Olio di avocado: cos’è, proprietà, usi

Olio di avocado: un ottimo alleato per la nostra pelle e non solo. Ecco tutte le sue proprietà e i campi d'utilizzo.

Olio di avocado
Olio essenziale di avocado e frutto.

L’olio di avocado è da tempo utilizzato, a livello mondiale, per la produzione di cosmetici, sia di tipo naturale, sia industriale.

Si tratta di un olio estratto dalla polpa della pianta Persea americana, mediante una spremitura a freddo (per le più curiose questa pianta si può facilmente far crescere anche in casa, a partire dal seme). Ha un colore verde scuro ed un aspetto viscoso: quando viene raffinato assume però una colorazione giallo chiaro e perde molti dei suoi nutrienti.

Cerchiamo di capire che cos’è l’olio di avocado, quali sono le sue proprietà e i suoi usi.

Cos’è l’olio di avocado?

È un olio ricco di vitamina A, D ed E, quando è puro; oltre che di sali minerali, omega-3, lecitine, proteine ed antiossidanti.

È un olio di utilizzo alimentare e cosmetico.

Nel primo caso viene impiegato per friggere, grazie al suo elevato punto di fumo (255°C) ed ha una composizione chimica simile a quella dell’olio di oliva.

Nel secondo caso si utilizza per svariati prodotti per garantire il benessere della pelle.

Proprietà

Analizziamone ora le proprietà. L’olio di avocado ha un elevato potere nutriente ed idratante, in grado di ridare tono e consistenza a pelli secche o mature, aiutando anche a correggere le macchie cutanee.

È ottimo anche per i bambini: si utilizza, infatti, per trattare le irritazioni da pannolino, data la sua capacità di penetrare in profondità.

Esercita, inoltre, una azione lenitiva e riparatrice in caso di scottature (sia da sole sia di altro genere), oltre che cicatrizzante sulle ferite, grazie alla presenza di antiossidanti.

La lecitina e il potassio (uno dei minerali presenti) sono molto utili per la salute di pelle e capelli.

Usi dell’olio di avocado

Passiamo agli usi più comuni dell’olio di avocado.

È sempre consigliabile assicurarsi di non essere allergici a quest’olio, applicandone una goccia o due in una zona all’interno del polso o nell’incavo del gomito ed aspettando poi 24 ore. Una volta accertato di non essere allergici, questo olio può essere destinato a svariati utilizzi.

È un ingrediente indispensabile per le creme per il viso e le maschere antirughe.

La presenza dei tocoferoli (vitamina E), dei carotenoidi (precursori della vitamina A) e dei fitosteroli assicura l’azione antiossidante dell’olio e favorisce l’assorbimento degli altri principi attivi. Questi componenti, inoltre, stimolano l’attività dei fibroblasti del derma, promuovendo la sintesi di collagene con una preziosa azione ristrutturante ed anti-age.

È un valido aiuto anche per le macchie cutanee se lasciato in posa per 15 minuti, risciacquando poi con acqua tiepida.

L’olio di avocado trova largo impiego nelle lozioni idratanti per il corpo, da applicare subito dopo la doccia o il bagno, o come trattamento idrante notturno per il viso, se applicato in piccole quantità prima di coricarsi.

Inoltre è consigliato anche per alleviare i fastidi della forfora e del prurito al cuoio capelluto e per ridare luminosità ai capelli secchi.

Non dimentichiamo il suo impiego in aromaterapia, da solo o combinato con l’olio di oliva o di mandorle dolci, per i massaggi defaticanti; e per la produzione di saponi naturali.

Infine, in ambito alimentare, se usato a crudo in piccole quantità può aiutare a prevenire le malattie cardiovascolari. Non bisogna però eccedere perché contiene anche acidi grassi saturi.


Vedi altri articoli su: Rimedi Naturali |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *