Albarella: l’isola green immersa nella natura

Esplorare ambienti naturali unici in bicicletta, a cavallo o in battello, vivere l’energia dello sport su un campo da golf, godere della tradizione culinaria italiana e veneta: questi sono alcuni dei tesori di un’isola dedicata alla riscoperta della qualità della vita

L’Isola di Albarella è un gioiello naturalistico nel cuore del Parco Regionale Veneto del Delta Po, riconosciuto dall’UNESCO come Riserva di Biosfera. Circondata dalla laguna veneta e collegata alla terraferma da una strada panoramica, si estende per 528 ettari coperti dalla macchia mediterranea.

Presenti ben due milioni di alberi di 150 specie arboree diverse, tra cui il pioppo bianco o “Populus Alba” da cui prende il nome.

Stormi di fenicotteri rosa e gruppi di daini che si muovono liberamente e accolgono chi entra sull’isola, accessibile solo agli ospiti dei suoi due hotel e oltre 300 villette e appartamenti vacanza, gestiti dal Gruppo Marcegaglia, e ai poco più 2300 proprietari.

Albarella: l’Isola green dove fare sport immersi nella natura

Albarella è sinonimo di famiglia, natura e sport, grazie ai numerosi servizi e alle iniziative che animano l’isola dalla primavera all’autunno.

Il maneggio, i 24 campi di tennis, la postazione per il tiro con l’arco, le aree per attività acquatiche e discipline da spiaggia e la pista ciclabile di 10 km che fa da anello all’isola, rendono Albarella perfetta per gli appassionati di attività in mezzo alla natura.

©Albarella.it

Per rilassarsi sono disponibili spiagge attrezzate e libere di sabbia finissima, delicatamente digradanti verso il mare.

Presenti anche un parco con quattro piscine tra cui l’olimpionica con angolo trampolini per tuffi e finestrella sotterranea visibile dall’esterno e la piscina con giochi d’acqua, fondo digradante, scivolo per bimbi e bocchettoni con i getti d’acqua. 

Particolare menzione, poi, per il campo da golf, realizzato dall’architetto inglese John Dering Harris.

Oltre che giocatore di golf, Harris è uno dei migliori progettisti stimato nel mondo per la creazione e rifacimento di più di 400 percorsi.

Scelto da una clientela internazionale di alto livello, questo campo promette un gioco avvincente a contatto con la natura, 365 giorni l’anno.

L’Albarella Golf Club ha un percorso che si estende su 70 ettari di terreno con uno svolgimento di 6.130 metri.

Inoltre, è arricchito da una serie di ostacoli d’acqua e di sabbia che mettono a dura prova la perizia dei giocatori con dune, laghi e olivelle selvatiche.

©Albarella.it

Se poi siete appassionati di birdwatching non potete perdervi il Bosco dello Sguardo.
Qui si trova una pedana in listoni di legno dove lo sguardo, a 5 metri da terra, filtrato dalla trama orizzontale dei listelli di larice, si incanta sull’acqua del laghetto dove si soffermano aironi e altri uccelli.

Albarella: un’isola a misura di bambino

Albarella pone una particolare attenzione anche al divertimento dei bambini con numerosi servizi e iniziative pensati per loro.

Tra queste i baby club e i laboratori educativi Steam, progettati per insegnare il rispetto per l’ambiente, l’amore per lo sport, le scienze e le arti, divertendosi in un contesto sicuro e a contatto con la natura.

A giugno 2020 è stato anche inaugurato Albarellaland, il nuovo parco giochi ecosostenibile di Albarella progettato dallo studio Coloco di Parigi. Inserito tra le dune e le valli naturali dell’isola, è dotato di strutture ludiche realizzate in materiali naturali come legno e corde nel rispetto
dell’ambiente: dai percorsi tibetani, ai dischi rotanti, torrette alte fino a 10 metri e teleferiche, il nuovo parco è pensato per bambini che amano l’avventura. Elementi di arredo urbano, disegnati in esclusiva per Albarella, arricchiscono il parco in modo che grandi e piccini possano trascorrere una
giornata insieme in allegria e immersi nella natura.

©Albarella.it

Alla scoperta del Delta del Po

Albarella ha abbracciato il nuovo concetto di turismo slow promosso dalla Regione Veneto che valorizza il territorio e fa cogliere l’ambiente nelle sue caratteristiche più peculiari.

Il mezzo principale dell’Isola è infatti la bicicletta con cui scoprire le spiagge e i percorsi sterrati.
Oltre ad ammirare i paesaggi unici di Albarella, partendo dall’isola si possono effettuare numerosi itinerari alla scoperta del Delta del Po e delle sue valli incantate.

Tra i più pittoreschi e suggestivi c’è il tour che attraversa via delle Valli, oasi di pace dove convivono fenicotteri rosa, aironi e pescatori, per raggiungere il giardino botanico di Porto Caleri, poco distante da Rosolina mare.
L’anello per andare e tornare dall’orto botanico ad Albarella è lungo circa 60 chilometri ed è un percorso sempre asfaltato e pianeggiante, adatto quindi a tutti.

Oltre che in sella alla bicicletta, si può scoprire il Parco del Delta del Po con escursioni in battello e motonave, organizzate giornalmente durante la bella stagione.

©Albarella.it

Il progetto Zero Carbon Emission di Albarella

Per un’isola immersa uno splendido scenario naturale, il rispetto dell’ambiente è una priorità. Dalla raccolta differenziata all’abolizione della plastica, dall’uso di biciclette per gli spostamenti ai progetti di ripopolamento boschivo e alle tante altre iniziative legate al progetto di riqualificazione ambientale “Immersi nella natura”, Albarella dimostra la sua anima green.

La destinazione punta inoltre a diventare la prima isola al mondo a garantire un impatto nullo sulle emissioni di CO2. Il progetto “Albarella Futuro – Zero Carbon Emission” è stato elaborato da Augusto Zanella e Cristian Bolzonella dell’Università di Padova, Mauro Rosatti ed Enrico Longo di Albarella Srl, in collaborazione con altri esperti nazionali e internazionali di ecologia, economia, biodiversità e di gestione ambientale.

L’obiettivo è dimostrare che è possibile vivere e lavorare, in questo caso nel turismo e nella ristorazione, diminuendo la propria impronta ambientale.

L’arte dà voce alla natura: Albarella ospita “Evoluzioni”

Fino al 18 ottobre da non perdere poi “Evoluzioni”, una mostra open-air di Officinadïdue ispirata ai cambiamenti climatici.

Attraverso sette installazioni, gli artisti Vera Bonaventura e Roberto Mainardi creano un dialogo uomo-arte-natura per sensibilizzare al rispetto e sostegno dell’ambiente.

Autori dell’opera “Urlo di Vaia”, evocazione sonora della tempesta che nel 2018 ha devastato le Alpi orientali e l’Altopiano di Asiago, Bonaventura e Mainardi considerano l’arte il medium ideale per il dialogo tra uomo e natura perché, come spiegano, «esprime concetti che le sole parole non riescono, toccando leve emotive, sensorialità e percezioni profonde. Per questo l’arte deve superare l’estetica per diventare etica».

Le sculture di Evoluzioni sono immerse negli spazi verdi dell’Isola, a sua volta colpita nell’agosto 2017 dalla furia del maltempo che ha divelto oltre 8mila alberi su una superfice di quasi 600 ettari.

Sposarsi ad Albarella? Perchè no

Ad Albarella è possibile vivere anche la magia di un’intera isola per il giorno del matrimonio.

Una cerimonia Cattolica può essere celebrata alla chiesa S. Nicolao della Flue con la collaborazione della Parrocchia di Rosolina.

I futuri sposi possono scegliere come location per i festeggiamenti Villa Ca’ Tiepolo, nella parte meridionale dell’isola affacciata sulle valli con un ampio piazzale esterno, o il moderno Hotel Capo Nord, a ridosso della spiaggia, dove si può celebrare anche il matrimonio con una cerimonia civile in collaborazione con il Comune di Rosolina.

©Albarella.it

Come raggiungere l’isola di Albarella

L’Isola di Albarella si trova nel Parco del Delta del Po, tra Chioggia (distanza 30 Km) e Comacchio (distanza 45 Km), nel comune di Rosolina in provincia di Rovigo.

Per chi arriva in auto:

  • Autostrada da Firenze-Bologna percorso consigliato: Autostrada Bologna-Padova A13 – uscita Rovigo Sud – proseguire per Adria – Loreo – Rosolina – strada arginale di 11 Km fino ad Albarella.
  • Autostrada Ancona-Bologna A14 – uscita Cesena Nord, proseguire sulla E45 in direzione Ravenna – imbocco sulla S.S. Romea in direzione Venezia, dopo Comacchio e dopo Porto Viro sulla destra imbocco alla strada arginale di 11 Km fino ad Albarella.
  • Autostrada da Milano o dal Brennero percorso consigliato: Autostrada A4 Milano-Venezia, uscita Verona Sud – superstrada Transpolesana fino a Rovigo – proseguire per Adria – Loreo – Rosolina – strada arginale di 11 Km fino ad Albarella. Percorso alternativo: Uscita Padova Est – S.S. Romea direzione Ravenna – Chioggia – Rosolina – strada arginale di 11 Km fino ad Albarella.

Per chi arriva in treno:
Stazione di Rosolina a 15 Km, stazione di Venezia-Mestre a Km 70,
stazione di Padova a Km 75. Collegamenti con taxi privato su richiesta.

Per chi arriva in aereo:

  • Aeroporto Internazionale Marco Polo di Venezia distanza in auto circa 1 ora.
  • Aeroporto G. Marconi di Bologna distanza in auto circa 2 ore.
  • Aeroporto Catullo di Verona distanza in auto circa 2.30 ore.
  • Aeroporto Canova Treviso distanza di circa 2 ore.



Un romantico autunno destinazioni da vivere in coppia
Viaggi

Un romantico autunno: destinazioni da vivere in coppia

Viaggi

Boom di viaggi dog-friendly: istruzioni per l’uso

Vendemmia 2020, le destinazioni perfette per chi ama il vino
Viaggi

Vendemmia 2020, le destinazioni perfette per chi ama il vino

Forest Bathing, cos'è e dove farlo in Italia
Viaggi

Forest bathing, il benessere arriva dagli alberi

In bici per (ri)scoprire l'Italia, dall'Alto Adige alla Riviera Romagnola
Viaggi

In bici per (ri)scoprire l’Italia, dall’Alto Adige alla Puglia

Viaggi post quarantena consigli per viaggiare sicuri
Viaggi

Viaggi post quarantena: consigli per viaggiare sicuri

Blue hole cos'è e come si forma
Viaggi

Blue hole, alla scoperta del blu profondo

Vacanza a settembre, dove andare
Viaggi

Vacanze a settembre, dove andare?

Gerard Butler film, moglie e come è oggi
Celebrity

Gerard Butler: film, moglie e come è oggi

Gerard Butler è un attore di grande successo: scopriamo film, moglie e come è oggi.

Leggi di più