Sleeveface: Be the Vinyl. Il nuovo fenomeno web

Dopo il Selfie arriva lo Sleeveface: cos'è il nuovo fenomeno del web e qual è la sua origine

Esempio di Sleeveface
Esempio di sleeveface dove vinile e corpo umano si fondono insieme

Selfie è una delle parole dell’anno, la moda degli autoscatti nell’era degli smartphone che agli Oscar 2014 ha contagiato tutti, ma già si parla di Sleeveface, un’iniziativa che non potrà che far piacere a tutti gli appassionati di musica.
Lo sleeveface spopola sul web: la sostituzione del proprio viso, o di parte di una foto, per mezzo della copertina di un vinile. Basta creare la prospettiva perfetta facendo coincidere parte del vinile con la realtà circostante, in un gioco di trompe l’oeil, e si scatta la foto. La giusta illusione ottica e il gioco è fatto. Anche se forse è più facile a dirsi che a farsi. Ma in questo caso la condivisione sui social avviene quasi totalmente sul sito sleeveface.com che né effettua una raccolta.

Le prime foto sono datate 2006, mentre il termine “sleeveface” venne coniato più tardi da Carl Morris che insieme a degli amici scattò una foto di questo genere e la caricò su Facebook creando una pagina ad hoc. Il grande successo che riscontrò portò questi a scrivere un libro “Sleeveface: Be the Vinyl” che raccoglieva tutte più belle foto caricate sul sito sleeveface.com dando vita ad un vero e proprio fenomeno. In pochi anni, soprattutto per la grande diffusione svolta dai social e dagli smartphone, il fenomeno è diventato sempre più comune e ciò ha fatto sì che gli sviluppatori creassero applicazioni grazie alle quali è possibile ritrarre il proprio volto sovrapponendo la copertina di un vinile e diventare così sleevefacer per mezzo di una raccolta di copertine digitali che compaiono direttamente nello scatto. Per uno sleeveface perfetto quindi non ti resta che procurarti un vecchio vinile oppure un CD, integrarlo alla perfezione con la persona fotografata e con gli oggetti circostanti e scattare la tua foto.


Vedi altri articoli su: Attualità |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *