Korean beauty: i segreti della nuova tendenza make up

L'ultima tendenza in fatto di make up? Lo stile korean beauty, ispirato dalla moda dilagante (anche in Occidente) delle band K-Pop: scopri qui che cos'è e come realizzarlo

Il korean beauty è l'ultima novità in fatto di make up
Il korean beauty è l'ultima novità in fatto di make up
  • Il korean beauty è l'ultima novità in fatto di make up
  • LO stile korean beauty deriva dalla moda dilagante (anche in occidente) delle girl band K-Pop, come le Exid
  • La cantante K-Pop Hwang So-Hee sfoggia un korean make up
  • Face Primer Pore Minimizer di Dior
  • Fluido illuminante Météorites Baby Glow di Guerlain
  • Air cushion foundation Miracle Cushion Lancôme
  • Cipria intessuta di pagliuzze dorate Collistar Cristalli di luce
  • Blush in creama Like A Doll Cream Blush di Pupa
  • La cantante K-Pop Park Bo-Ram
  • Colla per le ciglia Duo Adhesive di Mac Cosmetics
  • Correttore in stick facile da applicare Cover Stick Concealer di Pupa
  • Matita per le sopracciglia Rimmel Professional Eyebrow Pencil
  • Ombretto cotto Essence Eyeshadow
  • Ombretto perlato Kiko Colour Sphere Duo Mat&Pearly
  • Eyeliner con tratto preciso, sottile e intenso Ligne Graphique di Chanel
  • La cantante K-Pop Kang Han-Na
  • Il gloss intenso e a lunga durata Maybelline SuperStay 10HR Gloss Inchiostro™
  • La famosa top model coreana Soo Joo Park con make up tipico

L’ultima tendenza in fatto di moda e bellezza? Arriva dall’Oriente. Sull’onda del successo delle K-Pop (dove “K” sta per “Korean”), boy band e – soprattutto – girl band che suonano un mix di pop, trot, EDM e R&B, il trucco delle giovani coreane sta diventando una vero e proprio must delle beauty addicted (e non solo). A piacere è l’effetto kawaii (termine giapponese che indica i personaggi dei manga con tratti bambineschi e grandi occhi), che viene creato con uso sapiente di fondotinta, eyeliner, gloss e altri accorgimenti poco diffusi – almeno per il momento – nella make up routine occidentale.

Fuoco fatuo o nuova ossessione? Stabilirlo è difficile, ma se volete provare il korean beauty ecco le dritte per realizzarlo.

Doll inspiration

L’aspirazione delle giovani coreane? Assomigliare a una bambola. Il punto di partenza per un buon risultato in tal senso è dunque un incarnato perfetto: luminoso e il più chiaro possibile. Per ottenerlo, applicate per prima cosa un face primer come Pore Minimizer di Dior, quindi un fluido illuminante tipo Météorites Baby Glow di Guerlain, che fa apparire la pelle “riposata, liscia e rimpolpata – bella e fresca” come quella “di un neonato“. In alternativa, potete utilizzare quella che è la vera e propria ossessione del korean beauty, ovvero l’air cushion fondation, una spugna imbevuta di fondotinta che permette di ottenere una pelle dall’aspetto impeccabile grazie alla copertura modulabile. Se l’idea vi incuriosisce, potete provare Miracle Cushion Lancôme, disponibile in sei tonalità e con protezione solare SPF23/PA++.

Per completare il trucco da bambola secondo il make up coreano, applicate sugli zigomi, sul ponte del naso e sulla zona sottostante l’arcata sopraccigliare della cipria intessuta di paillettes dorate come Collistar Cristalli di luce e quindi ripassate gli zigomi con del blush rigorosamente in una nuance arancione, per esempio Like A Doll Cream Blush di Pupa nelle tonalità 201 Doll Coral o 202 Doll Peach.

Kawaii eyes

Il termine kawaii è giapponese, ma rende bene l’idea di come devono essere gli occhi secondo il korean style: grandi e perfettamente disegnati, come quelli dei manga. Per raggiungere lo scopo, la prima cosa che dovete fare è “correggere” la forma delle sopracciglia. Le giovani coreane infatti le portano corte e dritte, una forma che ottengono artificiosamente prima applicando sulla parte terminale una goccia di colla (va bene quella per le ciglia finte, per esempio Duo Adhesive di Mac Cosmetics, l’importante è che si possa rimuovere con lo struccante) e abbondante correttore (Cover Stick Concealer di Pupa è l’ideale perché facile da stendere) e poi ridefinendo la linea con un’apposita matita, come Rimmel Professional Eyebrow Pencil.

Una volta “aggiustate” le sopracciglia, preparatevi a evidenziare… le occhiaie! Ebbene sì, le “borse” in Corea sono ritenute attraenti, perché si pensa che facciano apparire gli occhi più rotondi, pieni e giovani. Perciò, se non le avete – beate voi – procuratevele stendendo un velo di ombretto opalescente immediatamente sotto la rima della palpebra inferiore e un altro di ombretto marrone circa mezzo centimetro più in basso, usando per esempio Essence Eyeshadow 01 Snowflake e 16 Triple Choc.

L’ultimo step nel trucco degli occhi secondo il korean style consiste nell’applicare un ombretto perlato in una nuance dorata come Kiko Colour Sphere Duo Mat&Pearly Eyeshadow 208 Rosa confetto/Beige dorato e quindi nel disegnare perfettamente la rima della palpebra superiore con un tratto sottile e intenso di eyeliner nero (per esempio Ligne Graphique di Chanel), allungando la forma verso l’esterno.

Infine, se ve la sentite, il beauty tip per un perfetto korean make up è l’utilizzo di lenti a contatto colorate e grandi, per meglio ottenere l’effetto kawaii eyes.

Baby lips

Realizzare un trucco secondo le regole del korean beauty è lungo e complicato, ma fatto trenta tanto vale fare trentuno, come recita il proverbio, e allora completate il make up oriental style trasformando la vostra bocca in quella di una bambina. Come? Prima applicando il correttore o il fondotinta su tutte le labbra e poi al centro una goccia di lipstick o gloss rosa intenso (come Maybelline SuperStay 10HR Gloss Inchiostro™ Forever Fuchsia 160 o Forever Berry 190), sfumandolo delicatamente verso l’esterno.


Vedi altri articoli su: Make up |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *