Pasta con Zucca e Amaretti

Un primo piatto dal sapore ricco e dal colore intenso, a cui non saprete rinunciare in una grigia giornata autunnale! Un'esclusiva di UnaDonna!

10/10/2013

Sommario

Un primo piatto dal sapore ricco e dal colore intenso, a cui non saprete rinunciare in una grigia giornata autunnale! Un'esclusiva di UnaDonna!

Tempo di preparazione:
30 minuti
Tempo di cottura:
20 minuti
Quantità:
4 porzioni

Ingredienti Ricetta

  • Zucca mantovana 1350 grammi
  • Penne 340 grammi
  • Amaratti sbriciolati 18
  • Burro 100 grammi
  • Foglia di salvia 4
  • Noce moscata un pizzico qb
  • Cannella un pizzico qb
  • Sale e pepe qb
  • Parmigiano grattugiato qb

L’autunno è arrivato, la natura ha cambiato i suoi colori dal verde al giallo, rosso, marrone e ocra, e noi abbiamo cambiato il nostro guardaroba dall’estivo all’invernale e abbiamo cambiato il tipo di cibo sulle nostre tavole. È la stagione della zucca! La zucca è un ortaggio colorato e gustoso, adatto per la preparazione di una varietà di ricette che vanno dal risotto ai ravioli, alle zuppe, alle paste, crocchette e torte. Questo delizioso ortaggio, oltre ad essere un ottimo ingrediente per molte ricette, è una sana scelta di cibo, un’eccellente fonte di beta-carotene (provitamina A), una buona fonte di fibre, potassio, ferro, acido folico, magnesio e manganese.  La zucca ha un basso contenuto calorico e inoltre è ricca d’acqua, quindi una scelta perfetta da utilizzare nelle diete dimagranti.

Questa ricetta di pasta con la zucca e amaretti è un piatto perfetto in una giornata fredda e grigia. Il sapore degli amaretti si sposa bene con quello dolciastro della zucca, inoltre l’aggiunta di salvia conferisce un aroma profumato a questo piatto. Il gusto è unico, particolare e saprà soddisfare sicuramente il palato delle persone amanti dell’abbinamento dolce e salato. Io lo adoro forse anche perché mi ricorda tanto la mia infanzia. Infatti, questa ricetta fa parte della tradizione culinaria della mia famiglia, risale alla mia bisnonna. A dir la verità non l’ho mai mangiata in alcun ristorante, quindi è un’esclusiva di UnaDonna. La zucca che io impiego è la zucca di Mantova. Prende appunto il nome da Mantova, dove è coltivata in abbondanza perché il terreno è particolarmente adatto per quest’ortaggio. Ha una polpa tenera e molto dolce, con un sapore tra la patata dolce e la castagna, con un gusto quasi nocciolato.


Leggi anche: Zucca delica ricette: tutti i modi per cucinarla


[dup_immagine align=”aligncenter” id=”51742″]

Preparazione

Tagliare la zucca in 4 parti, rimuovere i semi e i filamenti. Lavare sotto acqua. Cuocere la zucca a vapore o al forno a 200° C fino a quando la polpa sia tenera. Quando sarà tiepida togliere la buccia e ridurre la zucca in purea con una forchetta.

Portare a ebollizione ca. 3 l di acqua salata, cuocere la pasta per circa 10-11 minuti al dente (leggere il tempo di cottura sulla confezione).

Mentre la pasta cuoce, in casseruola sciogliere metà del burro, aggiungere la zucca e 16 amaretti sbriciolati, la noce moscata e la cannella. Aggiustare di sale. Aggiungere qualche cucchiaio di acqua di cottura alla purea di zucca per renderla più cremosa.

In una padella antiaderente sciogliere il resto del burro con la salvia per aromatizzarlo. Se preferite potete rimuovere la salvia, io la lascio perché mi piace molto il suo sapore intenso.

Scolare e trasferire la pasta nella casseruola, mescolare delicatamente e aggiungere il burro aromatizzato con la salvia. Trasferire sul piatto di portata e guarnire con 2-3 amaretti sbriciolati, del pepe e del parmigiano a piacere.

Nota: Potete usare qualsiasi tipo di pasta corta come ad esempio, maccheroni, mezze penne, garganelli, tortiglioni e ecc.