Marsa Matrouh: escursioni e spiagge più belle

Esotica e dalle acque caraibiche, Marsa Matrouh è una località balenare dell’Egitto mediterraneo a sole due ore di volo dall’Italia. Ecco perchè potrebbe essere la meta perfetta della vostra prossima vacanza.

Marsa Matrouh, località ancora relativamente poco conosciuta sulla costa mediterranea dell’Egitto, a 290 km ad ovest di Alessandria e a 480 km a nord-ovest del Cairo, è un’incantevole perla del Mediterraneo ed è raggiungibile direttamente in aereo, grazie alla conversione dell’aeroporto militare a uso civile.

Situata in un’ampia baia circolare e protetta dalle onde da una serie di rocce che formano un frangiflutti naturale, Marsa Matrouh è un luogo dove il clima è mite e le estati calde, ma non torride, sulla costa egiziana del Mediterraneo.

Alcuni tour operator italiani offrono pacchetti per villaggi di loro gestione davvero allettanti con voli charter che collegano Marsa Matrouh direttamente dall’Italia in circa due ore. Marsa Matrouh è davvero un angolo di paradiso in cui trascorrere una vacanza romantica in coppia, di relax con tutta la famiglia o di divertimento e avventura con gli amici.

La costa mediterranea d’altra parte, come l’Alto Egitto (Luxor e Aswan) e la Costa del Mar Rosso (Hurgada, Marsa Alam e Berenice) non sono interessate dallo “sconsiglio” della Farnesina e quindi mete ideali per l’organizzazione del prossimo viaggio.

A colpire al primo sguardo chi arriva a Marsa Matrouh sono certamente le sue lunghe lingue di sabbia che si distendono per svariati chilometri, accompagnate da un mare color zaffiro e da interessanti “intermezzi culturali”, come la magnifica Alessandria d’Egitto, El Alamein, Il Cairo o la bella Oasi di Siwa, un mondo sospeso nel deserto che si schiude dopo un lungo viaggio tra le dune ed è abitato da una comunità berbera che sembra essersi fermata a un’epoca remota.

Il paesaggio circostante

Il paesaggio costiero intorno a Marsa Matrouh è piuttosto vario ed eterogeneo. La costa presenta una serie di bacini lagunari di dimensioni varie, e lo stesso tratto di mare antistante è in realtà un tratto di laguna separato dal mare Mediterraneo da un discontinuo cordone di sabbie e rocce.

Questo sistema di lagune ha la proprietà di riparare le spiagge dall’azione erosiva delle onde del mare, e mantenere la temperatura delle acque su valori particolarmente gradevoli.

In questo paradiso sabbie soffici e sottili si gettano in un mare di un celeste acceso, creando un’atmosfera delicata, adatta per una parentesi di tranquillità e relax.

Le spiagge

Tra le spiagge su cui approdare c’è solo l’imbarazzo della scelta, ma di sicuro andando a Marsa Matrouh, non si può rinunciare ad un bagno ad Almaza Beach, una delle spiagge entrate a pieno merito tra le più belle del Mediterraneo. Una peculiarità della spiaggia è quella di avere una temperatura dell’acqua di circa quattro gradi più calda rispetto alla media del Mediterraneo.

A 28 km a ovest della città, si trova un’altra spiaggia da non perdere, quella di Agiba, caratterizzata dalla presenza di suggestive grotte naturali.

Ageeba beach, Mersa Matruh.

Molto affascinanti e altrettanto spettacolari sono anche la spiaggia di Rommel, quella di Gharam e la spiaggia di Cleopatra, quest’ultima paragonabile ad una baia dalla bellezza difficilmente riproducibile.

Le escursioni da fare

Oasi di Siwa

Se volete prendervi una pausa dalla tintarella, le cose da vedere nei pressi di Marsa Matruoh non mancano. Come accennato sopra, l’Oasi di Siwa merita sicuramente una visita se si vuole assaporare l’autenticità della cultura berbera. A 300 chilometri dalla costa del Mediterraneo e a 65 dal confine con la Libia, quest’oasi egiziana è abitata da una comunità berbera che vive ancora come se il progresso e la tecnologia non la avesse sfiorata.

Vista della Fortezza Shali in Oasi di Siwa.

L’oasi, accoccolata in una profonda depressione, dona terreno fertile per olivi e palme, che hanno portato Slow Food a creare un Presidio per la tutela e la promozione dei datteri.

Passeggiando in città, tra piccole botteghe di ceramiche, gioielli, cesti e tipici scialli blu, si incontrano i resti di Shali, l’enclave fortificata del XII secolo fatta di sale e argilla e gravemente compromessa da tre giornate di pioggia nel 1926. Oggi restano vivibili solo pochi edifici, tra cui una caratteristica moschea.

Da non perdere, sempre all’interno dell’Oasi di Siwa, la piscina di Cleopatra, una grande piscina in pietra, alimentata da una sorgente di acqua calda, e l’oracolo di Amon, il dio del sole egiziano.

Da Siwa non si può andare via senza una spedizione nel deserto. L’ufficio turistico e gli stessi hotel organizzano escursioni di mezza giornata o safari di alcuni giorni su fuoristrada 4×4. Camminare sulle dune al tramonto, a piedi nudi, avvolti dal silenzio e circondati solo dalla sabbia che lentamente si tinge di rosso è un’emozione davvero indescrivibile che merita di essere vissuta.

Il Cairo

Se invece volete fare un’escursione più impegnativa – ma assolutamente meritevole – da Marsa Matrouh potete anche partire alla volta del Cairo.

L’escursione dura tutta la giornata e vi permetterà di conoscere quella che non solo è la capitale d’Egitto, ma anche una delle città dove il mondo occidentale e islamico si fondono in una simbiosi perfetta.

Mosque-Madrassa, Cairo.

Al Cairo è immancabile una visita ai celebri e coloratissimi mercati, come quello tradizionale di Khan El Khalili Bazaar, per perdersi tra tappeti, colori, profumi e merci di ogni tipo.

C’è poi la Moschea di Muhammad Ali, conosciuta con il nome di Moschea di Alabastro, uno de simboli della città. Fu costruita nella prima metà del diciannovesimo secolo seguendo il modello della Santa Sofia di Istanbul e ospita la tomba di Muhammad ʿAli Pascià, il padre del moderno Egitto.

Da vedere anche la Chiesa di S. Barbara, la più antica del Cairo, risalente al quinto secolo che si trova nel quartiere copto, dov’è possibile visitare anche la chiesa di San Sergio.

Imperdibile, poi, una visita al Museo Egizio, con il tesoro di Tutankhamon e altri 6mila reperti tra manoscritti, vasellame e sarcofaghi.

Ci sono poi edifici religiosi particolarmente interessanti, come la moschea di al-Rifa’i e la Sinagoga di Ben Ezra, l’acquedotto di An-Nasir e allontanandosi di alcuni km dal Cairo le famose Piramidi, sia quelle di Dahshour che quelle di Giza.

El Alamein

Un’altra escursione di mezza giornata che potete organizzare da Marsa Matruh quella ad El Alamein, il piccolo villaggio in cui, nel 1942 durante la Seconda Guerra Mondiale, persero la vita numerosi soldati italiani. Qui si trovano infatti tre sacrari, uno italiano, uno inglese e uno tedesco dove si ricordano i caduti.

Museo militare italiano di El Alamein.

Per chi fosse interessato, particolarmente ricco è il Museo Militare con i cimeli bellici: divise, armi, lettere dal fronte e, nel cortile, carri armati, cannoni, aerei da caccia e mezzi di trasporto. E anche un monumento ai caduti in battaglia: 25mila morti, feriti e dispersi solo delle forze italo-tedesche.

A poche centinaia di metri dal museo sorge il Cimitero del Commonwealth di El Alamein con le lapidi dei caduti delle truppe provenienti da Gran Bretagna, Australia, Nuova Zelanda, India e dagli altri alleati.

Le strutture dove alloggiare

Eden Village Premium Caesar Bay Resort e Tolip Beach Resort con Margò

Eden Viaggi propone due strutture: Eden Village Premium Caesar Bay Resort e il nuovo Tolip Beach Resort con Margò.

Il primo è un elegante resort, ideale per chi desidera relax e massimo comfort. È posizionato tra la città di Marsa Matrouh e El Alamein, direttamente su una spiaggia che scende dolcemente a incontrare il mare, meta perfetta per famiglie con bambini e per gli amanti della tranquillità mediterranea unita allo splendore d’Oriente.

La vasta e variegata offerta gastronomica accontenta tutti i palati, così come il benessere e il relax sono assicurati da quattro piscine, una SPA e molteplici attrezzature sportive. Lo staff di animazione saprà prendersi cura del divertimento, intrattenendovi con attività e spettacoli senza mai dimenticare i più piccini che saranno graditi ospiti nel Tarta Club.

Tariffe a partire da 735 euro a persona, volo + transfer da/per aeroporto + hotel 7 notti con trattamento di Hard All Inclusive + sistemazione in camera superior.

Il Tolip Beach Resort, appena inaugurato, è un cinque stelle affacciato direttamente su uno dei tratti più belli del Mediterraneo: chilometri e chilometri di sabbia bianca e finissima come talco che digrada dolcemente in acque limpide e trasparenti, dalle mille sfumature di un turchese abbagliante.

Il resort vanta un’ottima qualità nel servizio, ambienti curati e camere arredate in stile moderno. Ci troviamo a breve distanza da El Alamein, in un’area ancora non contaminata dal turismo di massa, estremamente tranquilla e rilassante ma che offre anche interessantissime opportunità di escursione. A soli 140 km raggiungerete l’affascinante Alessandria d’Egitto, dal patrimonio storico inestimabile: la biblioteca Alessandrina, le catacombe di Kom El Shoqafa, la Colonna di Pompeo e la Fortezza di Qaitbay. Da non dimenticare infine la distanza non proibitiva del Cairo, anch’essa raggiungibile in meno di 4 ore di strada.

Tariffe a partire da 679 euro a persona, volo + transfer da/per aeroporto + hotel 7 notti con trattamento All Inclusive.

Bravo Club Alzmaza Beach

Alpitour è presente, invece, con il suo Bravo Club Alzmaza Beach, situato in una splendida baia con un’ampia spiaggia di sabbia bianca e un mare incontaminato, a soli 37 km dalla città e dall’aeroporto internazionale di Marsa Matrouh, a 130 km a ovest di El Alamein, 250 km a ovest di Alessandria d’Egitto e 414 km dalla capitale Il Cairo.

Tra i punti di forza del complesso vi è sicuramente la lunga e profonda spiaggia sabbiosa della baia di Almaza, con acque cristalline e flora e fauna acquatiche tipiche del mar Mediterraneo. Gli amanti del relax saranno felici di sapere che all’interno del Bravo Almaza Beach sono presenti cinque piscine, di cui due più piccole riservate ai bambini e una al coperto presso il centro benessere, dove si trovano anche sauna, bagno turco, idromassaggio e palestra. In spiaggia e in piscina lettini, ombrelloni e teli mare sono gratuiti.

Tariffe a partire da 2.269 euro per due persone, volo + transfer da/per aeroporto + hotel 7 notti con trattamento All Inclusive.

Veraclub Jaz Oriental

Sempre per chi ama il viaggio organizzato, dove nulla è lasciato al caso e dove poter beneficiare anche dei comfort delle strutture, segnaliamo Veraclub Jaz Oriental, anch’esso nella baia di Almaza. La struttura si sviluppa intorno a un’enorme piscina, ma è il mare lì davanti a regalare le emozioni più forti.

La vita nel Veraclub è all’insegna della Formula All Inclusive, per non annoiarsi mai, con grande attenzione anche all’intrattenimento dei più piccoli. Se poi vorrete fare un tuffo nella storia, più recente o millenaria, vengono organizzate escursioni ad El Alamein e Alessandria d’Egitto oppure potrete visitare la città di Marsa Matrouh by night o by boat.

Tariffe a partire da 870 euro a persona, volo + transfer da/per aeroporto + hotel 7 notti con trattamento All Inclusive e assicurazione.

Infine, molto conosciuto sul mercato italiano, il SettemariClub Carols Beau Rivage offre numerose infrastrutture, un programma gestito da animatori italiani e un’atmosfera che richiama l’eleganza e l’accoglienza dell’Africa.

Indubbio punto di forza della struttura è l’incantevole spiaggia su cui sorge, lambita da un mare dalle tonalità mozzafiato, di sabbia bianchissima, luogo ideale per il più totale relax e i nuotatori meno esperti. Dista circa 40 chilometri dall’aeroporto, ed è un ottimo punto di partenza per scoprire la parte mediterranea dell’Egitto, ancora autentica e affascinante.

A disposizione anche centro benessere con sauna, jacuzzi, bagno turco e possibilità di prenotare massaggi e trattamenti estetici.

Quote a partire da euro 650 euro a persona in all inclusive soft con voli dai principali aeroporti italiani.

Marsa Matrouh: clima, temperature e quando andare

Il clima di Marsa Matruh è mediterraneo, quindi gli inverni sono miti e piovosi e le estati calde. I mesi più piovosi vanno da ottobre ad aprile, mentre sono quasi assenti nei mesi estivi. Il periodo migliore per andare a Marsa Matruh è quindi da metà maggio a a fine settembre. Le temperature medie a Marsa Matrouh raggiungono massime di 28° C in estate e minime di 13° C in inverno.

Cose da sapere

Marsa Matrouh, come la maggior parte delle località egiziane, non prevede l’obbligo di alcuna vaccinazione; al turista viene solo consigliato di munirsi preventivamente dei medicinali più comuni. L’economia locale, infatti, non dispone di una gestione farmaceutica analoga a quella occidentale, dettaglio che rende perciò alcuni farmaci difficili da reperire.

La valuta locale è la lira egiziana, ma nei villaggi, nei ristoranti e nei negozi accettano tranquillamente gli euro. 

Ti potrebbe interessare anche

Viaggi

Un assaggio d’Irlanda in autunno

Visitare gli Stati Uniti risparmiando: consigli utili
Viaggi

Visitare gli Stati Uniti risparmiando: consigli utili

Destinazioni consigliate a Ottobre: Giordania e Messico
Viaggi

Destinazioni consigliate a ottobre: Giordania e Messico

Formentera: cosa fare in caso di pioggia
Viaggi

Formentera: cosa fare in caso di pioggia

Cammini in Italia da fare con bambini
Viaggi

Cammini in Italia da fare con bambini

Cammini in Italia con vista sul mare
Viaggi

Cammini in Italia con vista sul mare

Quando andare a New York: il periodo migliore
Viaggi

Quando andare a New York: il periodo migliore

Cammini in Italia: percorsi a piedi per gli amanti del walking
Viaggi

Cammini in Italia: percorsi a piedi per gli amanti del walking

Cammini in Italia da fare con bambini
Viaggi

Cammini in Italia da fare con bambini

Organizzare lunghe camminate con i figli non è impossibile

Leggi di più