Trucco tradizionale giapponese

Trucco tradizionale giapponese

Trucco tradizionale giapponese: dalle geishe a oggi, il make-up orientale che ci affascina. Scopriamo tutti i segreti.

Quando si pensa al Giappone, non si può fare a meno di catapultarsi con la mente e con il cuore nel mondo armonioso, senza tempo e dall’allure quasi mistica delle geishe. Il trucco tradizionale giapponese per eccellenza, che ha caratterizzato per generazioni le donne più invidiate d’Oriente e del mondo, è proprio quello delle geishe: la pelle bianca, le labbra rosse, lo sguardo perfettamente incorniciato rendevano e rendono ancora oggi queste donne delle divinità nell’immaginario collettivo, creature sospese nel tempo tra la realtà e il mito.

Di certo, il trucco da geisha ha profondamente influenzato gli usi e costumi giapponesi. Non a caso, anche le tendenze che caratterizzano oggi il make-up in Giappone hanno ancora molto a che vedere con queste creature definite “sacerdotesse dell’arte“.

Ma quali sono i segreti del trucco da geisha e quali i tratti distintivi del trucco giapponese contemporaneo? Ecco una panoramica su tutto quello che c’è da sapere, tra antiche tradizioni e ultime tendenze in arrivo dall’Oriente che vale la pena conoscere e in alcuni casi copiare!

Trucco geisha: il simbolo del make-up tradizionale in Giappone

Il trucco tradizionale giapponese, quello delle geishe, è un vero e proprio rituale che ha un nome ben preciso: Oshiroi make-up. Si tratta di una trasformazione che non riguarda solo l’aspetto esteriore: con il trucco, la donna diventa una sorta di musa, una divinità. Tutto inizia con la realizzazione della base viso bianca come porcellana.

Bintuske, la cera profumata

Le geishe scaldano tra le mani una cera profumata che fa da fissante per la base viso: si chiama bintsuke e si applica sul collo e sulle spalle, prima di procedere poi lungo il viso insistendo specialmente lungo le rughe d’espressione e le “pieghe” della pelle.

Oshiroi, il fondotinta bianco

A quel punto si applica l’oshiroi, che altro non è che il fondotinta bianco, anzi bianchissimo, che caratterizza il make-up delle geishe. Questo fondotinta è completamente naturale ed è composto da polvere di riso e acqua, da miscelare tra loro fino a ottenere una pasta bianca cremosa ma malleabile. Servendosi di un pennello si spalma su viso e collo, tamponando poi con una grande spugna per rimuovere eventuali eccessi di prodotto. Anche il retro del collo si colora, lasciando nudi e al naturale solo due spicchi di pelle a forma di V.

Trucco occhi

Si procede, poi, con il trucco occhi: sulle palpebre, quasi fino alle guance, si sfuma verso l’esterno un pigmento rosso acceso molto vivido e intenso, più o meno marcato a seconda del grado di esperienza di ogni geisha. Le sopracciglia sono fondamentali e vengono definite con una matita nera, di nero sono poi truccati anche gli occhi con eyeliner e tanto mascara.

Kyo Beni, il rossetto

Il focus del trucco tradizionale giapponese da geisha è rappresentato dalle labbra, rosse e a cuore. Il rossetto tradizionale giapponese, rigorosamente artigianale, si chiama Kyo Beni e viene applicato con un pennello molto sottile. Anche il trucco delle labbra ha una sua valenza simbolica: le apprendiste, dette maiko, truccano solo il centro del labbro inferiore. Le geishe più esperte, invece, sono autorizzate a colorare di rosso le labbra per intero.

Come si truccano le giapponesi oggi: tutti i segreti

Cominciamo col dire che, come è ormai risaputo, per tutte le donne orientali la bellezza parte prima di tutto dalla cura della pelle. Non solo le coreane – diventate note in tutto il mondo per la loro skincare coreana strutturata in 10 step – tengono tantissimo alla routine di pulizia e trattamento della pelle del viso. Anche le donne giapponesi, infatti, nutrono per la skincare una vera e propria ossessione. Per questo, solitamente, la loro pelle appare estremamente luminosa e riflettente, quasi come fosse di vetro.

Fondotinta e blush

L’attenzione per la realizzazione della base viso è estrema, ma in modo molto diverso rispetto all’Occidente. Le giapponesi tendono a utilizzare poco fondotinta – piuttosto adoperano quotidianamente una BB cream – e prevalentemente fondotinta cushion, quelli a cuscinetto caratterizzati di solito da una coprenza bassa e da un finish luminoso. Adorano i blush, specialmente quelli in stick e in crema che picchiettano sulle guance con facilità estrema, e prediligono i colori molto accesi come il rosso e il fucsia.

L’illuminante

In Giappone le beauty addicted impazziscono per l’illuminante, che distribuiscono generosamente sul viso, ma non viene praticamente mai utilizzato il bronzer. Insomma, niente contouring: la pelle chiara è un must in Oriente ed è molto raro che una giapponese utilizzi la terra.

Trucco occhi

Per quanto riguarda il trucco occhi, via libera a tantissimo mascara per ciglia effetto ciglia finte – le giapponesi, a onor del vero, le usano moltissimo anche per il loro make-up quotidiano, ma anche noi, soprattutto quelle magnetiche – e agli ombretti shimmer dai colori neutri, che regalano un velo di luce alle palpebre.

Trucco labbra

Per il trucco labbra, invece, le giapponesi si destreggiano tra gloss e rossetti opachi. In particolar modo, amano le lip stain, ossia le tinte labbra. Il loro segreto, però, è l’applicazione: non stendono il prodotto su tutte le labbra, delineando precisamente il contorno, ma preferiscono applicarlo esclusivamente al centro e poi, prima che si asciughi, sfumarlo con le dita verso l’esterno, picchiettandolo.

L’effetto è estremamente naturale, quasi come se ci si fosse appena morse le labbra. Questa tecnica del rossetto sfumato prende il nome di ombré lips ed è molto diffusa su Instagram, ormai anche da noi in Europa proprio grazie alle donne giapponesi, da sempre pioniere in termini di beauty e make-up!

Facili da riprodurre

Come è possibile notare, il trucco giapponese è molto semplice da riprodurre: si avvale dell’utilizzo di pochi prodotti, ma punta a ottenere con semplicità un effetto visivo davvero gradevole valorizzando i pregi e minimizzando i piccoli difetti e le imperfezioni. I trucchi giapponesi, così come i prodotti cosmetici coreani, sono sempre più ricercati in Occidente e fortunatamente grazie al web è possibile reperire referenze di ogni tipo senza troppe difficoltà.

Dalla tradizione antica delle geishe alla beauty routine contemporanea, le donne giapponesi continuano a essere un punto di riferimento e a dettare tendenza in termini di bellezza e make-up.

Che ne pensate? Avete mai provato il trucco da geisha per un’occasione speciale? Vi piacerebbe prendere spunto da loro e truccarvi come fanno le donne giapponesi?



Come mi trucco a 60 anni
Come mi trucco

Come mi trucco a 60 anni

Come leggere le etichette dei cosmetici
Make up

Come leggere le etichette dei cosmetici

Pantone 2020 Classic Blue: il colore della bellezza
Make up

Pantone 2020 Classic Blue: il colore della bellezza

Ciglia finte magnetiche: come si applicano
Make up

Ciglia finte magnetiche: come si applicano

Rossetto naturale giapponese: il Komachi Beni
Make up

Rossetto naturale giapponese: il Komachi Beni

Come mi trucco per il pranzo di Natale
Come mi trucco

Come mi trucco per il pranzo di Natale

Infoltimento sopracciglia: come funziona
Make up

Infoltimento sopracciglia: come funziona

Come mi trucco

Come mi trucco a Capodanno

far crescere i capelli più in fretta
Hairstyle

5 modi per far crescere i capelli più in fretta

Desideri capelli più lunghi? Vuoi rimediare a un taglio troppo corto o venuto male? Ti basterà seguire 5 semplici regole per far crescere i capelli più in fretta.

Leggi di più