Panzanella, la ricetta tradizionale toscana

La panzanella è una ricetta tipica toscana con ingredienti freschi ed estivi: cetrioli, pomodori, cipolla rossa e pane ammollato nell'aceto.

Sommario

La panzanella è una ricetta estiva tradizionale della Toscana, preparata con pane raffermo toscano, ammorbidito con l'aceto, pomodori, cetrioli, cipolla e basilico

Tempo di preparazione:
10 minuti
Quantità:
4 persone

Ingredienti Ricetta

  • Pane raffermo toscano 400 g
  • Pomodori cuori di bue grandi 2
  • Cetriolo 1
  • Cipolla rossa 1
  • Acqua 200 ml
  • Aceto di mele 3-4 cucchiai
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 1 porzione
  • Calorie 389 kcal
  • Grassi 16 g
  • Carboidrati 55 g
  • Fibre 5 g
  • Proteine 2 g

La panzanella è una ricetta tradizionale toscana; un piatto povero di origine contadina, anche considerato di recupero perché sfrutta il pane raffermo che viene riammorbidito in acqua e aceto.

Gli ingredienti che caratterizzano questo piatto toscano, oltre al pane “sciocco”, senza sale, tipico di questa regione, sono:

  • I pomodori maturi, raccolti direttamente dall’orto e ancora caldi dal sole
  • I cetrioli, freschi e tipici della stagione estiva
  • Le cipolle, meglio se quelle rosse
  • Basilico fresco spezzettato direttamente con le mani
  • Aceto, olio, sale: la particolarità di questo piatto sta anche nel suo sapore agrodolce, grazie al pane che viene ben inzuppato nell’aceto di vino o di mele fino a farlo diventare molto morbido.

La panzanella: una delizia contadina toscana

Le origini della panzanella tradizionale toscana

Le origini della “panzanella” sono da ricercare nell’uso del pane. Una teoria rimanda ai termini “pane” e “zanella” (che significa zuppiera o piatto fondo): i contadini inzuppavano il pane secco nel condimento rimasto in fondo alla zuppiera, e da qui l’abitudine di riutilizzare il pane raffermo per ammorbidirlo e farne una sorta di scarpetta.

Un’altra teoria invece rimanda il termine panzanella a quello di panzana, che in origine aveva il significato di pappa. Non a caso la panzanella ricorda nel sapore e nella preparazione un altro piatto tipico della cucina toscana, la pappa al pomodoro.

Sappiamo poi che le origini di questo piatto sono molto antiche: Boccaccio ne parlava nelle sue opere come pan lavato, pane ormai secco, bagnato e arricchito con le verdure di stagione.

C’è anche chi sostiene che la panzanella sia stata inventata dai pescatori, che bagnavano il pane con l’acqua di mare e poi lo aggiungevano agli ortaggi che avevano a disposizione sulle imbarcazioni.


Leggi anche: Meteo di fine febbraio: occhiali da sole e ombrelli insieme nella borsa

Pane per panzanella

Qualunque sia l’origine di questo piatto tipico toscano, non si può dire che non sia perfetto per l’estate, semplice e veloce da preparare, fresco e saporito. Potete aggiungere alla panzanella il sedano, le olive, i capperi. Potete arricchire la panzanella con una mozzarella di bufala fresca, o un po’ di tonno sott’olio.

Preparazione

  1. Tagliate a fette e poi a cubetti il pane raffermo. Trasferitelo in una ciotola e bagnatelo con acqua e aceto di mele. Mescolate bene così che il pane possa assorbire la bagna uniformemente.
  2. Pulite e tagliate a pezzetti il cetriolo. Tagliate anche i pomodori, la cipolla rossa a fette sottili, le foglie di basilico a pezzetti. Unite il tutto al pane ammollato e mescolate bene per amalgamare gli ingredienti.
  3. Aggiungete abbondante olio evo, salate e pepate. Mescolate ancora, poi mettete la panzanella a riposo in frigo per almeno un’ora. In questo modo i sapori si amalgameranno e risulterà una panzanella bella fresca e molto saporita.