Inversion method, trucco per far crescere i capelli più velocemente

Inversion method, trucco per far crescere i capelli più velocemente

L’inversion method è un trucco naturale che serve a stimolare la crescita dei capelli: vi basterà mettervi a testa in giù e massaggiare il cuoio capelluto.

Cos’è e come funziona l’inversion method. Un metodo per potenziare la crescita dei capelli in maniera naturale

Inversion method

L’inversion method, o metodo di inversione, è una tecnica per potenziare la crescita dei capelli in maniera naturale. Si tratta di un ‘trucco’ nato all’interno della beauty community afro-americana per far crescere i capelli più velocemente: le prime a provarlo, infatti, sono state soprattutto le ragazze di colore, con il loro particolare tipo di capelli. Poi, dapprima con il passaparola e successivamente con Internet, questo espediente di è diffuso in tutto il mondo, conquistando ragazze di tutte le culture.

Com’è nato l’inversion method

I capelli delle donne africane, essendo riccissimi, sembrano non crescere mai di un centimetro. In realtà non è proprio così: i centimetri che il capello acquisisce naturalmente in un mese sono distribuiti su fusti completamente ritorti su loro stessi. Di conseguenza, sembra che questa tipologia di capelli sia sempre corta. Per migliorare la crescita delle loro chiome, quindi, le donne africane hanno ideato una tecnica tanto semplice quanto (per loro) efficace: massaggiare la cute a testa in giù, magari utilizzando anche una sostanza che stimoli i follicoli. Il massaggio favorisce il circolo sanguigno sottocutaneo e migliora l’apporto di sostanze nutrienti ai follicoli. Inoltre, il leggero riscaldamento generato dal tocco delle mani, favorisce il lavoro follicolare, migliorando quindi la resa in termini di crescita.

Passaggi preliminari

Ma come si fa l’inversion method? Vediamo innanzitutto di cosa avete bisogno per mettere in pratica questa tecnica. Vi serviranno pochi strumenti: una sedia, un timer e un olio. Decidete voi se preferite usare un olio liquido oppure uno solido: tenete solo presente che l’olio va scaldato. Quindi fate attenzione a non ustionarvi!

Come fare l’inversion method

L’inversion method è molto semplice e facile da eseguire. Per prima cosa dovete scaldare l’olio. Intiepiditelo leggermente, poi massaggiatelo sullo scalpo. Se utilizzate un olio solido, come per esempio quello di cocco, potete immergere l’intera confezione in una bacinella di acqua calda, in modo tale che si sciolga. Poi dovete impostare il timer per 4 minuti e sedervi su una sedia; dopodiché fate partire il timer e inclinate la testa in avanti, come se doveste mettervi lo smalto sulle unghie dei piedi, fino a porre il capo tra le ginocchia. In quella posizione, continuate a massaggiare con i polpastrelli il cuoio capelluto per 4 minuti, tracciando dei circoletti su tutta la cute. E’ importante non eccedere rispetto ai 4 minuti segnati dal timer. Ritornate in posizione seduta molto lentamente: se vi alzate di botto, rischiate di provocarvi dei forti giramenti di testa o degli sbalzi di pressione.

Altri sistemi

Potete decidere di mettere in pratica l’inversion method anche in altri modi. Per esempio, un altro sistema è quello di sdraiarsi a letto tenendo il capo pendente oltre il bordo e massaggiare per il tempo necessario. In ogni caso non è importante assumere posizioni difficili e dolorose: basta riuscire a tenere la testa in giù senza crearvi troppi problemi. Quindi sedersi e tenere la testa tra le gambe è l’ideale. C’è chi, invece, preferisce eseguire i massaggi senza utilizzare l’olio, sulla cute asciutta. Non cambia nulla: l’olio è solo un ‘di più’, quello che conta davvero sono i massaggi circolari che si fanno sul cuoio capelluto con i polpastrelli.

Lo scopo dell’inversion method

Come dicevamo, lo scopo dell’inversion method è quello di stimolare la circolazione sanguigna che, a sua volta, stimola la crescita del capello. La posizione assunta, infatti, consente al sangue di raggiungere più velocemente il cuoio capelluto e il massaggio favorisce e stimola il lavoro dei follicoli. In questo modo, quindi, la crescita dei capelli dovrebbe essere favorita.

Quante volte farlo

L’inversion method è una pratica intensiva che va ripetuta per cicli a intervalli regolari. Esso prevede di massaggiare la cute per sette giorni, una volta al mese (non di più), per tre mesi. Tra una seduta e l’altra devono passare tre settimane. A questo punto, ci si ferma per tre mesi, e solo trascorsi questi si può ripetere un secondo ciclo.

Funziona davvero?

Non esistono prove scientifiche che avvalorano questo metodo. Molte donne, però, dopo averlo provato si sono dette parecchio soddisfatte e sostengono di aver ottenuto i risultati sperati anche solo dopo un ciclo di trattamento. C’è chi dice addirittura di aver notato una crescita di anche 10-12 centimetri in tre mesi, altre donne invece non hanno riscontrato cambiamenti. Questa discrepanza tra le varie opinioni dipende dal fatto che il cuoio capelluto di ogni persona lavora in modo differente. Comunque lo ripetiamo: la riuscita e l’efficacia dell’inversion method non sono dimostrate scientificamente.

Chi non può praticarlo

Non tutti possono mettere in atto l’inversion method. Questa pratica è sconsigliata, per esempio, alle donne incinte. Non solo: se si soffre di alcune patologie, è meglio non mettersi a testa in giù. Questa posizione, infatti, rallenta la frequenza cardiaca e aumenta la pressione del sangue, causando un elevato stress sul sistema circolatorio. Il metodo, quindi, dovrebbe essere evitato da persone che soffrono di glaucoma oculare, bassa o alta pressione sanguigna, malattie del cuore, distacco della retina, problemi all’orecchio interno, osteoporosi, ernie, problemi di peso (sia sottopeso sia sovrappeso), fratture vertebrali. E’ sconsigliato anche praticare questo ‘trucco’ se si è nei giorni del ciclo mestruale.

Cosa aggiungere per stimolare la crescita

Se decidete di usare un olio per praticare l’inversion method, il migliore è quello di cocco. Un cucchiaio di olio di cocco intiepidito, infatti, aiuta chi ha i capelli secchi perché stimola la produzione di sebo. Per le chiome caucasiche, però, l’olio di cocco non è la soluzione ideale: i capelli appariranno meno puliti e ordinati. Potete quindi sostituirlo con il gel di fieno greco, che stimola i follicoli e nutre il cuoio capelluto, ma non unge. Anche in questo caso, il gel deve essere tiepido: in questo modo si stimolerà la dilatazione dei vasi sanguigni e l’assorbimento del gel da parte della cute.



Strobing capelli
Hairstyle

Strobing capelli: cos’è e come si fa sui capelli scuri

Strappare i capelli bianchi
Hairstyle

Strappare i capelli bianchi: meglio tagliarli o strapparli?

Bigodini come metterli anche con capelli corti
Hairstyle

Bigodini: come metterli anche con i capelli corti

Lavare i capelli senza shampoo
Hairstyle

Lavare i capelli senza shampoo: ecco come lavarli

Bagno di colore: come colorare i capelli biondi e scuri
Hairstyle

Bagno di colore: come colorare i capelli biondi e scuri

Acconciature con foulard
Hairstyle

Acconciature con foulard: come mettere il foulard in testa

3 cose da sapere prima di tingersi i capelli in estate
Hairstyle

3 cose da sapere prima di tingersi i capelli in estate

5 acconciature per l'estate che potete fare da sole
Hairstyle

5 acconciature per l’estate che potete fare da sole