Lassativi naturali per combattere la stitichezza

Intestino pigro? Ecco come aiutarlo senza ricorrere ai farmaci: acqua, verdure, frutta e cereali

pancia

Gonfiore, senso di pesantezza e dolori addominali, sono il più delle volte il biglietto da visita di uno dei disturbi più fastidiosi che colpisce soprattutto le donne: la stitichezza, ovvero la difficoltà di liberare l’intestino espellendone le feci.
È un malessere molto frequente, si calcola che in Italia ne soffra il 17% della popolazione, con un rapporto di uno a dieci per gli adulti e uno a cinque per gli anziani, percentuali che aumentano notevolmente per il gentil sesso. Tra chi ne soffre il 10% utilizza farmaci lassativi, mentre il restante 7% non utilizza medicinali o preferisce affidarsi a rimedi naturali.
Generalmente gli studiosi indicano come affetti da questa patologia i soggetti che non superano le tre evacuazioni settimanali, anche se altri segnali possono essere dolori addominali ed eccessiva secchezza delle feci.
Un capitolo a parte è rappresentato dalle donne in gravidanza: la maggior parte di loro soffre di stitichezza perché l’utero schiaccia l’intestino riducendo il suo movimento naturale che consente l’evacuazione.
Per combattere questo disturbo le aziende farmaceutiche si sono sbizzarrite ed esistono moltissimi medicinali ad hoc, indicati però solo per chi soffre di stitichezza occasionale (legata cioè a un viaggio o a un’eccessiva sedentarietà). Per curare la stipsi cronica è invece necessario rivolgersi a uno specialista. Ma per chi invece non vuole ricorrere ai farmaci, che spesso creano dipendenza e assuefazione, esistono anche molti rimedi naturali che possono aiutarci a superare questo problema.

Bere acqua

Prima regola, per stimolare l’intestino, è quella di bere tanta acqua durante tutta la giornata.
I medici consigliano di consumarne almeno 2 litri al giorno. L’acqua rappresenta uno dei lassativi più potenti: pulisce lo stomaco, ammorbidisce le feci e stimola le contrazioni dell’intestino che servono all’evacuazione naturale.
Se la stitichezza è occasionale, quindi non cronica, può aiutare molto bere 1/2 bicchiere di acqua tiepida con il succo di un limone la mattina appena sveglie. Per addolcirlo, nel caso in cui il sapore fosse troppo aspro, si può mescolare con miele di tiglio, che ha proprietà disinfettanti. Questo rimedio è utile per stimolare le contrazioni dell’intestino ed eliminare le scorie.

Prugne: fresche e secche

prugne

In genere però, quando si pensa a un rimedio naturale per aiutare l’intestino, il pensiero di tutti va alle prugne, fresche, ma soprattutto secche. Ricche di vitamina A e di potassio, oltre a combattere la stipsi, tra le loro innumerevoli proprietà aiutano a combattere il colesterolo, il rischio di cancro e di patologie cardiache. Ma ci sono anche molti altri alimenti che hanno proprietà specificatamente lassative.

Alimenti ricchi di fibra

cereali

In primo luogo tutti gli alimenti ricchi di fibre, che facilitano i movimenti intestinali, quindi frutta e verdura, ma soprattutto cereali integrali e legumi. Con questi ultimi, però, bisogna fare attenzione a non esagerare perché, in caso di colite o sindrome del colon irritabile, che come sintomo possono avere anche la stitichezza, potrebbero essere causa di irritazioni intestinali, aggravando il disturbo.

Kiwi

kiwi

Tra la frutta un vero toccasana per l’intestino pigro può essere rappresentato dai kiwi: il consiglio è quello di consumarne due a colazion, e per un effetto ancora più immediato basta aggiungerci un cucchiaino di zucchero. Il risultato non tarderà ad arrivare.

Barbabietole e verze

barbabietola-e-verza

Insieme alle prugne, barbabietole e verze sono uno tra gli alimenti che contribuiscono maggiormente a favorire la mobilità intestinale. Possono essere utilizzate anche in caso di stitichezza cronica. L’ideale è consumarle giornalmente bollite e condite con un filo d’olio.

Frutta secca

frutta secca

Tutta la frutta secca in guscio, come noci, nocciole e mandorle, grazie al suo contenuto oleoso e all’alto numero di fibre rappresenta un naturale aiuto per il nostro intestino. Una soluzione gustosa può essere quella di mangiarle insieme a una bella insalata.

Liquirizia

liquerizia

Forse non tutti lo sanno ma anche la liquirizia, radice che siamo abituati a gustare sotto forma di caramelle, ha potenti proprietà lassative. Pertanto può essere utile averne sempre in borsa un pacchetto.

Acqua di cocco

cocco

Altro rimedio naturale è rappresentato dall’acqua di cocco, che oltre ad aiutare l’intestino, facilita la digestione e la pulizia delle vie urinarie.

Aloe Vera

aloe vera
Aloe

L’aloe vera è una delle piante curative più utilizzate. Il gel che si ricava dalle sue foglie ha innumerevoli proprietà tra cui anche quella lassativa. Il suo succo svolge, infatti, un’azione protettiva per l’intestino. Approfondite gli altri benefici dell’aloe vera.

Rimedi omeopatici

Gemme di betulla: tra le loro diverse proprietà, c’è anche quella di regolare l’attività intestinale. Utili in caso di stipsi lieve o temporanea. Si consumano lontano dai pasti.
Rafano nero: è indicato per l’intestino pigro associato a meteorismo. Da assumere per almeno sette giorni.
Mirtillo rosso: utilissimo per la stitichezza cronica. Da sciogliere in una bottiglia d’acqua per poi berlo a sorsi durante la prima metà della giornata.
E per finire non bisogna trascurare l’attività fisica. Per un corretto funzionamento del nostro intestino, infatti, non basta seguire una dieta adeguata: mantenersi in forma, evitando la sedentarietà, è importante quanto mangiare bene.


Vedi altri articoli su: Salute |

Commenti

  • Nicola

    mangio ed espello da circa 10 giorni pochissime feci con molta difficoltà

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *