Valentina Sampaio

Valentina Sampaio: chi è la modella trans di Victoria’s Secret

Da ragazzo brasiliano di umili origini a modella transgender di fama internazionale: ecco tutta la storia e la carriera di Valentina Sampaio.

Victoria’s Secret presenta una grande novità che segna una svolta nella storia del marchio: ha scelto un angelo transgender a rappresentare il marchio. Vediamo chi è Valentina Sampaio, la nuova modella trans di Victoria’s Secret


Victoria’s Secret, il famoso marchio di lingerie statunitense ha attraversato un periodo non proprio prospero per i suoi affari. L’azienda, nata nel 1977, per l’intuizione di Roy Raymond e sua moglie Gaye, ha riscosso un notevole successo nel corso dei decenni. I prodotti proposti conquistarono l’attenzione del pubblico femminile globale grazie all’evento annuale, il Fashion Show, organizzato sempre in posti diversi.

Le protagoniste sono state bellissime modelle chiamate Angeli che, dotate di grande fascino ed appeal, ammaliavano gli spettatori. Nell’ultimo periodo, la fortuna del brand sembra si sia inclinata subendo un calo del 40 % dei profitti. Nonostante sembri che il brand faccia parlare di sé solo in negativo, emerge anche una grande novità che segna una svolta ben precisa. Tra i suoi angeli c’è una modella trangender di nome Valentina Sampaio.

Valentina Sampaio, la modella trans di Victoria’s Secret

Valentina Sampaio, la prima modella transgender di Victoria’s Secrets è nata a Fortaleza, capitale dello stato brasiliano del Cearà, il 10 dicembre 1996. La sua famiglia è abbastanza modesta. Il padre è un pescatore della zona, mentre la madre di professione fa l’insegnante. Il loro supporto è stato determinante nella sua presa di coscienza di voler condurre una vita al femminile. Questo le ha permesso di vivere una vita abbastanza tranquilla senza l’ombra della discriminazione che spesso vela le vite di chi decide di vivere l’identità dell’altro sesso.

I suoi genitori non hanno mai ostacolato queste sue manifestazioni. All’età di 8 anni l’hanno fatta seguire da una psicologa che accertò formalmente il suo essere bambina. Quindi, si fa chiamare Valentina e si comporta in tutto e per tutto come tale. Veste come una bambina, gioca con le bambole e frequenta ragazze della sua età. Con i suoi compagni di classe andava abbastanza d’accordo in quanto la vedevano come una bambina. La cura di ormoni le permette di definirne l’aspetto femminile e a 15 anni ha il corpo di una splendida ragazza.

Ingresso nel mondo della moda

Valentina Sampaio, la modella trans di Victoria’s Secret, quindi, ha condotto una normale vita da ragazza, tanto da portarla ad amare il mondo della moda. All’inizio studiò architettura a Forteleza per poi abbandonare e lavorare presso una scuola materna. Qui, un truccatore la notò, quasi per caso, e le propose di lavorare presso un’agenzia di modelle di San Paolo. Fu così che a 16 anni comincia a sfilare in passerella, riscuotendo grande successo grazie alla sinuosità delle sue forme e al portamento. Da quel momento, non si è più fermata.

Durante la sua carriera ha riscosso notevole successo, essendo richiesta prima da riviste locali, poi da quelle di respiro internazionale che la portarono alla ribalta del successo mondiale. Nel 2014, però, ci fu un episodio che arrestò la sua ascesa per qualche periodo. L’azienda di abbigliamento per la quale lavorava, venne a sapere del suo stato di trangender e la licenziò. Le fu spiegato che la clientela era abbastanza conservatrice e che non avrebbe accettato la presenza di una modella trans. Questo ostacolo iniziale venne comunque superato portandola a riscuotere comunque successo nel mondo della moda grazie al debutto di un film da lei interpretato alla Fashion Week di San Paolo.

L’anno della svolta

Nel 2016 Velentina Sampaio calcò per la prima volta la passerella durante la Fashion Week di San Paolo. Poco dopo la L’Oreal volle girare un cortometraggio sulla modella da pubblicare in occasione della Giornata Internazionale della Donna. Il successo riscosso dall’iniziativa le fece guadagnare la proposta della grande azienda di cosmetici di diventare sua testimonial. Fu così che Valentina Sampaio divenne ambasciatrice di bellezza insieme ad altre modelle brasiliane come Grazi Massafrera, Julian Paes, Isalbeli Fontana, Emanuela de Paula e Ágatha Moreira.

Nel 2017, Valentina Sampaio divenne un volto conosciuto a livello mondiale. Divenne la prima modella transgender ad apparire sulle riviste della moda patinate che fino ad allora non avevano mai osato tanto. La rivista Vogue ha fatto da pioniere in tal senso facendola apparire prima sulla copertina di Vogue Paris e negli anni successivi su Vogue Brasil e Vogue Germany. Di copertina in copertina, il suo volto è divenuto noto nel mondo della bellezza femminile e della moda. Molte altre riviste l’hanno scelta per apparire in copertina: Vanity Fair, Elle Mexico e L’Officiel Turkiye. La sua popolarità è andata sempre crescendo portandola a lavorare per marchi famosi come H&M, Mark Jacobs, Moschino, Philipp Plein.

Valentina Sampaio: simbolo della caduta dei tabù

La modella e attrice brasiliana ha contribuito a far cadere dei tabù nel mondo della moda internazionale. Nessuna rivista, infatti, aveva mai azzardato a far apparire in copertina una modella trans. La stessa direttrice di Vogue Paris, Emmanuel Alt, affermava ” Siamo orgogliosi di scattare la prima cover con una modella transgender! Vogliamo rompere le regole e accendere le luci contro i pregiudizi”.

Valentina Sampaio ha contribuito, quindi, a dare inizio ad una nuova epoca in cui le riviste non devono giustificare la scelta di una modella trans. Lo stesso atteggiamento intraprendente e libero da pregiudizi è stato adottato da Victoria’s Secrets che ha scelto il primo angelo transgender. La modella lo aveva ufficialmente annunciato sul suo profilo Instagram nell’agosto del 2019, decretando così la svolta epocale del famoso marchio di lingerie statunitense.

Valentina Sampaio e Victoria’s Secret: insieme verso il futuro

Il reclutamento di Valentina Sampaio ad angelo di Victoria’s Secret ha rappresentato la svolta epocale per un marchio mirato all’esaltazione della sensualità femminile. Fino all’anno prima, infatti, lo chief management si era lasciato sfuggire che un angelo trangender avrebbe significato andare contro la fantasia del brand. Adesso queste affermazioni sembrano piuttosto arcaiche e anacronistiche.

Il nuovo fashion system, infatti, si sta indirizzando verso concetti di innovazione e fluidità lasciando alle spalle i pregiudizi che hanno caratterizzato il settore fino ad ora. Infine, recitando nel film “Berenice”, Valentina Sampaio è divenuta anche simbolo della causa LGBT. Nel film. infatti, interpreta la parte di una donna che vive col marito maschilista e un figlio in cerca della sua identità sessuale. La vita della protagonista si intreccia, inoltre, con l’assassinio di una transessuale sulla spiaggia di Copacabana, che le sconvolgerà l’esistenza.

Copyright Immagini: Agenzia Fotogramma



Cristiano Malgioglio: tutte le canzoni più recenti scritte e cantate da lui
Celebrity

Cristiano Malgioglio: tutte le canzoni più recenti scritte e cantate da lui

5 cose che non sai su Ariana Grande
Celebrity

5 cose che non sai su Ariana Grande

Gli animali da compagnia Gli animali da compagnia più strani dei vippiù strani dei vip
Celebrity

Gli animali da compagnia più strani dei vip

Fidanzato Antonella Elia tutto quello che sappiamo
Celebrity

Fidanzato Antonella Elia: tutto quello che sappiamo

Simonluca
Celebrity

Un omaggio alla “Libertà”, ecco il nuovo singolo di Simonluca

Adele e la dieta sirt, ecco com'è dimagrita
Celebrity

Adele e la dieta sirt, ecco com’è dimagrita

Chi è Matteo Giunta, fidanzato di Federica Pellegrini
Celebrity

Chi è Matteo Giunta, fidanzato di Federica Pellegrini

Vip malati le star affette da malattie
Celebrity

Vip malati: le star affette da malattie

Safari in Kenya: in che periodo farlo
Viaggi

Safari in Kenya: in che periodo farlo

In Kenya i safari vengono chiamati “fotosafari”: ci si limita a guardare e fotografare. Qual’è il periodo migliore per questa esperienza unica?

Leggi di più