La grande bellezza conquista i Bafta, gli Oscar britannici

Nuovo riconoscimento per il regista Paolo Sorrentino che ora punta all'Oscar come miglior film straniero

Paolo Sorrentino Bafta Awards
Paolo Sorrentino con i produttori Francesca Cima e Nicola Giuliano

Continua la volata de La grande bellezza di Paolo Sorrentino verso gli Oscar 2014 (che verranno consegnati il 2 marzo). Il film, che non aveva conquistato nessun premio al Festival di Cannes, sta riscuotendo ora grande successo. Dopo la vittoria ai Golden Globes, il regista italiano è tornato su un palco prestigioso per riceve il riconoscimento come miglior film in lingua straniera ai Bafta Awards 2014, gli Oscar britannici. Erano 18 anni che il premio non finiva nelle mani di un italiano: dal 1996 quando è stato premiato Il Postino. Prima di loro, grandi nomi del cinema italiano hanno trionfato sul palco londinese, da Nuovo cinema paradiso di Giuseppe Tornatore a L’ultimo imperatore di Bernardo Bertolucci (che poi hanno vinto anche l’Oscar, quindi speriamo che questa vittoria sia di buon auspicio!)

Vediamo gli altri riconoscimenti: 12 anni schiavo di Steve McQueen è stato premiato come miglior film e per il miglior attore (Chiwetel Ejiofor). Una statuetta è andata anche a Cate Blanchett, in queste settimane al cinema con Monuments Men, per l’interpretazione in Blue Jasmine. Il miglior regista per la giuria inglese è Alfonso Cuaron per Gravity, pellicola che ha ottenuto anche i titoli di miglior film in lingua inglese, miglior fotografia, miglior effetti sonori, miglior colonna sonora e miglior suono. Due invece i premi per l’acclamato American Hustle (miglior sceneggiatura originale e miglior attrice non protagonista). Philomena vince nella categoria miglior sceneggiatura non originale e infine Barkhad Abdi (Captain Phillips) è stato riconosciuto come miglior attore non protagonista.


Vedi altri articoli su: Attualità |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *