arctium lappa radice bardana per capelli secchi e grassi

Radice di bardana fresca per capelli secchi e grassi: gli usi

Un rimedio naturale per capelli luminosi e morbidi.

Lo shampoo classico che si trova in commercio ha purtroppo un effetto aggressivo sui nostri capelli. Se questi sono secchi, infatti, aumenta la carenza di sebo; se, al contrario, i capelli sono grassi, stimola ulteriormente la produzione di sebo, per combattere l’aggressione della lozione utilizzata. In pratica favorisce lo squilibrio del cuoio capelluto e di conseguenza la caduta dei capelli.

Il primo consiglio per evitare di rovinare i capelli è quello di lavarli il meno possibile (massimo 2 volte a settimana, raccomandano i dermatologi).

Non sono però da colpevolizzare solo i detergenti per i capelli, infatti piastre, gel, lacche e phon contribuiscono a rovinarli. È dunque consigliato utilizzarli meno possibile, a bassa temperatura e, nel caso del phon, a una distanza di 20-30 centimetri.

Questi consigli non possono però sostituire una specifica cura del capello.

Vediamo dunque cos’è la radice di bardana e come utilizzarla per migliorare la salute dei nostri capelli.

Cos’è la bardana?

La bardana, il cui nome scientifico è Arctium Lappa, è una pianta appartenente alla famiglia delle Asteraceae/Tubulifere ed è nota anche come Arctium majius (grande bardana) o Lappa major (bardana maggiore). Il suo nome deriva dal greco arctium (orso) probabilmente per il suo aspetto peloso e ispido, anche se alcuni lo fanno risalire al latino labein (attaccarsi) per la sua capacità di aggrapparsi a tutto ciò che le sta intorno.

Questa pianta, infatti, è considerata infestante per la sua rapida riproduzione. Predilige terreni incolti, dove nasce spontaneamente, i boschi e i bordi delle strade. Presente sia in montagna che nelle località marittime, si caratterizza per le foglie cuoriformi e i fiori purpurei.

La bardana è considerata uno dei rimedi naturali più efficaci. Le sue radici hanno infatti proprietà drenanti, depurative e disintossicanti. Vengono spesso utilizzate anche come antibiotici e antibatterici, grazie a principi attivi come l’inulina, che drena e depura il sangue dalle tossine. Le radici vanno colte prima della fioritura, che avviene nei mesi estivi, oppure nel tardo autunno.
Nonostante venga utilizzata maggiormente come rimedio per affezioni cutanee (psoriasi, acne ecc.), la bardana è molto utile per combattere la calvizie, rinforzare e purificare i capelli.

Vediamo dunque come usarla per combattere la secchezza dei capelli e l’eccessiva produzione di sebo del cuoio capelluto.

Usi della radice di bardana contro capelli secchi e grassi

La radice di bardana può essere assunta come decotto, sotto forma di tintura madre oppure facendo degli impacchi sui capelli.

Prima di vederne l’uso è importante segnalare che l’utilizzo di questa radice è sconsigliato per donne in gravidanza e durante il periodo di allattamento.

La bardana è un potente antiseborroico ed è pertanto indicata nel trattamento di capelli grassi. Per le sue proprietà aiuta, inoltre, a rinforzare i capelli e illuminarli, utile dunque anche per chi ha i capelli secchi.

La preparazione del decotto è piuttosto semplice. È necessario sminuzzare la radice di bardana in circa 250 ml d’acqua. Portare il tutto a ebollizione e far cuocere per tre-quattro minuti, filtrare e lasciar riposare altri 5 minuti. Il decotto va assunto regolarmente due volte al giorno lontano dai pasti.

La tintura madre invece va assunta, sempre lontano dai pasti, con la seguente posologia: 30 gocce in mezzo bicchiere d’acqua.

Per chi invece preferisse agire dall’esterno è possibile fare degli impacchi preparando, in modo casalingo, una lozione. Basterà far bollire 50 grammi di radice di bardana in mezzo litro d’acqua, fino a ottenere un liquido ristretto. Lasciar riposare, applicare sul cuoio capelluto e massaggiare per diversi minuti, compiendo movimenti circolari.

Il trattamento va ripetuto per due mesi.

Ti potrebbe interessare anche

Rimedi Naturali

L’infuso energizzante per concentrarsi meglio durante l’inverno

Astragalo: rimedio naturale anti stress e stanchezza
Rimedi Naturali

Astragalo: rimedio naturale anti stress e stanchezza

Olio tea tree o melaleuca: proprietà, controindicazioni, usi
Rimedi Naturali

Olio tea tree o melaleuca: proprietà, controindicazioni, usi

Semi di carambola: rimedio anti gastrite
Rimedi Naturali

Semi di carambola: rimedio anti gastrite

Amamelide: proprietà, controindicazioni e rimedi
Rimedi Naturali

Amamelide: proprietà, controindicazioni e rimedi

Piedi freddi: pediluvio serale con lo zenzero
Rimedi Naturali

Piedi freddi: pediluvio serale con lo zenzero

Nepitella o mentuccia: proprietà, controindicazioni e usi
Rimedi Naturali

Nepitella o mentuccia: proprietà, controindicazioni e usi

Rimedi Naturali

Cinorrodi di rosa canina quando raccoglierli e come utilizzarli

Amamelide: proprietà, controindicazioni e rimedi
Rimedi Naturali

Amamelide: proprietà, controindicazioni e rimedi

Questa pianta è tipica elle foreste del Canada e del Nord America ma vine coltivata anche in Europa. Ha numerose proprietà mediche, scopriamo quali.

Leggi di più