Convivenza come dirlo ai genitori

Convivenza: come dirlo ai genitori?

Siete pronte per la convivenza ma non sapete come dirlo ai genitori? Se affronterete l’argomento con delicatezza e cura il momento diventerà più semplice per tutti.

Quando una coppia pianifica di andare a vivere insieme, spesso a soffrirne sono i genitori. Come comunicare questa decisione?

Pronte per la convivenza

Con il vostro partner avete deciso di andare a convivere: dopo mesi a discuterne e a cercare la casa dei sogni, siete finalmente pronte. Tutto sembra perfetto, ma ancora non lo avete comunicato ai vostri genitori. La decisione di andare via di casa per intraprendere una convivenza, infatti, cambierà le abitudini di tutta la famiglia e voi temete che i vostri genitori ne soffrano troppo. Comunicare la vostra scelta, dunque, non è affatto semplice e bisogna scegliere con cura e attenzione il momento giusto e le parole più adatte. Non fatevi prendere dall’ansia: basterà affrontare l’argomento con delicatezza e persino i genitori più severi, alla fine, accetteranno la vostra decisione.

Rassicurare i genitori

L’unica cosa che i genitori desiderano per i propri figli è la loro serenità. Cercate di far capire loro che la decisione di andare a convivere vi rende felici e, soprattutto, rassicurateli. Se siete una coppia giovane fate capire loro che avete già pensato a tutti i problemi pratici che potrebbero sorgere. Innanzitutto dal punto di vista economico: i vostri genitori, infatti, vi chiederanno se siete in grado di affrontare tutte le spese che comporta avere una casa. Sapere che siete autonomi e potete sostenere le spese, li farà sentire più tranquilli. Rassicurateli anche sul piano pratico: riuscirete a tenere la casa pulita e in ordine e sarete n grado di provvedere a tutti i piccoli e grandi doveri di coppia.

Prepararsi all’interrogatorio

Se i vostri genitori sono vecchio stampo e molto severi, preparatevi all’interrogatorio. Quando comunicherete loro che avete deciso di andare a convivere, rassicurarli non basterà. Bisognerà anche farsi trovare pronti alla raffica di domande che vi faranno in merito a mille aspetti che voi, probabilmente, non avevate nemmeno considerato. I loro non saranno solo dubbi di carattere pratico: vorranno conoscere ogni dettaglio della vostra situazione economica e di quella del vostro partner, vorranno una descrizione minuziosa della casa che avete scelto. E se tentennerete o non saprete rispondere, si appiglieranno alle vostre incertezze per instillare in voi il dubbio che la vostra decisione non sia quella giusta. Siate pronti, quindi, a rispondere a tutte le loro domande con chiarezza e fermezza: studiate bene la planimetria della casa e la vostra busta paga.

Siate oneste con i genitori

L’onestà paga sempre. Dire ai vostri genitori che andrete a convivere può non essere semplice, ma è una conversazione che non potete né rimandare a lungo né evitare. Andare a vivere con il proprio partner è un grande passo, ma anche una dimostrazione di maturità. Se volete che i vostri genitori abbiano fiducia nella vostra decisione è importante dimostrare che siete davvero pronti e maturi abbastanza per affrontare questa scelta. Evitate quindi di tergiversare o di litigare, ditelo in maniera semplice e non aggressiva, semplice e onesta. Non giocate, non fate finta che a prendere casa sarà solo il vostro fidanzato e voi vi fermerete lì giusto qualche notte. I vostri genitori meritano sincerità.

Giustificarlo con maturità

Oltre agli aspetti pratici, i vostri genitori saranno interessati anche al rapporto che avete con il partner. Giustificate quindi la vostra decisione di andare a convivere parlando della vostra relazione sentimentale. Spiegate ai genitori che questa scelta è il frutto del vostro amore, del vostro legame saldo e forte. Sottolineate anche che la convivenza sarà un modo per rinsaldare ancora di più il vostro rapporto e, se ve la sentite, dite loro che si tratta di un primo passo per capire se siete pronti a traguardi ancora più importanti, come il matrimonio o avere un figlio.

Una destinazione ragionevole

Se la convivenza preoccupa soprattutto voi, perché temete di lasciare soli i vostri genitori, magari anziani, allora avete solo una strada da percorrere. Parlatene con il vostro partner, spiegategli le vostre preoccupazioni e cercate una casa vicino a quella dei vostri genitori. Non appiccicati, ma a una distanza ragionevole, in modo tale da poter accorrere in caso di necessità. In questo modo anche loro saranno più tranquilli e sapere di potervi vedere spesso li spingerà ad accettare con serenità la vostra decisione di andare via di casa.

Scegliete il momento giusto

Scegliere il momento giusto per affrontare questo tipo di conversazione è importante, se non fondamentale, per la buona riuscita dell’operazione. Una volta che avete fatto le vostre riflessioni, sia pratiche sia economiche, e pensate di essere pronte per comunicarlo alla famiglia, scegliete un momento in cui potrete avere una discussione completa a riguardo. Non affrontate l’argomento quando siete di fretta o quando in casa, oltre a voi e ai vostri genitori, c’è qualcun altro. Potete intavolare la conversazione durante un pranzo o una cena in casa, oppure, se temete che possano fare scenate e mettervi sotto pressione, potete optare per portarli al ristorante, dove siete sicure che non oseranno alzare la voce. Al contrario, se sceglierete un momento sbagliato per fare una comunicazione tanto importante, rischiate di ottenere un risultato negativo: farete solo innervosire i vostri genitori, che si sentiranno mancare di rispetto e si metteranno ancor di più sulla difensiva.

Fatelo in coppia

Se la vostra relazione e stabile e dura da anni e se i vostri genitori conoscono molto bene il vostro partner e lo stimano, allora potete decidere di comunicare assieme a lui la scelta di andare a convivere. Avere il vostro partner accanto in un momento così difficile può esservi di grande aiuto. E i vostri genitori potrebbero apprezzarlo molto: avendo di fronte anche lui, infatti, potranno rivolgergli delle domande e chiedergli di chiarire alcuni dubbi. Se lui è d’accordo e si sente pronto ad affrontare la conversazione insieme a voi, approfittatene. Non solo i suoi interventi saranno utili durante la conversazione, ma la sua presenza vi infonderà coraggio e vi rassicurerà.



Controllare il cellulare del partner, perché non farlo
Vita di Coppia

Controllare il cellulare del partner, perché non farlo

Fidanzato e amici come gestire i rapporti con intelligenza
Vita di Coppia

Fidanzato e amici: come gestire i rapporti con intelligenza

Consigli per la prima vacanza in coppia
Vita di Coppia

Consigli per la prima vacanza in coppia

Gli errori da evitare dopo un litigio
Vita di Coppia

Gli errori da evitare dopo un litigio

Amore o ossesione Le differenze
Vita di Coppia

Amore o ossessione? Le differenze

Come controllare la gelosia
Vita di Coppia

Come controllare la gelosia

Controllare il cellulare del partner, come non farti scoprire
Vita di Coppia

Controllare il cellulare del partner, come non farti scoprire

Amore in quarantena com'è cambiata la vostra relazione
Vita di Coppia

Amore in quarantena: com’è cambiata la vostra relazione

Esistono i sogni premonitori E quando arrivano
Myself

Esistono i sogni premonitori? E quando arrivano?

I sogni premonitori esistono o sono soltanto una superstizione? E se esistono, perché e quando li facciamo?

Leggi di più