Come accogliere gli ospiti in modo impeccabile

Come accogliere gli ospiti in modo impeccabile

Consigli per prepararsi ad accogliere gli ospiti senza stress!

-
27/01/2019

Si dice sempre che l’ospitalità è sacra ed è indubbiamente vero in molte culture, soprattutto quelle orientali, ma non sempre è facile mostrarsi padroni di casa all’altezza e accogliere gli ospiti in modo impeccabile.

Per chi non ha mai aperto il manuale del galateo o non è abituato ad avere degli ospiti, che sia per una semplice cena o per un soggiorno più lungo, la sola occasione può rappresentare un vero stress da ansia da prestazione: come affrontare i preparativi, l’arrivo e la permanenza dell’ospite, ma soprattutto eventuali imprevisti e difficoltà?

Nessuna ricetta perfetta vi metterà a riparo da errori, ma per chi non è un fanatico dell’ospitalità o non è naturalmente portato ad esercitarla, ecco 5 pratici consigli per affrontare l’arrivo di un ospite.

1. Chiarezza e trasparenza al primo posto.
Per essere certi di evitare inconvenienti, quando si aspetta un ospite per pranzo o cena è meglio specificare l’orario in anticipo e con una certa precisione, così da non mettere in difficoltà eventuali altri commensali o da non ritrovarsi impreparati al loro arrivo: un orario chiaro e definito aiuterà ad essere pronti al momento di mostrarsi ottimi padroni di casa.


Leggi anche: Cosa dice il galateo a tavola

2. Informarsi sulle preferenze degli ospiti e/o eventuali le allergie alimentari.
Se si ospita qualcuno per mangiare insieme, è bene fare domande sulle sue preferenze o necessità: per evitare di fornire una faraona ad un vegano, come in Notting Hill, è bene chiedere se si mangia carne, se si hanno allergie particolari o se c’è qualche cibo che proprio non piace, per evitare di rovinare l’incontro con qualcosa che risulti non commestibile per l’ospite.

[dup_immagine align=”aligncenter” id=”900109″]

3. Chiedere all’ospite se ha abitudini personali particolari.
Se ospitate qualcuno per un periodo più lungo di un semplice pasto in compagnia, ad esempio per qualche giorno, chiedetegli quali siano i suoi orari, le sue abitudini in casa, le sue preferenze in fatto di pranzi e cene, ciò che ama avere intorno nel tempo libero: le risposte serviranno a preparare efficacemente un ambiente caloroso ed accogliente.

Soprattutto, ad esempio, se ospitate qualcuno che porta con sé dei bambini e potrebbe avere esigenze particolari in fatto di spazi e tempi.

4. Pulire casa e riordinare, ma senza eccessi, per creare la giusta atmosfera
Non è necessario fare le pulizie del secolo ogni volta che bisogna ospitare qualcuno: nessuno, tranne le “mamme pancine” blastate dal Signor Distruggere, andrà a controllare cosa c’è sotto il vostro divano o sopra i ripiani alti della cucina.

Certo, pulire casa lavando i pavimenti e spolverando contribuirà ad avere un ambiente piacevole ed accogliente, soprattutto se riuscite a trasformare l’occasione di avere un ospite in quella per riordinare il caos quotidiano e ripulire le stanze dai classici abiti, accessori o oggetti inutili lasciati in giro nella routine di tutti i giorni.


Potrebbe interessarti: 3 consigli per una stanza degli ospiti perfetta

E perché no, dopo aver sistemato alla meglio l’appartamento, per creare la giusta atmosfera si potrebbe scegliere una playlist di sottofondo per l’incontro o arricchire il contesto con candele e profumi.

[dup_immagine align=”aligncenter” id=”900112″]

5. Coinvolgere i propri ospiti e non essere frettolosi.
Non abbiate fretta di liberarvi del vostro ospite: anche se il pensiero di lavare i piatti e riordinare a fine cena comincia a fare capolino, non datelo a vedere.

Il modo migliore per dimostrare ospitalità è coinvolgere i propri visitatori in conversazioni, giochi, esperienze che si trasformino in ricordi come la vista di un panorama, la creazione di un cocktail ad hoc per la serata o un piccolo regalino di ringraziamento per dimostrare di aver apprezzato la visita.

Claudia Gagliardi
  • Scrittore e Blogger