Mondiali spettacolo: guardare gli uomini che guardano la partita

Urla, tic nervosi e rituali scaramantici. È lo spettacolo degli uomini che guardano la partita, da non perdere almeno una volta durante i Mondiali di Calcio Brasile 2014

partita
Pronte al divertimento dei Mondiali di Calcio? Vi basterà godervi lo spettacolo degli uomini che guardano la partita

Preparate i pop corn, una bibita fresca e qualche stuzzichino fatto in casa. Lo spettacolo sta per cominciare. Non siamo al cinema, non siamo a teatro e nemmeno a una serata di repliche di Sex and the City. Siamo in casa vostra, sul vostro divano, con i vostri amici e la partita dell’Italia sta per iniziare. Se credete che il vero spettacolo sia vedere i belli dei mondiali che rincorrono una palla vi sbagliate (più o meno, i belli restano belli). Il vero spettacolo è vedere gli uomini che guardano la partita, un divertimento imperdibile almeno una volta durante i mondiali di calcio in Brasile, anche se non siete interessate alla partita. Quando vi sarete tolte questo sfizio potrete seguire i nostri consigli su cosa fare mentre il vostro partner guarda la partita.

Punto primo: le partite dell’Italia sanciscono la pace nel campionato di calcio italiano. Qualche settimana prima vostro marito o il vostro fidanzato era seduto su quello stesso divano ad insultarsi con lo stesso amico che ora guarda con lui la partita dell’Italia perché il rigore del Milan c’era e l’arbitro non ha capito o perché quel tiro era fuorigioco (a proposito, ricordate: MAI chiedere cos’è il fuorigioco). Durante le partite dell’Italia gli insulti sono unanimi: l’Italia ha ragione, sono gli altri a sbagliare, forza azzurri! Non ci sono Milan, Inter o Juve, tutti i peccati del campionato vengono condonati in nome della bandiera italiana. Al concorso di Miss Universo le partecipanti non diranno più semplicemente che il loro massimo desiderio è la pace nel mondo, ma potranno dire che il loro desiderio è capire perché gli italiani fanno pace su tutto durante le partite dell’Italia, brevettare questo trucco e diventare milionarie mettendo su una società di consulenza che lo applica. Avete visto Miss Detective con Sandra Bullock vero? È

Ora che l’armonia, le pacche sulle spalle e la massima concentrazione sulla formazione regnano sovrane nel vostro salotto, potete passare al secondo punto, cioè godervi lo spettacolo di un gruppo di maschi adulti che hanno le reazioni più strane, disperate e divertenti davanti a 22 uomini che rincorrono una palla. Dopo il calcio d’inizio c’è già un’azione buona che potrebbe portare la palla in rete? I muscoli della mascella si contraggono, le prime gocce di sudore fanno capolino sulla fronte, la seduta da comodamente adagiata sul divano passa a “appena seduto sulla punta della sedia”. Ora ci sono due opzioni. L’Italia fa goal? Il vostro maschio adulto incantato dalla partita salterà su come una molla, la mascella serrata esplode in un sorriso, seguito da urla, strepiti, gesti esultanti e abbracci sudaticci con gli altri attori dello show. C’è poi chi esulta silenziosamente, magari camminando in giro per casa, agitando i pugni in aria. C’è chi è super super scaramantico e dopo i primi schiamazzi si ricompone, perché non è ancora finita (noiosi). Se si verifica l’altro scenario: il portiere para o la palla comunque non entra solitamente gli uomini si sciolgono oppure fanno brevi gesti stizziti, perché in fondo non è ancora finita. La posizione passa da “appena seduto sulla punta della sedia” a “inginocchiato per terra con faccia tra le mani”. In alternativa si alza tenendosi la faccia tra le mani. Ci potrebbe essere un occasionale ritorno degli antichi odi del campionato: “certo che quello aveva già sbagliato un tiro in quella partita”, ma tutto rientra in tempi brevi, non appena i giocatori ricominciano a correre.

Poniamo che la nostra partita immaginaria arrivi a un punto in cui l’Italia sta per vincere, ma deve esserci ancora un’azione decisiva. Questo è il momento in cui le performance degli uomini che guardano la partita raggiungono il loro top. Alcuni sono talmente nervosi che vanno nella stanza a fianco perché non possono proprio guardare. Altri hanno una serie di riti scaramantici che ripetono ossessivamente, dai tic nervosi alla disposizione dei posti sul divano che c’era l’ultima volta che l’Italia ha vinto. C’è chi si mangia la lingua, chi si mangia le unghie e chi strofina la pancia della moglie incinta perché porta fortuna. In caso di vittoria, se avete mantenuto la prima fila per godervi lo show, preparatevi ad essere prese in braccio, sballottate e coinvolte in qualche modo nei festeggiamenti, che sono indubbiamente divertenti anche se non siete appassionate di calcio. Ma non fatevi trovare impreparate e prima della partita seguite il nostro tutorial per realizzare un make up tricolore.


Vedi altri articoli su: MondialiRosa |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *