture:

  • Residence Miramare situato a Torre Vado vicinissimo alle spiagge salentine e con caratteristiche maldiviane
  • Residence Le Maldive, a Torre Vado ossia a soli 900 metri dalle lunghe spiagge salentine denominate “Maldive del Salento”
  • Hotel Salento Gold Beach, a Marina di Pescoluse
  • Residence Collina degli ulivi, a soli 800 metri dalle spiagge di Pescoluse
  • Tenuta Specolizzi (strada provinciale Presicce-Lido Marini, Salve)
  • Costa del Salento Village, Lido Marini
  • Villaggio Arco del Saracino, Lido Marini

Mare, sole, spiaggia e cibo da “slurp!”

Come anticipato, oltre il mare e il vento di tramontana che guidano verso le Maldive del Salento, va obbligatoriamente riservato uno spazio alle buone forchette. In Salento l’ispirazione e la soddisfazione proveniente dal palato è una cosa certa. E per prepararsi bene alla scoperta culinaria che dalla partenza all’arrivo attende il visitatore, UnaDonna consiglia di studiare l’infografica a cura di NelSalento.com che illustra i piatti da non perdere una volta che è stato messo piede in terra salentina.

 

Ti potrebbe interessare anche

Viaggi

Un assaggio d’Irlanda in autunno

Visitare gli Stati Uniti risparmiando: consigli utili
Viaggi

Visitare gli Stati Uniti risparmiando: consigli utili

Destinazioni consigliate a Ottobre: Giordania e Messico
Viaggi

Destinazioni consigliate a ottobre: Giordania e Messico

Formentera: cosa fare in caso di pioggia
Viaggi

Formentera: cosa fare in caso di pioggia

Cammini in Italia da fare con bambini
Viaggi

Cammini in Italia da fare con bambini

Cammini in Italia con vista sul mare
Viaggi

Cammini in Italia con vista sul mare

Quando andare a New York: il periodo migliore
Viaggi

Quando andare a New York: il periodo migliore

Cammini in Italia: percorsi a piedi per gli amanti del walking
Viaggi

Cammini in Italia: percorsi a piedi per gli amanti del walking

Le spiagge piu belle Liguria
Viaggi

Le spiagge più belle Liguria

Da Sestri Levante sino a Portofino, scopriamo le spiagge più belle della Liguria.

Leggi di più