Pappardelle al tartufo

Una ricetta velocissima per gustare pienamente il sapore del tartufo nero: da preparare in 15 minuti e con pochissimi ingredienti

Il tartufo, insieme a ostriche e aragoste, è uno degli alimenti più pregiati che esiste in commercio e uno dei più difficili da trovare spontaneo. Per gustarlo al meglio, e non rischiare di coprirne il sapore abbinandolo a sapori troppo forti o contrastanti, vi consigliamo di provarlo in un primo piatto, a base di pasta all’uovo, semplice da realizzare e composto da pochi ingredienti.

Esistono diverse tipologie di tartufi, per questa ricetta abbiamo utilizzato il tartufo nero, molto più economico, facile da reperire e più saporito dopo la cottura rispetto agli altri tipi, ma se ne siete forniti, il piatto risulterà ancora più prestigioso se preparato con quello bianco.

Le pappardelle potranno essere sostituite con altri formati di pasta all’uovo, l’importante è che abbiano la superficie leggermente rugosa.

Se con la vostra raccolta di tartufi, vi sono capitati uno o più porcini, provate anche le pappardelle ai funghi porcini, per un dittico da veri intenditori!

Come pulire il Tartufo

Ricordate che prima di ogni preparazione, per eliminare completamente i residui di terra, il tartufo nero va pulito in acqua corrente fredda con uno spazzolino a setole dure, quindi asciugato bene con un canovaccio. Quello bianco, che è molto più delicato, con uno spazzolino a setole medie e sotto un getto d’acqua molto leggero.

  • Resa: 4 Persone servite
  • Difficoltà:
  • Preparazione: 15 minuti
  • Cottura: 15 minuti
  • Cucina:

Ingredienti

  • 300 grammi pappardelle
  • 1 tartufo nero
  • noce moscata
  • burro
  • parmigiano

Preparazione

  1. In una pentola portate a ebollizione l’acqua per le pappardelle. Nel frattempo
    tagliate a fettine sottilissime il tartufo e dividetelo in tre parti.
  2. In una spaghettiera, sminuzzate il burro e versate sul fondo 1/3 del tartufo affettato.
  3. Lasciate al dente le pappardelle e raccoglietele con una schiumaiola, indi travasatele nella spaghettiera.
  4. Aggiungete dell’altro tartufo, insaporite con poca noce moscata e mescolate bene fino a sciogliere completamente il burro.
  5. Utilizzate il resto del tartufo per guarnire i singoli piatti.
  6. A scelta, completate con poco parmigiano grattugiato.


Vedi altri articoli su: Ricette di Natale | Ricette Primi Piatti |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *