Come coltivare l’avocado in casa

Far crescere una piantina di avocado in casa è semplicissimo, bastano alcuni semplici accorgimenti ed il risultato è garantito.

Piantina di avocado
Dal seme di avocado può germogliare facilmente una piantina, anche in casa.

In molte, dopo aver tagliato e sbucciato l’avocado, magari per preparare una deliziosa insalata light di pollo, si saranno chieste cosa fare con il nocciolo rimasto e se si possa piantare. La risposta è sì. Bastano alcuni semplici accorgimenti e in poco tempo dal seme nascerà una piantina di avocado, che si può tenere e far crescere in casa anche sul terrazzo o sul davanzale.

Materiale

  • Nocciolo di avocado
  • 4 stuzzicadenti
  • 1 bottiglia di plastica / 1 tazza / 1 bicchiere
  • Forbici

Procedimento

Prendere il nocciolo e pulirlo sotto l’acqua corrente (o con della carta da cucina) dai residui rimasti della polpa del frutto, quindi asciugarlo con cura.

Prendere una bottiglia di plastica e tagliarla circa a metà con le forbici, quindi riempirla d’acqua (al posto della bottiglia si possono usare anche una tazza o un bicchiere).

Infilzare 4 stuzzicadenti su 4 lati opposti del nocciolo di avocado, leggermente più in basso del centro.

Facendo attenzione al verso del nocciolo (la parte liscia verso l’alto e la parte che presenta un piccolo segno tondeggiante, da cui usciranno le radici, rivolta verso il basso) inserirlo al centro della bottiglia, con i 4 stuzzicadenti che poggiano sul bordo di plastica e il seme parzialmente immerso all’interno dell’acqua.

Germinazione dell'avocado
La germinazione dell'avocado è abbastanza facile da ottenere in acqua.

A seconda della stagione possono passare alcuni giorni o alcune settimane prima che il seme inizi a germogliare.

Si vedranno in un primo momento affiorare le radici e successivamente si farà strada, rompendo il nocciolo, la vostra piantina di avocado.

Germinazione dell'avocado
Le prime a spuntare sono le radici, seguite poi dal resto della piantina, che si fa strada rompendo il nocciolo.

Volendo una volta che la piantina sarà cresciuta abbastanza sarà possibile trapiantarla in un vaso, con terra e torba. In questo caso la pianta probabilmente avrà un po’ di difficoltà ad assorbire i nutrimenti che le servono e in alcuni casi bisognerà aiutarla a crescere fertilizzando il terreno.


Vedi altri articoli su: Giardinaggio |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *