Dentifricio sui brufoli, come e quando applicarlo.
Bellezza

Dentifricio sui brufoli: come e quando applicarlo?

Combattere gli odiosi brufoli con un rimedio della nonna? Si è possibile. Vediamo come.

I brufoli sono un fastidioso inestetismo della pelle che prima o poi tutti nella vita ci siamo trovati a dovere combattere.

Ciò che ci sentiamo di consigliarvi è che quando i brufoli si ripresentano molto spesso e non solo ogni tanto, è consigliabile rivolgersi ad un professionista del settore, come un dermatologo, per scoprire le cause di questo problema e i rimedi e le cure più adatti ad ognuno.

Ad ogni modo tantissimi sono i rimedi contro i brufoli, farmaceutici o casalinghi. Uno dei più noti ed antichi rimedi casalinghi fai da te contro i brufoli è l’applicazione del dentifricio su di essi.

Si tratta di un rimedio alla portata di tutti ed anche economico, veloce ed indolore. Ma vediamo come applicarlo e in quali casi, per evitare di creare ulteriori irritazioni o danni all’epidermide.

Il dentifricio non va applicato sulla pelle lesionata o molto irritata per evitare che il problema si aggravi. Quindi mai applicarlo se il brufolo è già in fase avanzata.

Prima dell’applicazione bisogna sempre lavare bene le mani e detergere a fondo il viso e risciacquare con acqua tiepida per fare aprire i pori.

Non applicate mai dentifrici sbiancanti in quanto potrebbero sensibilizzare ulteriormente la pelle. Applicate solo il dentifricio sull’inestetismo senza aggiungere altro.

Il dentifricio, innanzitutto, allevia immediatamente l’eventuale dolore provocato dal brufolo specie se contiene mentolo, grazie alla sensazione di freschezza che regala subito dopo la sua applicazione.

Esso va applicato sul brufolo in uno strato abbondante e lasciato asciugare. Se la vostra è una pelle sensibile non tenetelo applicato tutta la notte, ma rimuovetelo un po’ prima.

Diversamente se la vostra pelle non ha particolari problematiche potete lasciarlo agire anche tutta la notte. Ovviamente se provate fastidio o qualche bruciore, rimuovete subito il prodotto.

Al momento di rimuovere il dentifricio è importantissimo non sfregare troppo la pelle, che altrimenti si potrebbe irritare ulteriormente.

Eliminate il dentifricio con l’aiuto di una spugna, un panno morbido o dell’ovatta inumiditi con acqua calda, insistete con delicatezza sulla zona finché il dentifricio non si scioglierà.

Non ricorrete all’aiuto di saponi perché non sono assolutamente necessari per questa operazione di rimozione.

Una volta eliminato il dentifricio noterete come il brufolo tenderà lentamente a rimpicciolire e seccare.

Nell’immediato inoltre noteremo che il brufolo apparirà meno infiammato e gonfio.

Potete subito dopo applicare una crema idratante su tutto il viso. In sostanza essiccandosi il dentifricio fa seccare anche il poro ed inoltre elimina il sebo ed eventuali depositi di polvere e sporcizia.



Unghie finte le migliori, quanto durano e consigli
Manicure

Unghie finte: le migliori, quanto durano e consigli

Rilassamento cutaneo, cause e rimedi
Bellezza

Rilassamento cutaneo, cause e rimedi

Trucco semipermanente, pro e contro
Make up

Trucco semipermanente, pro e contro

Pelle secca gambe cause e rimedi
Skincare

Pelle secca gambe: cause e rimedi

Unghie Peach panna, lo smalto che dona a tutte le carnagioni
Manicure

Unghie peach panna, lo smalto che dona a tutte le carnagioni

Tendenza Clean Beauty 2020
Skincare

Tendenza Clean Beauty 2020

Capelli KO Riportali al top dopo i danni provocati dall'estate
Hairstyle

Capelli KO? Riportali al top dopo i danni provocati dall’estate

Come prolungare l'abbronzatura consigli e prodotti
Skincare

Come prolungare l’abbronzatura: consigli e prodotti

Quanto costa la blefaroplastica
Bellezza

Quanto costa la blefaroplastica

La blefaroplastica è una tipologia di intervento estetico finalizzata a risollevare le palpebre cadenti. Ecco quanto costa e come funziona.

Leggi di più