Ricetta polpettone con asparagi e uovo

Ricetta polpettone con asparagi e uovo

Il polpettone agli asparagi è un secondo piatto completo in quanto contiene carne, verdure, formaggio e uova. Servito affettato e guarnito con le punte di asparagi si presenta in modo elegante.

-
13/02/2020

Sommario

Il polpettone agli asparagi è un secondo piatto completo in quanto contiene carne, verdure, formaggio e uova. Servito affettato e guarnito con le punte di asparagi si presenta in modo elegante.

Tempo di preparazione:
20 minuti
Tempo di cottura:
30 minuti

Ingredienti Ricetta

  • Carne trita di vitello 300 grammi
  • Pane raffermo 150 grammi
  • Acqua o latte qb
  • Grana padano grattugiato 5 cucchiai
  • Uova 5
  • Pangrattato qb
  • Mazzetto di prezzemolo 1
  • Mazzo di asparagi 1
  • Provola 150 grammi
  • Uova sode 2
  • Olio di oliva qb
  • Sale qb

Il polpettone agli asparagi e uovo è un secondo piatto saporito e allo stesso tempo più che completo. Si tratta infatti di un polpettone di carne, fatto quindi con pane e uova, che viene farcito poi con asparagi, uova e la provola. Può essere anche piccante per dare un tocco di sapidità in più. Una volta sfornato non resterà che portarlo in tavola e tagliarlo a fette, notando anche quanto è piacevole alla vista la singola fetta.

Le proprietà degli asparagi

La presenza degli asparagi, ricchi di acido folico, vitamine e fosforo, alleggerisce la ricetta rendendola più digeribile e anche gustosa. Il sapore delicato di questo ortaggio aromatizza il polpettone realizzato con carne macinata di vitello. Volendo si può arricchire alla perfezione con la mortadella o con lo speck.

Le caratteristiche del polpettone

La parola “polpettone” è l’accrescitivo di polpetta e, in effetti, è la sua variante tutta d’un pezzo. Al di là degli ingredienti, che sono grossomodo gli stessi – macinati, tagliuzzati o spezzettati – ciò che cambia è la forma finale della pietanza portata a tavola. Se le polpette sono molte e piccole, il polpettone è costituito da un unico grande pezzo, dalla forma più o meno cilindrica. E viene servito ai commensali affettandolo al momento. Per la sua cottura si privilegia la lessatura, l’umido o il forno. In alcune regioni d’Italia, il termine “polpettone” viene usato anche per indicare un tipo di torta di verdure ricoperta non dalla pasta sfoglia ma dal pangrattato, come – ad esempio – il Polpettone di fagiolini, tipico della Liguria, ma questa è un’altra ricetta!


Leggi anche: Crespelle con asparagi

Preparazione

Per la preparazione del polpettone iniziare con la cottura degli asparagi. Pulire, raschiare e tagliare la parte più dura del gambo, lavare e cuocere a vapore per circa 7- 10 minuti.

Poi scolare e mettere da parte.

In un pentolino a parte portare a bollore 3 uova per circa 10 minuti, fino a che non diventano sode, poi lasciare raffreddare sotto l’acqua fredda.

Per l’impasto: in una ciotola mettere il pane raffermo con dell’acqua o latte per ammorbidirlo.

Strizzarlo e metterlo in una ciotola,  aggiungere la carne tritata, le uova, il grana, il sale, prezzemolo tritato.

Impastare bene tutti gli ingredienti, se è troppo molliccio aggiungere del pangrattato

Poi adagiare l’impasto su carta forno formando un rettangolo.

Farcire il polpettone adagiando alla base le fette di provola tagliate sottili, gli asparagi adagiati per il lungo, conditi con un filo di olio,

Continuare con le fette di uovo sodo, un pizzico di sale e ancora un filo di olio.

Con l’aiuto della carta forno chiudere e arrotolare bene il tutto per dare la forma al polpettone.

Spennellarlo con l’uovo sbattuto, cospargerlo e impanarlo con del pangrattato, irrorare con l’olio e poi chiudere di nuovo con la carta forno, stringere bene le estremità come se fosse una caramella.


Potrebbe interessarti: Asparagi e uova

Adagiare il polpettone dentro una teglia e cuocere in forno preriscaldato per circa 25/30 minuti a 200° girando durante la cottura, per far dorare bene tutti i lati.

Quando ad occhio si nota che il polpettone è abbastanza dorato sfornare, aprire delicatamente da un angolo la carta forno, lasciare raffreddare almeno 15 minuti, togliere tutta la carta forno poi affettare e servire.

Giovanna Maggiori
  • Scrittore e Blogger