Orzo freddo con gamberi

Orzo freddo con gamberi

Un piatto semplice e genuino che unisce i sapori della terra ai profumi del mare. Quello che ci vuole per dare il benvenuto alla primavera!

Sommario

Un piatto semplice e genuino che unisce i sapori della terra ai profumi del mare. Quello che ci vuole per dare il benvenuto alla primavera!

Tempo di preparazione:
1 ora 10 minuti
Tempo di cottura:
30 minuti
Quantità:
4 porzioni

Ingredienti Ricetta

  • Orzo perlato 150 g
  • Gamberi 500 g
  • Cipollotti 2
  • Peperone rosso 1
  • Costa di sedano 1
  • Limone 1
  • Basilico qb
  • Erba cipollina qb
  • Olio extra vergine di oliva qb
  • Sale e pepe qb

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 1
  • Calorie 196 kcal
  • Grassi 1,4 g
  • Carboidrati 34 g
  • Zuccheri 8,5 g
  • Fibre 3,5 g
  • Proteine 12,5 g
  • Colesterolo 85 mg

Volete prepararvi un piatto gustoso, colorato e facilmente digeribile, possibilmente anche con un basso contenuto di grassi e calorie? Ecco la soluzione giusta per voi: la ricetta dell’orzo freddo con gamberi.

L’orzo è un cereale piuttosto diffuso in Italia, ricco di minerali come il ferro, il magnesio, il calcio, il potassio, il fosforo, il rame ed il selenio; ma anche di vitamine, in particolare la A, la E, la K e quelle del gruppo B. Inoltre è ricco di fibre e di alcuni importanti aminoacidi come il triptofano, la lisina, la serina e la metionina. Ha un’azione ipoglicemizzante ed ipocolesterolemizzante. La presenza di una particolare fibra solubile chiamata beta-glugano, aiuta a ridurre significativamente i livelli di glucosio e di colesterolo nel sangue. Sul colesterolo, come sui trigliceridi, agisce anche un’altra molecola, il tocotrienolo, che abbassa i livelli di colesterolo LDL. È ottimo in caso di stitichezza (se il tuo intestino tende ad essere pigro scopri le nostre ricette per ritrovare la regolarità); per stimolare il sistema immunitario, grazie alla presenza della vitamina C; e per proteggere il sistema cardiovascolare, grazie alle vitamine del gruppo B.

I gamberi, l’altro protagonista del piatto, sono crostacei di taglia medio-piccola, di cui esistono numerose varietà. Sono ricchi di sali minerali, come sodio, potassio, calcio, fosforo; hanno un buon tenore di proteine e pochi grassi. Come gli altri crostacei hanno un buon contenuto di colesterolo, per questo non bisogna abusarne nella dieta. Se inseriti in una alimentazione variata e ricca di fibre possono essere però tranquillamente consumati anche da chi ha valori elevati di colesterolo. Secondo alcuni studi, il contenuto di omega-3 presente nei gamberi aiuta ad invece aumentare i valori del colesterolo HDL (quello buono), con conseguente funzione protettiva.


Leggi anche: Gamberi in pasta kataifi

Se siete alla ricerca di altre ricette a base di gamberi provate anche i gamberi al Lambrusco rosato con friggitelli, le conchiglie di gamberi al cognac e i gamberi al bacon.

Preparazione

  1. Innanzitutto fare ammollare l’orzo per circa 1 ora.
  2. Poi lessarlo per 30 minuti circa in abbondante acqua salata.
  3. Scolarlo e lasciarlo raffreddare.
  4. Nel frattempo lessare e sgusciare i gamberi.
  5. A parte affettare i cipollotti, il sedano ed il peperone.
  6. Tagliare a listarelle la scorza di limone, eliminando la parte bianca.
  7. A questo punto unire il tutto all’orzo e condire con un trito di erba cipollina ed un’emulsione di olio, succo di limone, sale, pepe e basilico.
    Una variante ancor più gustosa prevede l’utilizzo di scorze d’arancia in aggiunta al limone.