Hair trend: Il bronde detta le regole anche per il 2015

Anche il 2015 sarà l'anno del bronde: per chi non sapesse ancora di cosa si tratta, ecco una mini guida per conoscerlo ed amarlo!

  • Blake Lively ad un evento recente
  • Blake Lively ad un event charity
  • Jennifer Lopez ai Fox All Star
  • Jennifer Lopez alla presentazione di American idol
  • Jennifer Lopez ai Golden Globe
  • Sarah Jessica Parker alla sfilata di Tome
  • Sarah Jessica Parker ad un recente evento
  • Sarah Jessica Parker alla presentazione della sua linea di scarpe
  • Gisele Bündchen  sfila per Colcci
  • Gisele Bündchen  alla partita Germania Argentina
  • Gisele Bündchen ad una serata di gala con Tom Brady
  • Julia Roberts  al Jimmy Fellon Show
  • Julia Roberts  agli Emmy Awards
  • Julia Roberts  ad un recente evento charity
  • Julia Roberts  ad un recente evento charity
  • Melissa Satta durante un evento a Dusseldorf

Una delle tendenze capelli del 2014 è stato sicuramente il bronde, che accomuna star e starlette su ogni red carpet nel mondo.
Non sapete ancora che cos’è il bronde?
Ecco una breve panoramica di cosa si tratta e perché dovreste sceglierlo.

Che cos’è il bronde?

Il bronde è una via di mezzo tra il biondo e il castano, tra blonde e brown. So cosa state pensando: negli anni ’90, quando impazzavano le meches, ero bronde anche io.
Diciamo che in un certo senso sì, ma che il bronde non solo ha bisogno di una dose di sapienza superiore da parte del vostro parrucchiere proprio per evitare l’effetto anni ’90, ma soprattutto esistono milioni di sfumature tra il biondo e castano e trovare quella adatta a voi non è certo facile.

Come funziona il bronde?

Il punto di partenza è la vostra tinta naturale, sulla quale poi si applicano dei toni più luminosi e naturali per dare vita al vostro colore, uno sfumato naturale che dona luce e movimento al capello, un vero e proprio cambiamento senza dover ricorrere a tinte molto diverse dalla propria o a tagli drastici.
Ovviamente per le bionde si va a scurire la tonalità in maniera graduale, mentre per le castane si va man mano schiarendo finché non si otterrà un effetto “baciata dal sole” molto glamour e naturale, come se fosse opera di una meritata vacanza al mare.
Bisogna stare attenti a non confonderlo con lo shatush, dove questa sfumatura avviene in orizzontale, con le punte più chiare rispetto alle radici, e non in verticale, degradé dalle radici alle punte.
Sicuramente il bronde si esprime al meglio sui tagli lunghi, ma anche su long bob e bob ed è una colorazione che non ha età, né particolari controindicazioni: infatti, potendo scegliere tra diverse sfumature, è più facile trovarne una che si adatti perfettamente al vostro incarnato.

Le star innamorate del bronde

Sembra che nel 2014 quasi tutte le star si siano innamorate del bronde, ognuna con la sua tonalità perfetta e irripetibile. Blake Lively, ne è “portatrice sana”: da sempre bionda nell’ultimo anno, segnato da matrimonio e gravidanze, ha scelto di portare il bronde in tutte le sue sfumature. Altra superfan del bronde è stata Jennifer Lopez, in questo caso a passare dal suo castano storico ad una tonalità più bionda.
Sarah Jessica Parker e Gisele Bündchen sono altre due affezionate del bronde e sembra non possano farne a meno, per quanto la tonalità di Gisele già naturalmente si avvicini molto alle sfumature del bronde.
Anche Julia Roberts non ha potuto evitare di farsi contagiare dalla bronde mania e l’abbiamo vista sfoggiarlo su diversi red carpet. Una passione che non ha lasciato immuni le bellissime di casa nostra: non hanno saputo resistere Elisabetta Canalis e Melissa Satta, da sempre amanti del castano in tutte le sue nuances ed oggi convertite a nuovi bagliori tra le loro chiome.


Vedi altri articoli su: Capelli lunghi | Hairstyle |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *