Antipasto di mare: seppia con peperoni

Le feste natalizie non equivalgono per forza a un pieno di calorie: ci sono tanti piatti gustosi e leggeri per menu sfiziosi e amici della linea. Ecco l’idea giusta per un antipasto.

Solitamente la cena della vigilia di Natale è caratterizzata da pietanze a base di pesce, quindi si opta per una serie di portate “a tema” gustose e particolari. Molte ricette richiedono un tempo di preparazione e cottura molto lunghi, altre invece sono molto più certosine nella scelta degli ingredienti.
Noi vogliamo proporre un menù di Natale a base di pesce veloce da preparare e con pochi ingredienti, per ottenere un risultato finale d’effetto!
Ad aprire una festosa cena di Natale non può mancare l’antipasto che nel nostro menù è rappresentato da una semplice ma golosa insalata di seppia e peperoni.

Quello che rende leggera questa pietanza è la scelta del metodo di cottura e ovviamente l’utilizzo di semplice olio extra vergine di oliva per condire, il tutto esaltato da una serie di spezie ed aromi che conferiscono maggiore tono e personalità alla ricetta. Potrete preparare il giorno prima questa deliziosa insalata perché anche fredda è molto gustosa, servita ovviamente a temperatura ambiente.

Per questo antipasto di pesce abbiamo scelto un semplice abbinamento (seppia e peperoni) ma in base ai vostri gusti potete unire altri ingredienti come le olive taggiasche, ad esempio, oppure altre verdure di stagione.

  • Resa: 4 Persone servite
  • Preparazione: 20 minuti
  • Cottura: 30 minuti

Ingredienti

  • 4 seppie medie oppure 2 grandi
  • 1 peperone rosso
  • 1 peperone giallo
  • 4 cucchiai olio extra vergine d’oliva
  • 2 cucchiaini capperi dissalati
  • 1 lime
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 rametto prezzemolo
  • 1 gambo sedano
  • 1 carota
  • sale e pepe
  • erba cipollina

Preparazione

  1. Pulire le seppie fresche eliminando “l’osso centrale”, ripulendo attentamente la sacca interna contenente solitamente l’inchiostro e eliminando gli occhi. Indossate dei guanti per compiere questa operazione.
    (In alternativa potete farvele pulire dal pescivendolo.)
  2. Una volta che le seppie saranno ben pulite sciacquatele sotto l’acqua corrente e fatele cuocere in abbondante acqua bollente senza sale, in cui avrete messo precedentemente la carota, il sedano e il gambo di prezzemolo.
  3. Lasciate cuocere le seppie per circa 30 minuti.
    (Per non sbagliare fate la prova della forchetta: se la seppia si infilza ed è morbida allora è cotta!)

  4. Nell’attesa che la seppia cuocia passate a mondare e tagliare a listarelle i peperoni, metteteli quindi in una padella con un cucchiaio di olio, sale, aglio ed un goccio di acqua. Fateli appassire per circa 10 minuti.
  5. Mettete in una ciotola i peperoni cotti e conditeli con i capperi. Fate riposare i peperoni per circa 15 minuti.
  6. Quando la seppia sarà cotta, fatela intiepidire e tagliatela nel senso della lunghezza alla julienne.
  7. Unite in una medesima ciotola la seppia e i peperoni, irrorate di olio evo, aggiustate di sale, aggiungete il pepe, spruzzate il succo di lime e decorate con l’erba cipollina.
  8. Mettete l’insalata di seppia e peperoni in frigorifero per 1 ora prima di portarla in tavola. 

  9. Servite la pietanza a temperatura ambiente.




Idromele ricetta fatta in casa e gradazione
Ricette veloci

Idromele: ricetta fatta in casa e gradazione

Fragole con panna e cioccolato
Ricette veloci

Fragole con panna e cioccolato

liquore al cioccolato
Ricette veloci

Liquore al cioccolato

Cocktail Americano: la ricetta e la storia
Ricette veloci

Cocktail Americano: la ricetta e la storia

Ricetta Bresaola marinata con rucola e funghi
Ricette veloci

Bresaola marinata con funghi e rucola

Ricette cocktail analcolici con crodino
Ricette veloci

Ricette cocktail analcolici con crodino

Pangrattato fatto in casa
Ricette veloci

Pangrattato fatto in casa: i consigli per prepararlo

Ricette veloci

Cocktail estivi: i migliori 5

Pasta con uova di lompo
Ricette Primi Piatti

Pasta con uova di lompo

Un primo piatto di grande effetto ottenuto con minimo sforzo. Protagoniste le uova di lompo, simili al caviale nell’aspetto, ma decisamente più low cost.

Leggi di più