Come ricominciare a correre in 3 mosse

Come ricominciare a correre in 3 mosse

Dopo un periodo di stop bisogna riprendere gradualmente. Ecco gli step da seguire.

Che sia a causa di un infortunio, di pioggia insistente o di mancanza di tempo, stoppare gli allenamenti è sempre molto duro.

Innanzi tutto per la forma fisica, ma anche per la sfera psicologica che ne risente. L’attività fisica è infatti importantissima sia per il corpo che per la mente.

Se è infatti difficoltoso appendere al chiodo le scarpe da corsa per qualche settimana… figuriamoci riprendere a correre!

La voglia di ripartire è tanta e l’istinto di strafare per riprendere il ritmo è forte, ma non bisogna assolutamente cedere! Gli allenamenti devono riprendere gradualmente, sia come durata che come intensità.

Come regola generale è bene iniziare a correre dopo almeno tre ore dalla fine del pasto. Se proprio si ha fame è consentito uno spuntino un’ora prima dell’allenamento.

Preferibilmente bisognerebbe mangiare un frutto (una mela o una banana) oppure una fetta biscottata con marmellata o miele e una tazza di tè.

Vediamo ora le tre mosse da seguire per tornare a correre dopo uno periodo di stop, evitando rischi per la propria salute.

Ripartire dalla camminata

Dopo settimane o mesi di stop la voglia di tornare in pista è tanta, ma il fisico potrebbe non reggere uno sforzo troppo intenso.

Il rischio di tornare subito a correre come prima è quello di infortunarsi e dover stare fermi altri mesi. Dunque il modo più semplice per evitare “incidenti” è ripartire dalla camminata.

Non una maratona ma neppure una passeggiata blanda.

L’obiettivo è mezz’ora di camminata a ritmo sostenuto, per almeno 3 o 4 sessioni di allenamento. Se la fatica si fa sentire anche la camminata si può riprendere gradualmente, iniziando da 10-15 minuti e aumentando ogni volta di 2-3 minuti.

Raggiunto il primo obiettivo è possibile alternare 3 minuti di camminata a 2 minuti di corsa, andando progressivamente a diminuire la camminata e aumentare la corsa fino ad arrivare alla corsa senza stop.

Alternare corsa e potenziamento muscolare

La corsa è così stimolante che il desiderio è quello di praticarlo ogni giorno?All’inizio però è meglio evitare.

L’ideale è infatti alternare alla corsa un giorno di “riposo”. Qualche doloretto è fisiologico, ma se il fastidio è localizzato e permane per diversi giorni significa che si sta caricando troppo. Dall’allenamento successivo sarà dunque consigliato ridurne l’intensità.

Cosa fare durante il giorno di riposo? Potenziamento! Rinforzare i muscoli delle gambe serve per permettergli di assorbire il peso del resto del corpo, impedendo di provocare infiammazioni ai tendini.

Prima di correre è bene eseguire alcuni esercizi per sciogliere le

articolazioni, la schiena e le anche.

Importantissimo è anche fare degli esercizi di allungamento (stretching) alla fine dell’allenamento.

Scegliere le scarpe e il percorso giusto

Per correre nel modo corretto, senza traumi per le caviglie e le ginocchia, è consigliato utilizzare scarpe con la suola ammortizzata.

Scegli inoltre un terreno più “morbido”: un prato, un parco, una strada sterrata. L’asfalto, almeno per i primi tempi, è sconsigliato in quanto ammortizza meno e potrebbe causare fastidi alle articolazioni.

Oltre al tipo di terreno, per salvare le articolazioni, bisogna porre attenzione alle pendenze.

Per il primo mese occorre, infatti, evitare salite e discese che rappresentano una vera “sfida” per i muscoli, la schiena e le articolazioni.


Vedi Anche


Ti potrebbe interessare anche

Bicicletta
Fitness

Bicicletta: perché pedalare fa bene alla salute

Pancia piatta: come fare per ottenerla
Fitness

Pancia piatta: come fare per ottenerla

My Protein: gusto ed energia con leggerezza
Fitness

My Protein: gusto ed energia con leggerezza

Aerobica e tonificante
Fitness

Acquagym: quante calorie si bruciano

Fitness

Oofos: la calzatura post allenamento

Stretching a casa
Fitness

L’importanza dello stretching: perché farlo tutti i giorni

Kravfit: si usano guantoni e colpitori.
Fitness

Che cos’è il Kravfit, l’autodifesa a ritmo di musica

Fitness a casa: gli esercizi per rassodare
Fitness

Fitness a casa: gli esercizi per rassodare

Salute

Frutta estiva: i benefici

Quali sono i frutti estivi e le loro proprietà? Scopriamolo insieme!

Leggi di più