Dall’autoscatto alla selfie. La moda che contagia le star

La mania di fotografare se stessi ha un nome e un hashtag: #selfie. Un fenomeno virale che ha colpito i vip di tutto il mondo (perfino Papa Francesco) e scatenato l'ironia sul web

Il finto autoscatto del Royal Wedding di William e Kate
Il finto autoscatto del Royal Wedding di William e Kate
  • Il finto autoscatto del Royal Wedding di William e Kate
  • Rihanna
  • Lady Gaga
  • Madonna
  • Katy Perry
  • Miley Cyrus
  • Nicki Minaj
  • Selena Gomez
  • Kim Kardashian
  • Kylie Jenner
  • Gli Angeli di Victoria's Secret Cara Delevingne, Doutzen Kroes e Candice Swanepoel
  • Alexa Chung
  • Justin Bieber
  • Ian Somerhalder
  • Snoop Dogg
  • Fiorello
  • Gianni Morandi
  • Fedez
  • Belén Rodriguez
  • Melissa Satta
  • Alessia Marcuzzi
  • Elisabetta Canalis
  • Maddalena Corvaglia
  • Federica Fontana
  • Elena Santarelli
  • Chiara Ferragni
  • Papa Francesco
  • Il finto autoscatto di Sir Winston Churchill
  • Il finto autoscatto di Jacqueline Kennedy
Prima o poi tutti ci cascano. È la moda del momento, una vera e propria mania che ha coinvolto tutti: dai vip alla gente comune, e a cui non ha saputo resistete nemmeno Papa Francesco. Che dire poi dell’ironia che se ne è stata fatta sul web…

Si chiama selfie ed è la parola dell’anno. Per chi ancora non la conoscesse si tratta dell’arte – se così possiamo e vogliamo definirla – di fotografare se stessi tramite smartphone o webcam e di condividere lo scatto sui social network. Un vero e proprio tormentone virale tanto da essere inserito nell’Oxford Dictionary che ha proclamato selfie la parola dell’anno, termine che nell’ultimo periodo del 2013 ha subito un importante incremento di popolarità pari al 17mila per cento. Facebook, Twitter ma soprattutto Instagram hanno fatto il resto.

Ma non chiamatelo autoscatto: il #selfie (con tanto di hashtag da social network) è un vero e proprio ritratto con dei canoni ben precisi da rispettare e mettere in pratica per conquistare i like. Un po’ come i segreti delle star che per essere meglio fotografate sui red carpet si mettono sempre nella posizione dei tre quarti. Insieme o in compagnia di amici o partner, dal semplice posizionare l’obiettivo davanti al viso alla foto allo specchio, dallo scatto in macchina all’immortalare le proprie gambe mentre prendiamo il sole sul lettino: ammettiamolo, chi non si è mai fatto un selfie? Chi poi non ha fatto mille e più tentativi e pubblicato lo scatto meglio riuscito?

Prima o poi tutti ci caschiamo, e non sono da meno vip italiani e internazionali, come Belén Rodriguez, Elisabetta Canalis, Fiorello, Lady Gaga, Madonna e Miley Cyrus, tanto per citarne alcuni. Ma la vera regina del selfie è Kylie Jenner, sorellastra di Kim Kardashian, con all’attivo oltre 450 autoscatti. Dietro di lei il rapper Snoop Dogg con 271, mentre per Rihanna “appena” 190. Solo su Instagram l’hashtag comprende più di 35 milioni di immagini!

Sul selfie è stato detto, ma soprattutto fatto, tanto. Addirittura Kim Kardashian, dall’alto della sua esperienza in merito, ha redatto e condiviso con le sue fan una sorta di vademecum del selfie perfetto: regola numero uno, la foto deve essere luminosa. Ma non bisogna dimenticare che per ottenere una bell’autoscatto la fotocamera deve essere rivolta dall’alto verso il basso. Bandita invece è la duck face, quell’espressione in cui le labbra si corrucciano “a sedere di gallina” tanto amata da vip e teenager che dovrebbe far apparire più belli. Dovrebbe.

A mettercisi sulla questione è arrivato anche Haje Jan Kamps, scrittore, blogger ed esperto di fotografia digitale, con il suo Shooting yourself, guida per creare nuovi originali autoscatti ai tempi dei social network.

Arriva invece dal Sudafrica la divertente trovata di riprendere e “selfiezzare” storiche fotografie che ritraggono personaggi che hanno fatto la storia internazionale. Da Jackie Kennedy a Winston Churchill, fino al recente matrimonio di William e Kate. La risata è assicurata!


Vedi altri articoli su: Attualità |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *