Come rimettere a nuovo il tagliere di legno

È un blocco di legno davvero speciale! Di cosa stiamo parlando? Del tuo tagliere in legno. Scopri come rimetterlo a nuovo e farlo durare più a lungo nel corso del tempo!

Tagliere di legno
Molto più di un semplice blocco di legno! Il tagliere è un vero aiutante per la tua cucina. Scopri come rimetterlo a nuovo!

Per alcuni è solo un blocco di legno, per te è un magnifico aiutante grazie al quale puoi tagliare davvero qualsiasi cosa!
Dalla carne, ai salumi, ai formaggi. Un prezioso blocco di legno che con il tempo e l’usura si è purtroppo rovinato. E non stiamo parlando di un burattino!
Segni di coltello, bruciature date da padelle roventi, macchie d’olio o d’acqua, ma poco importa, non puoi assolutamente rinunciare al tuo tagliere di legno.

Come fare quindi per rimetterlo a nuovo?

Rimettere a nuovo tagliere
Poiché il tagliere di legno è sempre a contatto con i cibi, non utilizzare prodotti chimici per la sua manutenzione
Con il tempo, e i numerosi lavaggi, i preziosi taglieri in legno perdono l’olio protettivo di cui era cosparsa la superficie e ci costringono non solo a rinunciare a l’uso, ma a comprarci regolarmente un nuovo tagliere.
Basterebbe una semplice e buona manutenzione per poter continuare a utilizzare il nostro aiutante più a lungo possibile.
Per mantenere in buono stato il tagliere è bene effettuare questi semplici gesti almeno una volta all’anno. Vediamoli insieme.

Manutenzione del tagliere di legno

  • Procurati una carta abrasiva fine (o una paglietta), una carta abrasiva a grana grossa e un recipiente con dell’acqua calda.
  • Inizia a grattare la superficie del tagliere, inumidendolo man mano con l’acqua calda in modo da eliminare i residui dati dallo sfregamento.
  • Appoggiati quindi a una superficie ben salda e con l’aiuto della grana grossa leviga i due lati del tagliere facendo attenzione a seguire correttamente le naturali venature del legno.
  • Dopo una decina di minuti e una buona dose di olio di gomito inizierai a veder scomparire macchie, bruciature e graffi.

Per ottenere una superficie più liscia utilizza nuovamente la carta abrasiva fine e leviga i segni lasciati dalla carta abrasiva precedente finché la superficie non risulterà liscia e compatta. Passa nuovamente il tagliere con l’acqua calda e se necessario ripeti l’operazione di livellamento con la carta abrasiva fine.
Per dare un tocco in più e per mantenere più a lungo il lavoro di manutenzione è bene oliare il tagliere.
Trattandosi di un oggetto da cucina, in costante contatto con i cibi, ti consigliamo di non utilizzare prodotti chimici ma del semplice olio di oliva.

  • Inizia con il versare uno strato leggero di olio su tutta la superficie del tagliere e lascialo riposare per almeno un’ora in modo da far penetrare bene l’olio in profondità.
  • Se hai tempo sarebbe bene ripetere questo tipo di operazione almeno tre volte in modo da proteggere fino in fondo tutto il legno di cui è composto il tagliere.
  • Una volta che l’olio sarà assorbito passa il tagliere con uno straccio asciutto e il risultato sarà sorprendente!

Qualche consiglio in più

Per impiegare meno tempo nell’operazione di abrasione puoi utilizzare anche una levigatrice elettrica o un raschietto in ferro tenendolo inclinato a circa 60 gradi.
Nel caso in cui le macchie di bruciatura risultino piuttosto ostinate, imbevi un batuffolo di cotone con della candeggina e strofina la superficie finché la macchia non sarà del tutto svanita


Vedi altri articoli su: Consigli per la casa |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *