Pollo alla cacciatora

Una ricetta squisita della cucina povera Toscana che può essere gustata come secondo o piatto unico

Nei secoli passati, i contadini utilizzano le verdure coltivate nei campi e gli animali allevati nelle fattorie per preparare i loro pasti. Il pollo alla cacciatora è una di queste ricette contadine e sembra abbia avuto origine in Toscana. L’aggiunta di verdure fresche come aglio, carote, cipolle, sedano, rosmarino, pomodori – nonché una buona dose di vino – per esaltare il sapore della carne, rende questa ricetta un piatto certamente molto appetitoso.

Oggigiorno mangiamo questo piatto delizioso come secondo oppure come piatto unico accompagnato da patate saltate in padellapolenta o funghi trifolati. Questa ricetta mi piace molto perché è così versatile e ci sono molti adattamenti della ricetta classica (vi rimando alle note riportate per alcuni suggerimenti ).

Io personalmente amo aggiungere il delicato sapore delle olive taggiasche al mio pollo: con il loro sapore fruttato, dolce e delicato, si sposano molto bene con le verdure e il vino. Queste piccole olive verde scuro sono tipiche della Liguria (Riviera di Ponente) e erano originariamente piantate e coltivate ​​dai monaci sulla terra che si affaccia sul mare.

Viaggiando in diversi Paesi mi sono resa conto che questo piatto italiano è anche ben conosciuto e apprezzato all’estero, naturalmente sappiamo il perché.

  • Resa: 4 Persone servite
  • Difficoltà:
  • Preparazione: 1 ora 30 minuti
  • Cottura: 1 ora 10 minuti
  • Cucina:

Ingredienti

  • 1000 grammi pollo tagliato in 6-8 pezzi
  • 4 cucchiai olio extravergine
  • 1 rametto di rosmarino
  • 2 spicchi d’aglio tagliati finemente
  • 2 carote affettate finemente
  • 1 cipolla media affettata finemente
  • 2 gambi di sedano tagliati finemente
  • 270 millilitri vino bianco secco
  • 450 grammi pomodori in scatola S. Marzano
  • 200 grammi olive taggiasche denocciolate
  • 130 millitri brodo di pollo facoltativo
  • sale e pepe

Preparazione

  1. Pulire, lavare e asciugare il pollo.
  2. In una padella antiaderente scaldare l’olio d’oliva, friggere il pollo a fuoco medio – alto per circa 10-15 minuti fino a quando i pezzi di pollo sono dorati da entrambi i lati.
  3. Aggiungere il rosmarino e le verdure. Condire con sale e pepe macinato al momento. Cuocere per 4-5 minuti. Aggiungere il vino bianco e cuocere per altri 5 minuti.
  4. Aggiungere i pomodori e le olive. Coprire e cuocere per circa 20 minuti. Togliere il coperchio e cuocere per altri 20 minuti fino a quando il pollo è tenero, mescolando ogni tanto. Se il liquido evapora aggiungere un po’ brodo di pollo.
  5. A fine cottura aggiungere un po’ di sale e/o pepe, se si desidera. Togliere il rametto di rosmarino e servire subito.
  6. Nota: Ecco alcuni altri ingredienti che possono essere utilizzati durante la preparazione:
    1. Vino. È possibile sostituire il vino bianco con del vino rosso. Anche se io preferisco cucinare il pollo con il vino bianco, alcuni chef usano il vino rosso perché aggiunge un sapore più forte alla carne.
    2. Olive. È possibile sostituire olive taggiasche sia con le olive nere o verdi snocciolate che vi piacciono di più.
    3. Peperoncino. Cuocete il pollo con amore, passione e aggiungere qualche peperoncino fresco o secco.
    4. Funghi. È possibile aggiungere 200 g (circa ½ chilo ) funghi champignon. Affettare finemente i funghi e aggiungere prima delle verdure. È inoltre possibile utilizzare funghi secchi, invece di champignons. I funghi porcini secchi (circa una manciata) danno un gusto speciale a questo piatto. Prima di usare funghi secchi, metterli a bagno in acqua calda – ma non bollente – per circa 20 minuti; alcuni (pochi cucchiai) di acqua filtrata può essere utilizzata anche per la cottura, per esaltare i sapori della vostra ricetta. Se si aggiungono i funghi dovete usare il vino bianco ed evitare olive.


Vedi altri articoli su: Cosa Cucino Stasera | Ho fame | Ricette Piatti Unici | Ricette Secondi Piatti | Ricette senza glutine |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *